Scienze del sistema Terra e tecnologie per l'ambiente

L’osservazione del sistema Terra e la comprensione dei processi fisici, chimici e biologici che regolano il nostro Pianeta sono alla base degli studi condotti dal Dipartimento scienze del sistema Terra e tecnologie per l’ambiente (Dta) ambiti sui quali è il principale riferimento per le politiche italiane ed europee. Le attività spaziano dalle ricerche sul clima e sull’atmosfera ai sistemi acquatici e terrestri, alla comprensione dell’evoluzione dell’ambiente anche attraverso l’analisi dei dati e il loro inserimento in modelli matematici. Il Dipartimento coordina il Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (Pnra) e gestisce l’infrastruttura artica ‘Stazione dirigibile Italia’ a Ny-Alesund, nell’arcipelago delle Svalbard.

Scarica la brochure - Guarda il video di presentazione del Dipartimento.

Scoperte emissioni di composti pericolosi per il buco dell'ozono

Comunicato stampa 18/02/02/2021

Un articolo pubblicato su PNAS rileva per la prima volta tre composti ozono-distruttori proibiti dal Protocollo di Montreal, grazie ai dati prodotti da una rete globale di 15 stazioni di cui fa parte l'Osservatorio climatico O. Vittori sul Monte Cimone, gestito dall'Istituto di scienze dell'atmosfera e del clima del Cnr. L'aumento delle concentrazioni è dovuto a emissioni industriali in Asia orientale di tipo non intenzionale, ancora non regolamentate

Stratwarming: gli effetti sul'inverno

Video Feb 2021

Lo stratwarming è un repentino riscaldamento della zona polare della stratosfera che nelle sue manifestazioni più intense può portare ad un indebolimento e perfino ad uno split (divisione) del vortice polare in due distinti cicloni che, abbassandosi fino alla troposfera, provoca irruzioni di aria polare alle nostre latitudini. Il fenomeno viene spiegato dai ricercatori LaMMa, il Consorzio tra Consiglio nazionale delle ricerche e Regione Toscana, titolare del servizio pubblico di previsione meteo per la Toscana

Conferenza finale del progetto "BlueMed" - "One Mediterranean: pratiche, risultati e strategie per un mare condiviso"

Evento Dal 22/02/2021 al 24/02/2021

Si terrà online l'evento di chiusura del progetto Horizon2020 "BlueMed" CSA, coordinato dal CNR, a supporto all'omonima iniziativa europea dedicata alla promozione dello sviluppo sostenibile e condiviso dell’intera economia basata sul mare nel Mediterraneo. Le tre giornate della conferenza, che verranno trasmesse online dal digital hub organizzato presso la sede centrale del CNR a Roma, si articoleranno sulla presentazione dei risultati più importanti e sulla condivisione delle prospettive future del progetto. Più di 40 speaker

L'avventura dell'acqua

News 22/02/2021

L'Istituto di scienze polari del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Isp) patrocina l'iniziativa di "One Ocean Foundation" che presenta il gioco “L’Avventura dell’Acqua”, un kit didattico studiato per offrire ai bambini delle primarie una conoscenza più approfondita dell’acqua, dei suoi percorsi, della sua utilità e della necessità di considerarla un bene prezioso da tenere in grande considerazione

NET Mandy Barker & Cnr - Institute of Marine Sciences

Evento fino al 28/02/2021

D3082 Woman Art Venice è lieta di presentare un nuovo progetto espositivo, nato dalla sinergia tra arte, ricerca scientifica, sensibilizzazione e proposta di azione per la salvaguardia dell’ambiente marino, che vede le donne impegnate in prima linea: la fotografa britannica, Mandy Barker e un team di ricerca - quasi interamente femminile dell'Istituto di scienze marine del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Ismar)

Lazio: migliorata la qualità dell'aria durante il lockdown

Comunicato stampa 05/02/2021

Uno studio dell’Istituto sull’inquinamento atmosferico del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Iia) evidenzia una significativa diminuzione di inquinanti, come il biossido di azoto, nell’aria di Roma e del Lazio nei mesi di marzo e aprile 2020. I dati sono frutto della combinazione delle osservazioni spaziali del sensore TROPOMI con le misure acquisite a terra e sono stati pubblicati su Springer Nature

Scorie nucleari, dove depositarle?

Video gennaio 2021

Sul sito www.depositonazionale.it tutte le informazioni del caso. In questo video Mario Tozzi, ricercatore dell’Istituto di geologia ambientale e geoingegneria del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Igag), illustra la problematica