Focus

Che cosa sapeva Braccio di Ferro dei nitrati?

2016
Braccio di Ferro, con la sua tipica pipa permanentemente in bocca e gli avambracci nerboruti, è un uomo di mare dall'aspetto un po' buffo che si trova sovente in situazioni rissose con Bruto, imponente marinaio attaccabrighe dalla barba folta e nera. L'arma segreta di Braccio di Ferro sono gli spinaci, un alimento ricco di diverse sostanze nutritive tra cui i nitrati. Recenti studi scientifici suggeriscono che l'ossido nitrico, prodotto derivante dai nitrati, svolge diverse funzioni ...

Cultura materiale e società: processi di conoscenza, analisi ed intepretazione. Le molteplici direzioni della Preistoria del Mediterraneo: voci e immagini dell'ultimo decennio

2016
Gli studiosi di preistoria del Mediterraneo condividono due aspettative sulla nozione di passato: che la documentazione disponibile non sia limitata solo alle fonti testuali e, nel secondo caso, che lo studio della preistoria ha oramai acquisito una posizione privilegiata nel dibattito teoretico e metodologico in corso, tale da offrire un'ampia gamma di indagini scientifiche alla soluzione di questioni di natura culturale. Ne consegue che in alcuni importanti aspetti, pur nella consapevolezza ...

Archeologia romana e cultura materiale: indirizzi e prospettive

2016
Gli studi di archeologia romana oggi, nell'ampio contesto internazionale della ricerca, riflettono esigenze che appaiono strettamente dipendenti dal dato archeologico indagato, sia esso una specifica classe di manufatti, un territorio, una realtà urbana o rurale, o ancora, manifestazioni politiche, sociali, ideologiche trasmesse e veicolate da esperienze concrete delle società oggetto d'indagine. L'artigianato ceramico, nel caso nostro, rappresenta un punto di osservazione privilegiato proprio ...

Archeometria dei materiali

2016
Non sempre la caratterizzazione di materiali di interesse nel settore dei Beni Culturali può essere condotta mediante analisi chimiche o mineralogiche di tipo tradizionale, in quanto il necessario prelievo di materiale distruggerebbe in modo irreversibile il Bene oggetto di studio. Da più di dieci anni l'IBAM porta avanti lo sviluppo di tecniche analitiche innovative. Nel 2001, presso la sede di Catania dell'IBAM, nasce il LANDIS (Laboratorio Analisi Non Distruttive) con lo scopo di realizzare ...

Tecnologie e strumenti per la diagnostica e la conservazione del patrimonio culturale. Diagnosi, prodotti e procedure per la conservazione del patrimonio costruito

2016
Le attività di conservazione del patrimonio costruito hanno un necessario presupposto nella conoscenza delle caratteristiche dei materiali costituenti e del loro stato di conservazione, attraverso cui possono essere individuati fattori e condizioni di rischio, nonché necessità di intervento, sulla base della quale impostare le più efficaci strategie di intervento ed effettuare la scelta delle più idonee soluzioni conservative. In tal senso, all'interno dei laboratori di diagnostica e ...

Conoscenza materica di manufatti del patrimonio storico-architettonico ed archeologico

2016
Fino a pochi anni fa, lo studio dei materiali costituenti il patrimonio storico, architettonico e archeologico è stato prevalentemente finalizzato alla diagnostica per scopi conservativi, sulla base della nota teoria del restauro, promossa da Cesare Brandi, secondo cui è necessario conoscere la materia per poterla conservare. Recentemente, sono stati sviluppati complessi sistemi di conoscenza multilivello, utili al turista come all'esperto, volti sia alla comprensione globale del manufatto a ...

Diagnostica non invasiva in situ e monitoraggio per la conoscenza, la conservazione ed il restauro di monumenti ed edifici storici

2016
Il monitoraggio non invasivo di edifici storici è un importante strumento per la salvaguardia del patrimonio culturale. In particolare, mediante tecniche geofisiche basate sulla propagazione di onde elettromagnetiche o acustiche, oppure basate sulla redistribuzione di correnti elettriche immesse, è possibile in una certa misura risalire alla conformazione interna delle strutture sondate. Tale approccio oltre a consentire una analisi archeologica delle tessiture murarie in elevazione (IRT) ...

