Scienze del sistema Terra e tecnologie per l'ambiente

L’osservazione del sistema Terra e la comprensione dei processi fisici, chimici e biologici che regolano il nostro Pianeta sono alla base degli studi condotti dal Dipartimento scienze del sistema Terra e tecnologie per l’ambiente (Dta) ambiti sui quali è il principale riferimento per le politiche italiane ed europee. Le attività spaziano dalle ricerche sul clima e sull’atmosfera ai sistemi acquatici e terrestri, alla comprensione dell’evoluzione dell’ambiente anche attraverso l’analisi dei dati e il loro inserimento in modelli matematici. Il Dipartimento coordina il Programma Nazionale di Ricerche in Antartide (Pnra) e gestisce l’infrastruttura artica ‘Stazione dirigibile Italia’ a Ny-Alesund, nell’arcipelago delle Svalbard.

Scarica la brochure - Guarda il video di presentazione del Dipartimento.

Monitoraggio degli habitat: una prospettiva europea

Evento 28/02/2017

L'Istituto per lo studio degli ecosistemi del Cnr organizza il seminario di Emilio Padoa-Schioppa dell'Università di Milano Bicocca

La geologia marina in Italia - Secondo convegno dei geologi marini italiani

Evento dal 23/02/2017 al 24/02/2017

Il 23 ed il 24 febbraio 2017 si terrà a Roma, presso la sede centrale del Cnr, il 'Secondo convegno dei geologi marini italiani', in cui saranno presentate, sotto forma di poster digitali, le attività che vedono impegnati ricercatori delle università, degli enti di ricerca, dell’industria e di istituzioni pubbliche e private

Ortles: il ghiacciaio si muove dopo 7.000 anni

Comunicato Stampa 30/01/2017

Grazie a uno studio internazionale a cui ha partecipato l’Istituto per la dinamica dei processi ambientali del Consiglio nazionale delle ricerche (Idpa-Cnr), pubblicato su 'The Cryosphere', è stato rilevato che il ghiaccio più profondo e antico presente sul Monte Ortles (3.905 m, sulle Alpi orientali, a 37 chilometri dal luogo del ritrovamento dell’Uomo del Similaun), ha cominciato a muoversi per la prima volta dai tempi dell’Uomo del Similaun, 7.000 anni fa

Perché si spiaggiano 400 balene

Rassegna stampa 11/02/2017

Oltre 400 balene spiaggiate. Circa trecento già morte. È una vera e propria strage quella in corso sulla spiaggia di Farewell Spit, in Nuova Zelanda. Uno dei peggiori incidenti di questo tipo nella storia del Paese. Ma sulle cause che determinano lo spiaggiamento di questi animali si sa ancora pochissimo. Ed è per questo che molti lettori cercano una risposta su Google. Il giornalista del Corriere della Sera Giovanni Caprara ha intervistato Marino Vacchi, dell’Ismar, l’Istituto di scienze marine del CNR (di Giovanni Caprara, Corriere della Sera)

Vicenza:ancora veleni nella falda

Rassegna Stampa 12/02/2017

Nel 2013, in seguito a uno studio IRSA-CNR commissionato dal Ministero dell'Ambiente, vengono rilevati tassi molto alti di PFAS - composti perfluoroalchilici stabili facilmente accumulabili nell'organismo dove persistono da 2 a 9 anni - , nei bacini Agno e Fratta Gorzone. La contaminazione comprende la falda acqufera dell'Ovest vicentino, dove risiedono 250000 abitanti, fra le province di Verona, Vicenza e Padova

Antartide: il blog della campagna estiva 2016-2017

Speciale

Segui il racconto dei ricercatori che prendono parte alla Campagna estiva del Programma nazionale di ricerche in Antartide (Pnra). Tra gli obiettivi della Spedizione rientra anche la ricerca del ghiaccio più antico del pianeta con il progetto 'Beyond Epica - Oldest Ice' che mira a decifrare i processi climatici del passato per migliorare le proiezioni di quelli futuri

Polar educators international conference: 'Education Meets Science'

Evento dal Dal 11/04/2017 al 14/04/2017

Il liceo 'Fabio Filzi' di Rovereto (Trento), già coinvolto nell'estate 2016 nel progetto 'Reset' (Research and Education Svalbard Experience) realizzato in collaborazione con il Dipartimento scienze del sistema terra e tecnologie per l'ambiente (Dta) del Cnr, organizza  la terza edizione dell'International Workshop of Polar Educators (Pei)

Cnr: speciale terremoto

Speciale

Tutte le notizie, i comunicati stampa, i video e i pareri degli esperti dell'Ente, raccolti in uno speciale sugli eventi sismici che hanno devastato il Centro Italia, prima nell'alta Valle del Tronto e successivamente sul confine umbro-marchigiano

Centro per la Microzonazione Sismica e le sue applicazioni

Area Istituzionale

Agli inizi del 2015, su iniziativa del Consiglio nazionale delle ricerche - Dipartimento scienze del sistema terra e tecnologie per l'ambiente (Cnr Dta), è stato costituito il Centro per la microzonazione sismica e le sue applicazioni, CentroMS. L’accordo costitutivo del CentroMS coinvolge Dipartimenti ed Istituti Cnr, Enti di ricerca e dipartimenti universitari

Nuova tecnologia per osservare il mare in 3D

Comunicato Stampa 01/02/2017

Osservando il moto ondoso in mare aperto con occhi ‘elettronici’, in grado di ricostruirlo in 3D, scienziati dell’Università Ca’ Foscari Venezia e dell’Istituto di scienze marine del Consiglio nazionale delle ricerche (Ismar-Cnr) hanno scoperto che onde eccezionalmente alte sono più frequenti di quanto finora ipotizzato dai modelli teorici. Lo studio, pubblicato sulla rivista Journal of Physical Oceanography, è stato svolto nel Mar Adriatico, ma il risultato è di rilievo globale perché riguarda il comportamento delle onde in tutti i mari