Attività internazionale

Il Consiglio Nazionale delle Ricerche ha da sempre dedicato grande attenzione all'attività internazionale. Fondato nel 1923 proprio per rappresentare l'Italia nel Consiglio Internazionale della Ricerca (IRC), tenutosi in quell'anno a Bruxelles, il Cnr, attraverso le varie riorganizzazioni e trasformazioni avute nel corso di oltre 80 anni di vita, ha mantenuto intatta la sua caratteristica di ente di ricerca nazionale, multidisciplinare, punto di riferimento, pienamente integrato e presente nella comunità scientifica mondiale, fonte di competenze qualificate e diversificate, indispensabili alla crescita competitiva del sistema scientifico nazionale e alla messa in essere di un sistema di valutazione della ricerca italiana su parametri internazionali.

La recente riorganizzazione dell’Ente ha voluto articolare l'attività rivolta verso l'estero distinguendo, nell'ambito della Direzione Generale, l'Ufficio Relazioni Europee e Internazionali e la Struttura tecnica di particolare rilievo Relazioni Internazionali.

L'Ufficio Relazioni Europee e Internazionali cura i rapporti del Cnr con l'Unione Europea e altre organizzazioni internazionali di particolare rilevanza nel quadro europeo, anche ad interesse settoriale.
Assicura la partecipazione dell'Ente alle attività strategiche e di coordinamento svolte dal MIUR e dal MAE a livello europeo, anche attraverso il necessario raccordo con la Rappresentanza Permanente italiana presso la UE. Garantisce il collegamento con i Rappresentanti Nazionali nei Comitati di Programma e con i National Contact Point del Programma Quadro. Supporta la rete scientifica nell'accesso ai finanziamenti del Programma Quadro ed altre iniziative comunitarie, con particolare riguardo alla presentazione delle proposte, alla negoziazione e alla gestione contrattuale, e supporta la presenza dell'Ente nei programmi e nelle iniziative finalizzati alla realizzazione dello Spazio Europeo della Ricerca, promossi da altre Organizzazioni di ricerca europee (ESF, EuroHorcs, COST, Eureka, ecc.).

Attraverso Unità Operative a Genova e Napoli assicura la presenza sul territorio di competenze integrate, in supporto degli istituti del Nord e Sud d'Italia. Al fine di favorire la piena partecipazione del Cnr alla European Research Area, le Unità Operative distaccate sul territorio operano anche, in maniera specifica, per il supporto alla identificazione di politiche e strumenti cardine dello Spazio Europeo della Ricerca: Infrastrutture europee e mobilità dei ricercatori, a Genova, strategie multilaterali e opportunità di cooperazione, in chiave europea, con i Paesi Terzi, a Napoli; Iniziative di Programmazione Congiunta, a Bruxelles.

Nell'ambito delle attività relative alle Relazioni Internazionali viene finanziato e promosso lo scambio dei ricercatori per lo svolgimento di programmi di ricerca sia comuni sia a tema libero, attraverso Accordi bilaterali di cooperazione scientifica e tecnologica stipulati con enti omologhi stranieri presenti in tutti i continenti, nell'ambito di alcuni dei quali finanzia anche la realizzazione di seminari bilaterali. La Struttura favorisce la partecipazione di ricercatori italiani ad attività scientifiche presso istituzioni straniere attraverso il programma di Mobilità di breve durata (STM), e mantiene stretti rapporti di collaborazione con gli Addetti scientifici italiani presso le Rappresentanze italiane all'estero e con gli Addetti scientifici delle Ambasciate straniere presenti in Italia. Il progressivo intensificarsi dei rapporti istituzionali con il Ministero degli Affari Esteri, volto a rafforzare il ruolo della Scienza per la Diplomazia quale ulteriore strumento di politica estera, si è tradotto nella predisposizione del Programma di formazione plurisettoriale DIPLOMAzia finanziato principalmente dalla Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del MAE, per sostenere iniziative di cooperazione con i Paesi emergenti.
Oltre ad assicurare, di concerto con le strutture preposte dal Ministero degli Esteri e dal Ministero dell'Università e della Ricerca, la rappresentanza italiana nelle grandi organizzazioni internazionali e negli Organismi internazionali non governativi, gestisce le attività scientifiche derivanti dagli Accordi intergovernativi.
Partecipa alla realizzazione e alla gestione di grandi iniziative e progetti scientifici internazionali.

Informazioni a cura di: Ufficio Relazioni Europee e Internazionali

Ultimo aggiornamento: 10/06/2016