Energia, ambiente naturale e ambiente costruito: il patrimonio architettonico tra passato e sfide energetiche del presente e futuro

2016
Il piano d'azione comunitario per l'efficienza energetica e la direttiva 2010/31/UE sulle prestazioni energetiche degli edifici identifica l'efficienza energetica nel settore delle costruzioni come priorità. Per conseguire i suoi ambiziosi obiettivi, la nuova prospettiva introdotta dalla direttiva richiede di agire non più solo imponendo limiti di consumo energetico alle nuove costruzioni, ma di confrontarsi con una forte accelerazione del processo di miglioramento energetico anche del ...

Tecnologie e strumenti per la conoscenza, la documentazione e la comunicazione del patrimonio culturale. Scenari virtuali e metafore cognitive per il turismo culturale e la comunicazione scientifica

2016
Ogni ipotesi ricostruttiva attraverso la quale sia possibile veicolare informazione, non solo su quanto è direttamente osservabile da una visita diretta dell'opera, ma anche e soprattutto su quegli elementi che sono difficilmente leggibili o decifrabili, è in linea con alcuni principi espressi nelle carte del restauro. L'esaltazione del valore educativo e l'esigenza di rendere comprensibili i ruderi sono finalità condivise sia del restauro che dell'archeologia virtuale. Quest'ultima, ...

Neuropsichiatria: trovati nel cervello i "segni" anatomici della condotta antisociale

2016
Gli adolescenti con gravi comportamenti antisociali presentano evidenti anomalie cerebrali rispetto ai coetanei che non soffrono di questo disturbo: è quanto emerge da una ricerca recentemente pubblicata sulla rivista internazionale Journal of Child Psychology and Psychiatry. Lo studio è stato condotto dalle Università di Cambridge e Southampton in collaborazione con l'Università Tor Vergata e il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR). I ricercatori che hanno partecipato allo studio ...

Nano-trasportatori intelligenti di farmaci basati sulla ferritina umana per la terapia dei tumori

2016
Colpire ed eliminare le cellule tumorali senza danneggiare i tessuti sani, in che modo? La risposta viene dalla nanomedicina. Il gruppo di ricerca del Dott. Ceci sta sviluppando dei "nano-trasportatori intelligenti" in grado di veicolare grandi quantità di farmaci antitumorali, dirigendoli in maniera selettiva sulle cellule neoplasiche. Il rilascio selettivo ai siti malati è particolarmente critico per vari tipi di chemioterapici attualmente in uso, che si distribuiscono in modo non specifico ...

LA MEMORIA IMMUNITARIA NEI LINFOCITI T DEL MIDOLLO OSSEO

2016
Il mantenimento dei linfociti T della memoria nel midollo osseo (BM) è considerato essenziale per la memoria immunitaria e per la risposta efficace ai vaccini, eppure molte questioni rimangono irrisolte. Secondo Di Rosa, il BM è essenzialmente un nido per la proliferazione omeostatica dei linfociti T della memoria. Altri ricercatori hanno proponsto che il BM sia un deposito di linfociti T della memoria non attivi (dibattito su Nat Rev Immunol, aprile 2016). Di Rosa ha poi pubblicato l'ipotesi ...

Diffusion volume (DV) measurement in endometrial and cervicalcancer: A new MRI parameter in the evaluation of the tumor gradingand the risk classification

2016
A new MRI parameter representative of active tumor burden, the diffusion volume (DV), is proposed in the evaluation of histological grade (G1/G2/G3) and risk classification (low/medium/high-risk) of patients with cervical and endometrial cancer. DV is defined as the sum of the voxels within a tumor with apparent diffusion coefficient (ADC) values enclosed in a specific range and associated to higher cellular density. A semi-automated segmentation procedure was used to calculate the DV. A ...

Imaging of brain TSPO expression in a mouse(model of amyotrophic lateral sclerosis with 18F-DPA-714 and micro-PET/CT.

2016
The feasibility and sensitivity of the TSPO radiotracer 18F-DPA-714 for the study of microglial activation in the brain and spinal cord of transgenic SOD1G93A mice, a model of ALS, was evaluated using high-resolution PET/CT and immunohistochemistry. The results showed that a significant increase in 18F-DPA-714 uptake can be measured with high-resolution PET/CT in the brainstem of symptomatic SOD1G93A mice as compared to WT SOD1 mice. Moreover, immunostaining revealed that TSPO expression was ...

Studio della biodiversità molecolare per lo sviluppo di processi e prodotti innovativi

2016
L'attività di ricerca si articola nelle seguente tematiche: 1) sviluppo di metodologie bioinformatiche e banche dati specializzate per l'analisi tassonomica e la caratterizzazione funzionale di dati "omici". 2) annotazione strutturale e funzionale del genoma e studio dei meccanismi di regolazione dell'espressione genica di organismi procariotici ed eucariotici, virus e organelli (mitocondri e cloroplasti) attraverso tecnologie High-Throughput Sequencing (HTS) e strumenti bioinformatici ...

Interrelazione nucleo/citoplasma/mitocondri nell'omeostasi cellulare

2016
Oggetto di studio della commessa sono le vie di segnalazione e il metabolismo mitocondriale in modelli di malattie neurodegenerative, del neurosviluppo e nel cancro. Il delicato bilancio fra morte e proliferazione cellulare è essenziale nella genesi di diverse patologie e i mitocondri si stanno rivelando fattori chiave nella regolazione della crescita/morte cellulare, nella segnalazione intracellulare e nell'integrazione di segnali di stress. I target di questa ricerca riguardano la ...

SVILUPPO DI NUOVI NANOMATERIALI BASATI SUL DNA PER APPLICAZIONI BIOTECNOLOGICHE

2016
Grazie ad uno sforzo sinergico tra fisici della materia soffice e biologi molecolari. è stato realizzato DNA idrogel, un nano materiale di nuova generazione liquido a basse ed alte temperature (d20°C, >45°C) e gelificato a 32/40°C. Il DNA idrogel a 20°C è iniettabile e gelifica velocemente a temperatura corporea (37°C). Lo stato di gel all'interno di tessuti consentirà la progettazione e lo sviluppo di nuovi DNA-idrogel quali carrier di molecole bioattive in tessuti. Bomboi F, Romano ...

Modelli murini di malattie umane: produzione, analisi fenotipica, archiviazione e disseminazione

2016
Le ricerche e gli studi dell'Istituto di Biologia Cellulare e Neurobiologia presso il Campus Internazionale A. Buzzati-Traverso di Monterotondo. All'avanguardia su genetica emedicina molecolare. Modelli murini di malattie umane: produzione, analisi fenotipica, archiviazione e disseminazione I ceppi mutanti murini ostituiscono modelli sperimentali d'importanza cruciale, permettendo l'applicazione delle più moderne tecniche della genetica e della medicina molecolare agli studi più avanzati ...

Svelato il ruolo centrale del metabolismo nel funzionamento dei linfociti t umani

2016
Il meccanismo molecolare che controlla la funzionalità dei linfociti T dell'uomo è stato chiarito da una ricerca scientifica condotta dal gruppo del Prof. Giuseppe Matarese del Dipartimento di medicina molecolare e biotecnologie mediche dell'Università di Napoli 'Federico II' in collaborazione con il Laboratorio di proteomica dell'Itb-Cnr e il Laboratorio di immunologia dello Ieos-Cnr. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla prestigiosa rivista Immunity. I linfociti T umani sono ...

Rotation of the polarization and easy shear cooperate to boost the piezoelectric effect

2016
Ferroelectrics are materials exhibiting spontaneous polarization and strain below the Curie temperature, so that the application of an electric field produces a deformation and the application of a stress produces an electric field, the so-called piezoelectric effect. For sensor and actuators it is desired that the magnitude of the piezoelectric effect is maximized, and this is often the case near transitions between ferroelectric phases whose spontaneous polarizations are in different ...

Collirio a base di Nerve Growth Factor contro i danni visivi causati da glioma delle vie ottiche 2016

2016
Gli incoraggianti risultati di una sperimentazione clinica di fase II, randomizzata, controllata e in doppio cieco, sull'uso di un collirio a base di NGF in pazienti affetti da gravi gliomi delle vie ottiche, sono stati pubblicati sulla prestigiosa rivista Brain. Lo studio è stato condotto presso il Policlinico A. Gemelli di Roma da Antonio Chiaretti (Professore aggregato di Pediatria), Benedetto Falsini (Professore associato di Oftalmologia) e Riccardo Riccardi (Professore ordinario di ...

