Scienze bio-agroalimentari

L’attività di ricerca e innovazione nei campi connessi all’agricoltura e alle scienze dell’alimentazione ha la sua regia strategica nel Dipartimento di scienze bio-agroalimentari (Disba).

Gli studi sono focalizzati nelle aree di biologia e biotecnologia, alimentazione e agricoltura sostenibile, con l’obiettivo di sviluppare soluzioni tecnologiche innovative e fornire, a soggetti pubblici e privati, servizi ad alto contenuto tecnologico quali caratterizzazione e conservazione di risorse genetiche animali e vegetali, certificazione e tracciabilità delle produzioni, analisi sensoriali e/o di contaminanti e allergeni degli alimenti, miglioramento genetico di specie animali e vegetali, diagnosi fitosanitarie e previsioni agrometeorologiche per l’agricoltura di precisione.

Scarica la brochure - Guarda il video di presentazione del Dipartimento.

Al Senato la consegna del 'Guido Dorso'

News 16/10/2017

La manifestazione, alla sua 38° edizione, patrocinata da Senato della Repubblica, Cnr e Università degli studi di Napoli 'Federico II', si è svolta il 12 ottobre a Palazzo Giustiniani: tra i premiati la ricercatrice Ipsp-Cnr Maria Saponari per la sua attività di ricerca sulla Xylella fastidiosa

Clima, agricoltura, migrazioni: risultati scientifici e scenari possibili

Comunicato stampa 13/10/2017

Si è tenuto oggi, sotto l’egida del presidente del Consiglio dei ministri Paolo Gentiloni e del presidente del Cnr Massimo Inguscio, il convegno ‘Clima, agricoltura, migrazioni: risultati scientifici e scenari possibili’, organizzato presso l’Accademia dei Lincei in preparazione della Giornata mondiale dell’alimentazione del 16 ottobre. Vedi anche: l'intervento integrale del presidente

Alforlab, allo studio una colla con le cortecce di pino calabrese

News 13/10/2017

Dalla collaborazione tra l'Università di Berna e ed il laboratorio pubblico-privato Alforlab, con ente capofila il Consiglio nazionale delle ricerche – Dipartimento di scienze bio-agroalimentari (Cnr-Isafom di Rende), un lavoro sull'estrazione di tannini da cortecce di pino laricio per la creazione di adesivi naturali da impiegare nei prodotti legnosi

Così il miglio resiste alla desertificazione

Comunicato stampa 10/10/2017

Uno studio internazionale di genomica, cui ha partecipato l’Istituto di biologia e biotecnologia agraria del Cnr (Ibba-Cnr), svela come il miglio sia un cereale che può sopravvivere a temperature superiori a 42°C. Lo studio è pubblicato su Nature Biotechnology

Le baby-viti trattate con il calore più sicure contro la xylella

Rassegna stampa 13/10/2017

Nell'ambito di Agrilevante, Pierfederico La Notte, ricercatore dell'Ipsp-Cnr e responsabile scientifico del progetto 'Interventi per la conpetitività del comparto viti-vivaistico salentino', spiega che le barbatelle trattate con la 'bollitura' "ad eccesione di un ritardo di pochi giorni nel germogliamento" non subiscono altri effetti

Così coltiveremo pomodori spaziali

Rassegna stampa 11/10/2017

Una serra dove coltivare frutta e ortaggi per mantenere in salute gli astronauti. E' la mobile test facility (Mtf) per la produzione di cibo in ambiente chiuso, parte del progetto europeo 'Eden Iss', ora in viaggio verso la stazione Neumayer III in Antartide. Il progetto vede tra i partner anche il Cnr

Alga spirulina coltivata con il geotermico: la serra entra in funzione

Rassegna stampa 12/10/2017

Domani sarà inaugurata la prima serra per la coltivazione di alga spirulina con il calore geotermico. Si trova a Chiusdino, in provincia di Siena, a fianco di una delle più moderne centrali geotermiche della Toscana. Nella serra viene coltivata alga spirulina utilizzando sia il calore geotermico che la CO2 carbon free, prodotta dal processo di produzione geotermico e sostitutiva di emissioni naturali, utile nel favorire l’attività di coltura delle alghe. A curare la sperimentazione, insieme a Enel Green Power e Co.Svi.G., sono il CNR per quanto riguarda la parte di monitoraggio e la caratterizzazione delle colture e il Dipartimento di scienze produzioni agroalimentari e dell’ambiente dell’Università di Firenze 

'Phen Italy'. The first Italian Plant Phenomics Network

Video settembre 2017

The Joint Research Unit (JRU) denominated Italian Plant Phenotyping Network (PHEN-ITALY) was established in 2016 and is composed of several universities and research entities. PHEN-ITALY represents the national node of the ESFRI Project EMPHASIS-PREP (European Infrastructure for Multi-scale Plant Phenotyping And Simulation for Food and Security in Changing Climate ) whose aim is  to develop and implement  an integrated plant phenotyping infrastructure to make it available and accessible to a wider user community in Europe

Nasce l'olio novello prodotto dai semenzali

Rassegna stampa 08/10/2017

La ricerca sui semenzali per trovare le piante immuni da Xylella entra nella fase della produzione di olio. Nell’oleificio “Foresta Forte” di Giovanni Melcarne, l’imprenditore e presidente del Consorzio Dop Terra d’Otranto che sta pagando di tasca propria la sperimentazione con innesti di 270 cultivar differenti (affiancato dagli scienziati dell’Isps del Cnr di Bari), è stata aperta una fase innovativa di spremitura di olive provenienti esclusivamente dai semenzali, piante spontanee di olivo giunte a frutto, risultate immuni da Xylella fastidiosa

A Bari un accordo per lo sviluppo agro-ambientale del territorio

News 10/10/2017

Presso la Città metropolitana di Bari, è stato firmato un protocollo d’intesa tra il Consiglio nazionale delle ricerche, la Città metropolitana di Bari, l’Università degli Studi di Bari, il Politecnico di Bari ed il CIHEAM di Bari. Questo protocollo nasce dalla volontà della Città metropolitana di Bari di costruire, con il coinvolgimento di tutte le istituzioni scientifiche attive sul territorio metropolitano, delle linee di indirizzo tecnico-scientifico sullo sviluppo agro-ambientale dell’intero sistema territoriale

Il benessere animale nel settore zootecnico

Evento 27/10/2017

Il 27 ottobre 2017 presso la Fiera Internazionale del Bovino da Latte a Cremona, si terrà l'incontro 'Il benessere animale nel settore zootecnico' organizzato dal Disba-Cnr  in collaborazione con Giovani di confagricoltura-Anga, Giovani imprenditori federalimentare e Future food institute. L'iniziativa rientra nella edizione 2017/2018 del programma delle 'Filiere Intelligenti - l'Agroalimentare è smart' dopo il successo ottenuto per gli incontri di preparazione ad Expo 2015