Scienze fisiche e tecnologie della materia

Il coordinamento dell’area fisico-materia fa capo al Dipartimento scienze fisiche e tecnologie della materia (Dsftm). Le principali tematiche di ricerca sono lo sviluppo di nanostrutture basate su semiconduttori, ossidi, materiali organici e magnetici, superconduttori e ibridi, sistemi laser e fotonici, sensori e dispositivi con applicazioni in microelettronica, energia, health care e Ict; strumentazione avanzata e nuove metodologie di indagine per estendere la frontiera della conoscenza nella scienza della materia soffice condensata, dei materiali complessi e dei sistemi biologici a tutti i livelli di scala.

Nel campo delle scienze e tecnologie quantistiche, un ruolo di primo piano rivestono le tecnologie nell’ambito della manipolazione e del trasferimento dell’informazione, con l’obiettivo ultimo di contribuire alla realizzazione di dispositivi di elaborazione dell’informazione dalle caratteristiche ineguagliabili rispetto ai sistemi classici.

Scarica la brochure - Guarda il video di presentazione del Dipartimento.

"Il recovery fund e la sfida dei quanti"

Intervento del presidente 19/10/2020

Sul quotidiano "La Stampa", il presidente del Cnr Massimo Inguscio ricorda le enormi potenzialità delle tecnologie quantistiche, in cui l'Italia - con il Cnr e altre istituzioni - è in prima linea, con la recente creazione della prima infrastruttura quantistica che garantisce crittografia e privacy in settori essenziali, dalle transazioni finanziarie al trasferimento dei dati medici

Nanotecnologie: da un progetto congiunto Italia-Giappone un nanoattuatore che si attiva con il calore

News 14/10/2020

Ricercatori di Cnr-Spin in collaborazione con l’Università degli Studi di Genova e l’Istituto di Ricerca Scientifica e Industriale dell’Università di Osaka hanno presentato un prototipo di nanoattuatore planare attivato termicamente. Il risultato, pubblicato sulla rivista Nano Letters, consente di pensare alla realizzazione di sistemi micro e nanomeccanici più complessi dove sono richiesti grandi valori di spostamento e forza applicata

Nuove potenzialità della "materia attiva"

Comunicato stampa 09/10/2020

Uno studio dell'Istituto per le applicazioni del calcolo del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Iac), le Università di Bari ed Edimburgo, e l'Istituto italiano di tecnologia, ha osservato le proprietà morfologiche e viscose di una emulsione, contenente due fluidi di cui uno attivo (autopropulso), sotto l'azione di un flusso con profilo lineare. Lo studio mostra che, in opportune condizioni, il flusso imposto e l'attività del fluido favoriscono la formazione di un canale soffice in cui il fluido passivo scorre fra due strati di materiale attivo. I risultati, pubblicati sulla rivista Scientific Reports, aprono la strada a studi sperimentali di emulsioni attive con nuove proprietà meccaniche dalle notevoli possibilità applicative

5DNanoPrinting, progetto per la realizzazione di nano e micro dispositivi, ottiene un finanziamento UE di 3.5 milioni di euro

News 13/10/2020

Il Cnr è partner del progetto che mira a creare una metodologia innovativa per la realizzazione di micro (nano) macchine e componenti per diverse applicazioni all'avanguardia in campi come l'elettronica di consumo, l'automotive e il biomedicale. 5dNanoPrinting ha ricevuto un budget di 3,58 milioni di euro nell'ambito del programma aperto FET Horizon 2020 dell'UE

Il Cnr protagonista del TEDXVarese Countdown

News 09/10/2020

E' Pietro Ferraro, dirigente di ricerca dell'Istituto di scienze applicate e sistemi intelligenti (Isasi) del Cnr di Napoli, uno dei protagonisti del TEDxVarese Countodwn, lungometraggio promosso dalla nota iniziativa non profit per sensibilizzare i cittadini sul tema del cambiamento climatico visto attraverso gli occhi di cinque autorevoli scienziati

La settimana dei Nobel

News 07/10/2020

Il Nobel per la fisica che vede come protagonisti i buchi neri è stato conferito a Roger Penrose, Reinhard Genzel e Andrea Ghez. Luciano Anselmo, fisico dell'Istituto di scienza e tecnologie dell’informazione (Isti) del Cnr di Pisa e direttore Space Flight Dynamics Laboratory così commenta: “Penrose è una figura mitica nel campo della fisica e della matematica, ha investigato le conseguenze della relatività generale" e continua "Reinhard Genzel e Andrea Ghez sono stati premiati per aver fatto una scoperta osservando il moto delle stelle al centro della nostra galassia"

Andrea Cavagna (Cnr-Isc) premiato dall'American Physical Society

News 07/10/2020

Il ricercatore dell'Istituto sistemi complessi del Cnr di Roma è stato selezionato per il "Max Delbruck Prize" 2021 dell'American Physical Society. La prestigiosa istituzione ha riconosciuto, in particolare, l'importante lavoro di osservazione e studio dei fenomeni di comportamento collettivo biologico, e degli aspetti di fisica statistica che vi sottendono 

Una “colla” composta di fotoni, per tenere insieme la materia

Comunicato stampa 05/10/2020

Una nuova ricerca svolta con la collaborazione degli istituti Officina dei materiali, Nazionale di ottica e di Fotonica e nanotecnologie del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Iom, Cnr-Ino e Cnr-Ifn), ha mostrato che è possibile tenere insieme particelle con carica negativa, che di solito si respingono. Lo studio sulla Photon Bound Exciton, pubblicato su Nature Physics, apre inedite opportunità per la creazione di materiali innovativi da usare nello sviluppo di nuove tecnologie

Cnr e American Institute of Physics siglano un accordo Read&Publish

News 30/09/2020

AIP Publishing, editore scientifico leader nel settore delle scienze fisiche, senza scopo di lucro, è lieta di annunciare un accordo Read&Publish con il Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr, il più grande ente di ricerca pubblico italiano. Tutti i ricercatori degli istituti affiliati al Cnr, in tutta Italia, avranno accesso ai contenuti delle riviste pubblicate da AIP Publishing (comprese quelle pubblicate per conto dei partner di AIP) a partire dai primi numeri fino alla fine del 2020

URSI Young Scientist Best Paper Award (scadenza estesa al 7 Ottobre 2020)

News 01/10/2020

E’ indetto lo “Young scientist best paper award”, intitolato al prof. Roberto Sorrentino per giovani scienziati su argomenti appartenenti a tutte le commissioni URSI (Union Radio Scientifique Internationale)