Verso un nuovo campo della fisica: la Caloritronica Coerente

2016
L'elettronica quantistica è un campo maturo della fisica; tuttavia mentre si è ben compreso e si è in grado di manipolare il trasporto della carica elettrica nella materia, si conosce ancora relativamente poco riguardo alle proprietà quantistiche del trasporto del calore. Il gruppo di ricerca di Caloritronica Coerente dell'Istituto nanoscienze del Cnr (CnrNano) è dedicato a studiare i fenomeni di trasporto del calore con coerenza di fase nei circuiti superconduttori a scala nano- e ...

IRSIG FOCUS

2016
The effectiveness, efficiency and quality of judicial systems are cornerstones of democracy and they are of paramount importance for the economic competitiveness of every country, as recently also emphasized by the "EU Justice Agenda for 2020" of the European Commission. Therefore, there is an increasing demand for "research capacity" to improve functioning and performance of justice systems, with a specific interest in efficiency, length of proceedings, quality of decisions, court management, ...

SPIKY

2016
SPIKY (Kreuz et al., 2015) is a graphical user interface written in Matlab which facilitates the analysis of electrophysiological data such as the EEG and neuronal spike trains (sequences of electrical action potentials emitted by neurons). In addition to the standard Peri-Stimulus Time Histogram (PSTH) it contains several time-resolved measures of spike train synchrony which were all developed in our lab: ISI-distance, SPIKE-distance, and SPIKE synchronization. For a given data set SPIKY ...

Diffusion, what else?

2016
Diffusion essentially refers to a motion which leads to the spreading of some quantity: density of particles, energy, and so on. It owes its universality to the central limit theorem, according to which che combination of independent, random events has general features not related to the details of the single events. For example, in a standard, diffusive motion the spreading quantity does not vary proportionally to the time, but its variation may double only if time quadruples! If however the ...

Sistemi di Produzione Idrogeno per Celle a Combustibile

2016
La problematica della riduzione dell'inquinamento prodotto dai veicoli a combustione interna durante la loro marcia, particolarmente nel ciclo urbano, è sicuramente connessa sia con una maggiore efficienza di tali motori, che con l'ottimizzazione dei sistemi di abbattimento dei principali inquinanti. L'approccio verso un veicolo con emissione zero passa, obbligatoriamente, attraverso i veicoli elettrici: una delle soluzioni tecnologiche, che sembra poter offrire le migliori prospettive, è ...

Physical realization of the Glauber quantum oscillator

2016
More than 30 years ago, Glauber theorized the existence of quantum systems to explain the link between the reversible microscopic and irreversible macroscopic scale. The formulation of such model is based on the so-called "rigged Hilbert space" and include irreversibility as a fundamental principle through the introduction of an inverted harmonic oscillator describing quantum amplifier. The standard quantum mechanics does not forbid time-travel. However, according to the Glauber theory a quantum ...

Nanoribbons di grafene

2016
I nanoribbons di grafene - ovvero strisce di grafene si larghezza di qualche decina di nanometri (un nanometro è un miliardesimo di metro) sono ottimi candidati per l'elettronica di prossima generazione basata su grafene. L'Istituto Nanoscienze del Cnr (CnrNano) ha un focus di ricerca dedicato allo studio delle proprietà strutturali, elettroniche, ottiche e vibrazionali di nanoribbons di grafene con approcci di tipo teorico che si sviluppano in collaborazione con gruppi sperimentali di punta. ...

Highlights 2016

2016
Highlights 2016 (see for details www.SPIN.CNR.it) Superconductivity: Physical Review - R. Citro, P. Marra, A. Braggio. Carbon - R. Fittipaldi, M. Salvato, C. Cirillo, A. Vecchione, C. Attanasio. Physical Review - A. Leo, P. Marra, G. Grimaldi, R. Citro, S. Kawale, E. Bellingeri, C. Ferdeghini, S. Pace, A. Nigro. Scientific Reports - S. Pagano, G. Carapella, P. Sabatino, C. Barone. Topical Review in Superconductor Science and Technology - I. Pallecchi, F. Caglieris, M. ...

Analisi di dati satellitari per rilevare e identificare il traffico marittimo illegale

2016
Negli ultimi anni, i paesi costieri europei hanno dovuto affrontare nuove situazioni che coinvolgono il traffico marittimo illegale. La lotta contro la pesca di frodo, la migrazione irregolare e le attività di contrabbando sono diventate una priorità internazionale. I metodi di elaborazione delle immagini e di visione artificiale possono contribuire a trovare una soluzione a questi problemi utilizzando la vasta quantità di dati che oggi è resa disponibile dalla costellazioni di satelliti. A ...