Scienze bio-agroalimentari

L’attività di ricerca e innovazione nei campi connessi all’agricoltura e alle scienze dell’alimentazione ha la sua regia strategica nel Dipartimento di scienze bio-agroalimentari (Disba).

Gli studi sono focalizzati nelle aree di biologia e biotecnologia, alimentazione e agricoltura sostenibile, con l’obiettivo di sviluppare soluzioni tecnologiche innovative e fornire, a soggetti pubblici e privati, servizi ad alto contenuto tecnologico quali caratterizzazione e conservazione di risorse genetiche animali e vegetali, certificazione e tracciabilità delle produzioni, analisi sensoriali e/o di contaminanti e allergeni degli alimenti, miglioramento genetico di specie animali e vegetali, diagnosi fitosanitarie e previsioni agrometeorologiche per l’agricoltura di precisione.

Scarica la brochure - Guarda il video di presentazione del Dipartimento.

L'estate da poco trascorsa è stata da record per le tempeste

Rassegna stamoa 28/09/2020

Gli 8 mesi che abbiamo alle spalle si classificano al secondo posto tra i più bollenti dal 1800, in base all'analisi Coldiretti su dati Cnr-Isac. Dagli stessi dati si evidenzia anche la caduta di circa il 25% di pioggia in meno nonostante il moltiplicarsi di eventi violenti. Bombe d'acqua, tornado, nubifragi e grandinate hanno colpito a macchia di leopardo devastando i raccolti, i frutteti, le serre, le coltivazioni in campo e le opere dì servizio all'agricoltura

In principio fu la Galleria Corsini

Almanacco della scienza 23/092020

La prima Galleria nazionale d'arte antica italiana nasce a Roma e si deve al principe Tommaso Corsini che nel 1883 decise di donare al Regno d'Italia la raccolta di capolavori ospitata nel Palazzo di famiglia che si affaccia su via della Lungara. L'operazione segnò un'importante svolta per le sorti del patrimonio artistico italiano, poiché spinse il giovane stato unitario a interessarsi delle numerose collezioni fidecommissarie, aprendo il dibattito sulla destinazione dei beni culturali. La quadreria Corsini è stata al centro dell'evento “Dal quadro al piatto”, organizzato dal Cnr con visite guidate e dibatti sul tema della biodiversità agroalimentare

Ricerca e innovazione nelle biotecnologie

Rassegna stampa 28/09/2020

Ricerca e innovazione nelle biotecnologie sono al centro del workshop "LEbiotec", in programma fino al 3 ottobre, organizzato dal consiglio didattico dei corsi di laurea in Biotecnologie e biotecnologie mediche e nanobiotecnologie dell'Università del Salento, dall'Istituto di Fisiologia clinica(Cnr-lfc), dall'Istituto di scienze delle produzioni alimentari (Ispa-Cnr) e dall'Istituto di Nanotecnologia (Cnr-Nanotec) del Consiglio nazionale delle ricerche e dal Center for Biomolecular Nanotechnologies delll'Istituto Italiano di Tecnologia (CBN-IIT)

Il Cnr-Ibe mappa le zone inondate della città di Niamey, in Niger

News 11/09/2020

L'Istituto per la BioEconomia (Ibe) del Cnr monitora, attraverso il progetto "ANADIA 2", le inondazioni avvenute nei mesi di agosto e settembre in Niger. A seguito della rottura di una delle dighe di protezione verificatasi il 6 settembre scorso, è stata predisposta una mappa delle zone inondate della capitale Niamey, aggiornata al 10 settembre 2020

"CheeseMine", al via la stagionatura dei formaggi nelle miniere di Dossena

Rassegna stampa 15/09/2020

È stato presentato a Dossena il progetto “CheeseMine. Percorso di sperimentazione della stagionatura dei formaggi nelle miniere di Dossena”, attraverso cui la rete dei partner – 6 aziende agricole locali, Istituto di scienze delle produzioni alimentari del Cne (Ispa), I Rais Società Cooperativa di Comunità e Università degli Studi di Milano – intende sperimentare una nuova soluzione per la stagionatura dei formaggi da attuare nelle miniere di Dossena, recentemente riaperte al pubblico a scopo turistico

III International Organic Fruit Symposium and 1st International Organic Vegetable Symposium

Evento dal 05/10/2020 al 08/10/2020

Nei giorni 5-8 ottobre 2020, presso il Polo bioscientifico del Dipartimento di agricoltura, alimentazione e ambiente, si terrà a Catania l’Ishs III International organic fruit symposium and 1st International organic vegetable symposium. L’evento, che segue quello precedentemente svoltosi nel 2012 a Leavenwoth, Washington (Usa), è organizzato dal Dipartimento di agricoltura, alimentazione e ambiente dell’Università di Catania (Di3A), con l’egida dell’International Society for Horticultural Science (Ishs).  L’evento vede il coinvolgimento nel comitato organizzatore di ricercatori del Dipartimento di scienze bio agroalimentari del Cnr, Maria Grazia Melilli e Sergio Argento

Photonics4Agrifood

Evento dal 05/10/2020 al 06/10/2020

Il workshop "Photonics4Agrifood: tecnologie fotoniche per la catena del valore dell’agroalimentare" si propone di riunire i principali attori nella catena del valore dell’innovazione nel campo della fotonica e dell’agrifood, per discutere le opportunità offerte dall’impiego dalle tecnologie fotoniche in questo settore strategico per la nuova politica dell'“European green deal”

Gli organismi geneticamente modificati e il loro inquadramento normativo

Area istituzionale

Tra le novità di Cnr Edizioni, il volume che nasce nell’ambito di un accordo di collaborazione stipulato tra il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare e il Dipartimento di scienze bio-agroalimentari del Consiglio Nazionale delle Ricerche. Fornisce una panoramica sulla normativa internazionale in materia di Organismi Geneticamente Modificati (Ogm) e dimostra come il quadro normativo venga costantemente adeguato al continuo sviluppo scientifico nel campo delle biotecnologie

Iscritte all'anagrafe nazionale varietà locali pugliesi di cereali e leguminose.

Focus 2020

Il Dip. Agricoltura, Sviluppo Rurale ed Ambientale, sez. Competitività Filiere Agroalimentari, regione Puglia, ha ufficializzato l'elenco delle varietà locali per le quali si è concluso l'iter di iscrizione al registro regionale delle "Risorse genetiche autoctone di interesse agrario, forestale e zootecnico" (DDS n. 48 del 12/02/2020). L'elenco, suscettibile di aggiunte nei mesi a venire, comprende 69 risorse genetiche vegetali e 8 animali

Questionario Consumi pesce allevato

Area istituzionale

Un gruppo composto da studenti e ricercatori dell’Università di Parma all’interno della corso di laurea in Scienze Gastronomiche e in collaborazione con il CNR ISPA di Torino e l'Università di Firenze ha sviluppato un questionario con l’obiettivo di valutare quello che pensano i consumatori italiani del pesce di allevamento. Le risposte al questionario rimarranno completamente anonime e riservate e la compilazione non dovrebbe richiedere più di 10 minuti.  Link al questionario da svolgersi tramite computer