Scienze del sistema Terra e tecnologie per l'ambiente

L’osservazione del sistema Terra e la comprensione dei processi fisici, chimici e biologici che regolano il nostro Pianeta sono alla base degli studi condotti dal Dipartimento scienze del sistema Terra e tecnologie per l’ambiente (Dta) ambiti sui quali è il principale riferimento per le politiche italiane ed europee. Le attività spaziano dalle ricerche sul clima e sull’atmosfera ai sistemi acquatici e terrestri, alla comprensione dell’evoluzione dell’ambiente anche attraverso l’analisi dei dati e il loro inserimento in modelli matematici. Il Dipartimento coordina il Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (Pnra) e gestisce l’infrastruttura artica ‘Stazione dirigibile Italia’ a Ny-Alesund, nell’arcipelago delle Svalbard.

Scarica la brochure - Guarda il video di presentazione del Dipartimento.

Intervista a Marco Casula del Cnr-Isp, unico italiano a Ny Alesund, zona immune dal Covid-19

Nota stampa 05/04/2020

Intervista a Marco Casula, tecnico dell’Istituto di scienze polari (Cnr-Isp) di Venezia, che si trova nella Base Dirigibile Italia del Cnr a Ny-Alesund, nell’arcipelago delle Svalbard, in Artico a circa 1000 km dal Polo Nord. Uno dei due luoghi sulla Terra, con l’Antartide, che non sono stati toccati dal Covid-19. Al momento sarà proprio il Coronavirus a decidere la data di ritorno del collega in Italia, che ha la responsabilità di portare avanti il suo lavoro e non interrompere la serie climatica di dati che l’Italia sta raccogliendo in Artico da oltre 10 anni

Destinazione Antartide. Nuova call per la spedizione italiana presso la stazione Concordia 2020-2021

News 04/03/2020

Il PNRA procede annualmente alla formazione del gruppo scientifico-tecnico-logistico per le attività da svolgere nel continente antartico: per il prossimo "winter over" si cercano un elettronico della scienza, un tecnico Ict/radio e un elettricista/elettrotecnico disposti a vivere per un anno presso la base scientifica Concordia. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per il 21 aprile 2020

Il Covid-19 riduce il global warming?

Almanacco della scienza n.5, Marzo 2020

Le mappe della Nasa mostrano la netta diminuzione del biossido di azoto sul cielo cinese. Ma questa riduzione “forzata” non può influire in modo significativo e permanente sull'andamento del riscaldamento globale. Ne abbiamo parlato con Antonello Pasini, ricercatore dell'Istituto sull'inquinamento atmosferico del Cnr

A Venezia si diventa esperti in Poli

Almanacco della scienza n. 6, marzo 2020

Aperte le iscrizioni al dottorato di ricerca in Scienze polari dell'Università Ca' Foscari, attivato in collaborazione con il Consiglio nazionale delle ricerche, l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia e gli atenei di Milano-Bicocca, Insubria e Pisa. Il corso, della durata di quattro anni e in lingua inglese, formerà esperti di cambiamenti climatici e del loro impatto sulle aree estreme del Pianeta. Le domande vanno inviate entro il 21 aprile 2020, seguendo le indicazioni del bando disponibile sul sito

Call for proposal - Aquatic Pollutants

News 01/04/2020

È aperta, con scadenza al 18 maggio 2020, la Aquatic Pollutants Joint Transnational Call 2020. L’iniziativa, coordinata per l’Italia da Arpa Sicilia, riguarda progetti di ricerca e innovazione sui rischi per la salute umana e l'ambiente causati da inquinanti e agenti patogeni presenti nelle risorse idriche. L’Ufficio programmazione e grant office del Cnr raccoglierà le adesioni

A smart multiple spatial and temporal resolution system to support precision agriculture from satellite images: proof of concept on Aglianico vineyard

News 01/04/2020

Researchers of the Cnr Institute for agriculture and forestry systems in the Mediterranean (Cnr-Isafom) proposed a multiscale approach to assess and interpret plant growth indicators in vineyard systems. They not only monitor plant growth and eco-physiology in-vivo during cultivation, but also reconstruct past eco-physiological behavior by transferring the approach of dendro-sciences, typical of the forest science domain, to viticulture

Fast premia gli studenti inventori

Almanacco n. 6, 2020

Lo scorso 9 marzo la Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche ha premiato in streaming, a seguito delle norme per l'emergenza Covid-19, i vincitori della selezione italiana del concorso europeo “I giovani e le scienze 2020”. I progetti selezionati mostrano attenzione per l'ambiente, l'inquinamento, la tecnologia legata alla disabilità e la sostenibilità. Il riconoscimento è stato assegnato tra gli altri a un'innovativa bicicletta rana-anfibia e a un Sos Robot. Tre proposte rappresenteranno l'Italia alla finale Eucys, il concorso dell'Unione europea per i giovani scienziati che si terrà a Salamanca (Spagna) dal 5 al 20 settembre 202

Cambiamenti climatici e covid-19 in un’equazione

Video Marzo 2020

Il Cnr risponde – Esiste una relazione tra clima e coronavirus? Non all’apparenza, tuttavia un collegamento c’è e lo illustra nel video Antonello Pasini, dell’Istituto sull’inquinamento atmosferico del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Iia).

Una nuova tecnologia del Cnr-Irsa per depurare le acque

Video Marzo 2020

Da un lato la realizzazione di processi con bassa produzione di fanghi, dall’altra l’eliminazione degli inquinanti organici emergenti. Sono queste le nuove sfide del Cnr-Irsa nel campo della depurazione delle acque reflue

Radon rEal time monitoring System and Proactive Indoor Remediation

Area istituzionale

The project is realized with the financial contribution of the European Union LIFE programme(LIFE16 ENV/IT/000553).The RESPIRE project will implement an intelligent ,adaptable and versatile hybrid Rn remediation systemcomposed of sensors, an Air Quality Balancer (SNAP) and an external additional fan-system (eolian and/orelectric) working on positive pressure method

Un riconoscimento per le idee under 30

Almanacco n. 6, 2020

Scade il 28 aprile 2020 “Youth in Action for Sustainable Development Goals”, il concorso dedicato a concorrenti sotto i 30 anni di età che mette in palio 15 stage retribuiti e alcuni premi speciali, tra cui 5.000 euro in formazione e un viaggio a New York per presentare il proprio progetto all'International Conference on Sustainable Developement. L'iniziativa attribuisce riconoscimenti alle migliori soluzioni innovative ad alto impatto tecnologico nel campo ambientale e socio-economico, per il raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile