Scienze bio-agroalimentari

L’attività di ricerca e innovazione nei campi connessi all’agricoltura e alle scienze dell’alimentazione ha la sua regia strategica nel Dipartimento di scienze bio-agroalimentari (Disba).

Gli studi sono focalizzati nelle aree di biologia e biotecnologia, alimentazione e agricoltura sostenibile, con l’obiettivo di sviluppare soluzioni tecnologiche innovative e fornire, a soggetti pubblici e privati, servizi ad alto contenuto tecnologico quali caratterizzazione e conservazione di risorse genetiche animali e vegetali, certificazione e tracciabilità delle produzioni, analisi sensoriali e/o di contaminanti e allergeni degli alimenti, miglioramento genetico di specie animali e vegetali, diagnosi fitosanitarie e previsioni agrometeorologiche per l’agricoltura di precisione.

Scarica la brochure - Guarda il video di presentazione del Dipartimento.

Ortaggi con calcio e silicio ricerca riuscita ai campi sperimentali Cnr

Rassegna stampa 21/02/2018

Produrre verdure e ortaggi ricche di calcio e silicio, fondamentali per l'organismo soprattutto della persona anziana, da oggi è possibile.  Lo rivela una ricerca scientifica svolta nei campi sperimentali del Cnr dell'azianda sperimentale 'La Nora' di Mola. La ricerca svolta da Massimiliano D'Imperio, ricercatore presso l'Ispa-Cnr, ha ottenuto un prestigioso riconoscimento da parte dell'Associazione italiana delle società scientifiche agrarie

Da Alforlab una ricerca sull'uso del legno in architettura e nelle sistemazioni ambientali

News 15/02/2018

Nell’ambito delle attività del laboratorio pubblico-privato Alforlab, che vede come ente capofila il Disba-Cnr ed ha come obiettivo strategico lo sviluppo e l'integrazione di tecnologie innovative per la valorizzazione delle risorse ambientali e forestali della regione Calabria, è stata pubblicata un ricerca dal titolo 'L’uso innovativo del legno nell’architettura e nelle sistemazioni del paesaggio'. Il volume si può scaricare dalla sezione pubblicazioni del sito www.alforlab.it

Il progetto GoJelly nelle parole della ricercatrice Cnr Antonella Leone

News 15/02/2018

La ricercatrice dell’Istituto di scienze delle produzioni alimentari (Ispa-Cnr) Antonella Leone, membro del partenariato che porta avanti il progetto 'Go Jelly' parla approfonditamente dell'iniziativa, finanziata dall’Unione Europea nell’ambito del Programma Horizon 2020 con un budget di sei milioni di euro per un periodo della durata di quattro anni.  Coordinato da Geomar Helmholtz Center for Ocean Research di Kiel e con un consorzio di quindici istituzioni scientifiche e aziende provenienti da otto Paesi, il progetto ha l’ambizione di stravolgere la percezione negativa comune sulle meduse, proponendosi di trasformarle in una preziosa risorsa per la produzione di filtri per microplastiche, fertilizzanti, mangimi e alimenti

La ricerca non dice solo che il mais è sicuro. Dice anche che è il migliore

Rassegna stampa 21/02/2018

Roberto Defez, ricercatore dell'Istituto di Bioscienze e Biorisorse del Cnr, in un articolo sul quotidiano 'Il Foglio' affronta il tema degli ogm e in particolare del mais. Una recente analisi della Scuola S. Anna di Pisa dice che il mais ogm è più sicuro per la salute umana, più redditizio per gli agricoltori e più rispettoso per l'ambiente 

I molteplici utilizzi della canapa

Rassegna stampa 15/02/2018

Dai tessuti all’alimentazione dalla cosmetica all’edilizia. Sono i molteplici settori in cui viene usata la canapa. Con la cellulosa ottenuta dalla canapa si può produrre una carta particolarmente resistente, con impatto ambientale nettamente inferiore rispetto alla produzione con alberi. Uno dei progetti di ricerca più completi è ‘Vegetali Lino Canapa’ (Velica) nato dalla cooperazione di quattro istituti Cnr (Ibba-Cnr, Ismac-Cnr, Istm-Cnr e Icrm-Cnr) e dell’Italian Biocatalysis Center (Ibc) e finanziato da Regione Lombardia

Dove si coltivano le biotecnologie in Italia

Evento dal 21/02/2018 al 22/02/2018

In piena economia circolare si sta affacciando con grandi potenzialità anche nel nostro Paese un settore che ha le carte in regola per rivoluzionare la vecchia industria, rendendola ecocompatibile: è quello legato alle biotecnologie ambientali. Al comparto delle biotecnologie ambientali 'Edizioni Green Planner' dedicano due appuntamenti che si terranno il 21 e 22 febbraio a Milano

Che bello il bio!

Almanacco della scienza febbraio 2018

Parole come biologico e km zero sono sempre più usate nel settore alimentare e, in generale, nella vita quotidiana. L'uso di questi termini riflette una moda o indica una scelta consapevole? Abbiamo preso in considerazione il tema con Silvia Caravita dell'Istituto di ricerca sulle popolazioni e politiche sociali, Francesco Loreto, direttore Disba-Cnr, e Antonio Coviello dell'Irat-cnr

un progetto ‘green’ per l’industria conciaria

Video gennaio 2018

Il progetto Lifetan, che vede la partecipazione dell’ Istituto di chimica dei composti organometallici del Cnr (Iccom-Cnr)  di Pisa, prevede lo sviluppo di tecniche innovative nelle varie fasi di lavorazione, dalla macerazione allo sgrassaggio, dalla tintura alla concia, mediante la sostituzione di prodotti chimici e tossici con prodotti naturali e biodegradabili, garantendo maggiore sicurezza e vantaggi ambientali.

Il benessere tra ricerca e composti bioattivi

Rassegna stampa 13/02/2018

I composti bioattivi sono definiti nutraceutici, termine che riflette la loro presenza nella dieta e la loro attività biologica. L’azione benefica di queste sostanze risiede nelle numerose attività da esse svolte, tra cui, ad esempio, le attività antiossidante e anti infiammatoria. L’Istituto per la tecnologia delle membrane (Itm-Cnr) di Rende è impegnato da tempo nella ricerca sui composti bioattivi attraverso l’impiego di processi di separazione a membrana, purificazione e concentrazione di questi composti. La direttrice Lidietta Giorno ne parla a ‘Il quotidiano del sud’

Questionario sulla percezione delle meduse come possibile fonte alimentare

Area istituzionale

Il questionario è proposto in collaborazione fra l'Istituto di scienze delle produzioni alimentari (Ispa-Cnr) e l'Università di Scienze gastronomiche (UNISG) di Pollenzo nell’ambito del progetto Europeo GoJelly. L'Ispa-Cnr ha il compito di studiare nuovi processi di trasformazione alimentare fino alla produzione di un prototipo, anche in collaborazione con un'azienda alimentare, e valutare le proprietà nutraceutiche di alcune specie di meduse. Per partecipare al questionario, in modo anonimo, si può seguire il link: Questionario

Manuale 'L’importanza di una corretta alimentazione sul luogo di lavoro'

Area istituzionale

Il volume, di carattere divulgativo, raccoglie i contributi del Convegno su 'L’importanza di una corretta alimentazione sul luogo di lavoro' tenutosi il 4 novembre 2016 presso la sede centrale del Cnr. L’evento organizzato dal Dipartimento di Scienze Bio-agroalimentari e dal Servizio di prevenzione e protezione del Cnr ha voluto avviare una riflessione sulle abitudini alimentari sul luogo di lavoro e fornire quindi tutti gli strumenti necessari per osservare un corretto stile di vita che vede l’alimentazione come elemento centrale anche durante la giornata lavorativa. Download del libro

Integrated preventive actions to avoid mycotoxins in malting and brewing

Evento dal 23/05/2018 al 24/05/2018

It is our pleasure to invite you to the first MycoKey Technological Workshop to be held in Helsinki, Finland on May 23-24, 2018, and which will be hosted by VTT Technical Research Centre of Finland Ltd. The theme of the event is "Integrated preventive actions to avoid mycotoxins in malting and brewing". Contamination of cereals by various toxigenic fungi is a serious global concern. The Food and Agriculture Organization of the United Nations (FAO) has estimated that 25% of the world's crops are affected by mycotoxins each year and the estimated annual losses extend to billions of dollars.