Scienze bio-agroalimentari

L’attività di ricerca e innovazione nei campi connessi all’agricoltura e alle scienze dell’alimentazione ha la sua regia strategica nel Dipartimento di scienze bio-agroalimentari (Disba).

Gli studi sono focalizzati nelle aree di biologia e biotecnologia, alimentazione e agricoltura sostenibile, con l’obiettivo di sviluppare soluzioni tecnologiche innovative e fornire, a soggetti pubblici e privati, servizi ad alto contenuto tecnologico quali caratterizzazione e conservazione di risorse genetiche animali e vegetali, certificazione e tracciabilità delle produzioni, analisi sensoriali e/o di contaminanti e allergeni degli alimenti, miglioramento genetico di specie animali e vegetali, diagnosi fitosanitarie e previsioni agrometeorologiche per l’agricoltura di precisione.

Scarica la brochure - Guarda il video di presentazione del Dipartimento.

Prevedere la crescita delle foreste con un modello matematico

News 19/10/2021

Il vincitore del Marcus Wallenberg Prize 2020 Joseph Landsberg ha citato, nella sua lecture a Stoccolma per il premio vinto, il lavoro del Cnr che conferma l’ipotesi iniziale alla base del modello premiato

L'italiana di Yale che fa fruttare la biodiversità

Rassegna stampa 19/10/2021

La condivisione dei saperi per lo sviluppo sostenibile, anche e soprattutto in agricoltura: questo l'obiettivo di Bologna Award, il Premio Internazionale per la sostenibilità agroalimentare ideato e promosso da Caab, Centro Agroalimentare di Bologna in sinergia con Fondazione Fico. Il riconoscimento quest'anno è andato ex aequo ai ricercatori Lea Nicita, Marie Sldodowska-Curie Global Research Fellow presso la Yale University, e Alessandro Matese coordinatore dell'Istituto per la Bioeconomia del Cnr. "Le loro ricerche, entrambe focalizzate sui Paesi dell'area euro-mediterranea - spiegano le motivazioni - aprono nuove e concrete opportunità di rafforzamento della resilienza agricola di fronte al cambiamento climatico"

DivAirCity, inclusione e diversità per città più verdi

News 04/10/2021

Valorizzare la diversità umana, l’inclusione e la cooperazione per sviluppare nuove ed efficaci soluzioni per ambienti urbani più verdi e sostenibili. Questo l’obiettivo che guida il progetto DivAirCity, che vede la collaborazione di diversi partner a livello europeo, tra cui l’Istituto di ricerca sugli ecosistemi terrestri e l’Istituto sull’inquinamento atmosferico del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Iret e Cnr-Iia)

Seconda call di scouting tecnologie per il Progetto PROMO-TT

News 01/10/2021

Si apre la seconda call di scouting delle tecnologie Cnr del Progetto "PROMO-TT", dedicata alla raccolta di nuovi risultati della ricerca.  Il personale può presentare una o più schede di scouting dei propri risultati della ricerca - brevettati, brevettabili e know-how - sviluppati anche in collaborazione con soggetti terzi, sia pubblici che privati, per verificarne l’applicabilità sul mercato. La deadline è fissata al 31 ottobre 2021

Bando Cnr-Disba 2021. Premio per progetti di ricerca

Area istituzionale

È aperto un bando per il finanziamento di tre progetti di ricerca al fine di valorizzare le eccellenze scientifiche del Dipartimento di scienze bio-agroalimentari del Cnr.
Le proposte devono essere relative a studi e ricerche nell’ambito di una delle seguenti aree strategiche di competenza del Dipartimento: agricoltura, foreste e ambiente; biologia, biotecnologie e biorisorse; produzioni alimentari e alimentazione. La domanda deve essere presentata entro il 12 Novembre 2021

Tecnoverde: un progetto per le tecnologie di precisione per il monitoraggio e la valorizzazione del verde urbano

News 10/09/2021

Grazie al finanziamento della Regione Lazio, prende il via il progetto "Tecnoverde": obiettivo, individuare tecnologie geomatiche e ambientali di precisione per il monitoraggio e la valorizzazione dei servizi ecosistemici delle infrastrutture verdi urbane e peri-urbane. Il progetto è coordinato dall'Istituto per la bioeconomia (Cnr-Ibe)

Intensificazione sostenibile delle produzioni agroalimentari e forestali

Area istituzionale

La ricerca mira a definire una base solida per sostenere dal punto di vista agricolo e forestale la sicurezza alimentare attraverso la ricerca e l'innovazione. Più nello specifico, si devono individuare e sperimentare soluzioni innovative per aumentare/migliorare l'efficienza di conversione fotosintetica in biomassa e resa agricola, la tolleranza/adattamento/resilienza a stress biotici e abiotici in colture annuali e perennanti, lo sfruttamento sostenibile della biodiversità vegetale e microbica, l’adozione di sistemi resilienti di coltivazione, la diversificazione delle produzioni in aree marginali, e per avviare nuova progettazione di economie circolari su base biologica

Multifunzionalità delle produzioni agricole, zootecniche e del settore foresta‐legno

Area istituzionale

Gli obiettivi dell’area progettuale mirano dunque a valorizzare i benefici multipli non-­‐food connessi all’agricoltura, alla zootecnia e al comparto foresta-­‐legno, anche promuovendo lo sviluppo delle aree rurali e peri-­‐urbane. Le attività svolte nell’ambito dell’area progettuale intendono fornire un contributo, in termini di ricerca e innovazione, al perseguimento delle finalità stabilite nella Strategia Comunitaria sulla Bioeconomia, con particolare riguardo alla filiera legno, alla chimica verde, alle biomasse e alle bioenergie

Advances in the packaging industry - sustainability: products and processes (API2021) (Virtual Edition)

Evento dall'11/11/2021 al 12/11/2021

Si terrà in modalità virtuale la terza edizione del congresso internazionale 'Advances in the packaging industry - sustainability: products and processes' (API2021).
Organizzato da Gliflex, l’associazione che raggruppa i produttori italiani di imballaggi flessibili stampati in rotocalco e in flessografia, e dal Centro regionale di competenza tecnologie (Crdc tecnologie Scarl), API2021 ha, tra i membri del comitato scientifico, due ricercatrici Cnr, Giovanna Giuliana Buonocore (Istituto per i polimeri, compositi e biomateriali - Ipcb) e Valeria Di Sarli (Istituto di scienze e tecnologie per l'energia e la mobilità sostenibili - Stems)