Canale

Giornalisti

L'Ufficio stampa del Cnr, ai sensi della Legge 150/2000, valorizza le informazioni acquisite da Uffici, Dipartimenti e Istituti che meglio compendino rilevanza scientifica e 'notiziabilità' giornalistica. Oltre alla diffusione di comunicati e note stampa, l'Ufficio realizza il web magazine Almanacco della Scienza, co-organizza conferenze stampa ed eventi di divulgazione e comunicazione scientifica, e collabora a diverse iniziative editoriali. Assicura il 'front office' alle richieste dei giornalisti e produce materiale video collaborando alla gestione della piattaforma Cnr Webtv. Infine, attiva partnership per la produzione di programmi televisivi, giornali e portali web.

La rassegna stampa, costruita grazie anche a service esterni, monitora diverse migliaia di testate tra carta stampata, radio-tv, web e agenzie, con una copertura pressoché esaustiva delle citazioni del Cnr. È visualizzata integralmente dalle sette di mattina e aggiornata più volte al giorno. L'Ufficio provvede inoltre all'invio a una mailing list dei principali articoli, delle segnalazioni di servizi radio-televisivi e delle agenzie di stampa di interesse

Il ghiaccio marino che forma le nubi

Comunicato stampa 24/07/2017

Un recente studio dell’Isac-Cnr evidenzia come i microrganismi che vivono nel ghiaccio marino antartico influenzino la composizione dell’aerosol atmosferico e la sua capacità di formare nubi, con possibili effetti su precipitazioni e clima. Il lavoro pubblicato su Scientific Reports

Call per giornalisti al seguito dei ricercatori in Antartide

News 25/07/2017

Per la XXXIII spedizione italiana in Antartide, che si svolgerà nel periodo ottobre 2017 - febbraio 2018, il Pnra (Programma nazionale di ricerca in Antartide), tramite Cnr ed Enea, offre ospitalità presso le basi italiane a un/una giornalista per servizi che abbiano ampia copertura mediatica relativi alle attività di ricerca scientifica italiana in Antartide

Il caso Bracciano: la conoscenza è la base per la gestione sostenibile delle risorse

Nota stampa 24/07/2017

L’Istituto di ricerca sulle acque (Irsa) del Cnr svolge attività di monitoraggio volontaria da oltre 15 anni sul Lago di Bracciano, acquisendo dati quantitativi e qualitativi sulle acque che possono essere utili per valutare i limiti dell’impiego sostenibile. Vedi anche l'intervista del ricercatore David Rossi al Tg1

Acqua potabile dal mare e dalle fognature

Rassegna stampa 24/07/2017

Se la chiamano 'oro blu' è perché l'acqua è diventata una risorsa preziosa. Preziosa perché purtroppo troppo scarsa. A 'Il Messaggero' il direttore Irsa-Cnr Vito Uricchio spiega soluzioni tecnologiche che incentivano il risparmio e il riciclo idrico

Una tavolozza di gusto e salute

Almanacco della scienza luglio 2017

L'estate rappresenta un'ottima stagione per adottare un'alimentazione più ricca di frutta e verdura, il cui consumo ha effetti benefici sulla salute, come spiega Rosalba Giacco dell'Isa-Cnr

Patrimonio culturale: il supporto della ricerca e del Cnr

Video luglio 2017

Si è svolta a Roma una giornata di studio dal titolo ‘L’arte della vetrina. L’innovazione tecnologica per la conservazione e la comunicazione museale’. L’evento, patrocinato dal Mibact, è stato organizzato attraverso la collaborazione tra il Cnr, la Goppion, azienda italiana leader da oltre venticinque anni nel settore della museum industry mondiale, e l’Associazione Civita, organizzazione senza fini di lucro sostenuta da oltre 150 aziende pubbliche e private da sempre impegnata nella tutela e nella valorizzazione del patrimonio artistico nazionale.

Regione Lazio e Cnr, insieme per fare sistema

Video luglio 2017

Pronto il bando a sostegno delle infrastrutture della ricerca e trasferimento tecnologico della Regione Lazio. Il bando mette a disposizione 10 milioni di euro: il contributo massimo potrà essere di tre milioni e al 50 per cento delle spese ammissibili. Esistono poi alcune condizioni di maggior favore per organismi di ricerca pubblica, per i quali il finanziamento può giungere al 100 per cento

Mostra 'Volterra, il coraggio della scienza'

Evento fino al 30/09/2017

La mostra arriva ad Ancona dopo l'esposizione all'edizione 2016 del Festival internazionale di letteratura e cultura ebraica (Roma, 10-14 settembre 2016). L’esposizione ripercorre le tappe salienti della vita dello scienziato, nato proprio ad Ancona il 3 maggio 1860 e morto a Roma nel 1940.