Scienze fisiche e tecnologie della materia

Il coordinamento dell’area fisico-materia fa capo al Dipartimento scienze fisiche e tecnologie della materia (Dsftm). Le principali tematiche di ricerca sono lo sviluppo di nanostrutture basate su semiconduttori, ossidi, materiali organici e magnetici, superconduttori e ibridi, sistemi laser e fotonici, sensori e dispositivi con applicazioni in microelettronica, energia, health care e Ict; strumentazione avanzata e nuove metodologie di indagine per estendere la frontiera della conoscenza nella scienza della materia soffice condensata, dei materiali complessi e dei sistemi biologici a tutti i livelli di scala.

Nel campo delle scienze e tecnologie quantistiche, un ruolo di primo piano rivestono le tecnologie nell’ambito della manipolazione e del trasferimento dell’informazione, con l’obiettivo ultimo di contribuire alla realizzazione di dispositivi di elaborazione dell’informazione dalle caratteristiche ineguagliabili rispetto ai sistemi classici.

Scarica la brochure - Guarda il video di presentazione del Dipartimento.

Dal Coronavirus alle batterie, nuovi super microscopi per indagare il cuore della materia

Rassegna stampa 05/01/2021

La struttura dell'Ersf a Grenoble ora lavora con la più potente sorgente di raggi X al mondo. Tecnologia che ha padri italiani e ha già prodotto studi sul un polmone danneggiato dal Sars-cov-2. Energia green, analisi su beni culturali e archeologici, dispositivi quantistici all'orizzonte della ricerca, che ha aperto la strada alla quarta generazione di sincrotroni in tutto il mondo

Nitruri 2D per una microelettronica super efficiente

Comunicato stampa 08/01/2021

La scoperta di nuove forme bidimensionali dei nitruri apre nuove prospettive per l’elettronica ultra-veloce e ad alta efficienza energetica. Uno studio pionieristico dell’Istituto per la microelettronica e microsistemi del Cnr di Catania pubblicato su Advanced Materials

Ciclo di incontri "Giovediscienza"

Evento dal 26/11/2020 al 04/03/2021

Dalla prima edizione nel 1986, la rassegna di incontri "Giovediscienza" ha fatto la storia della divulgazione scientifica, grazie alla conduzione di Piero Bianucci e ai grandi personaggi che hanno contribuito a rendere grande il format: Tullio Regge, Piero Angela, Amalia Ercoli Finzi, Margherita Hack, Piergiorgio Odifreddi, Franco Malerba, Renato Dulbecco, Ilya Pringogine, solo per citarne alcuni. Oggi la manifestazione giunge alla sua trentacinquesima edizione e si trasferisce interamente online: novità di quest'anno è la collaborazione con Taxi1729

Progetti di Ricerca @Cnr: prorogata la scadenza

News 08/01/2021

A seguito della rimodulazione della soglia minima prevista per i progetti, decisa nel Consiglio di Amministrazione dello scorso 23 dicembre, è prorogato al 26 gennaio 2021 il termine per la presentazione delle domande. Il bando nasce con l'obiettivo di fornire nuove opportunità di crescita alla comunità scientifica dell'Ente

“Flash”, nuova frontiera contro i tumori

Comunicato stampa 22/12/2020

Un team di ricercatori dell’Istituto nazionale di ottica (Ino) del Cnr in collaborazione con l’Istituto di fisiologia clinica e l’Azienda ospedaliera pisana ha dimostrato in laboratorio la possibilità di somministrare radiazioni ionizzanti in profondità e in tempi brevissimi, condizione necessaria per una futura terapia antitumorale. Lo studio è pubblicato su Scientific Reports

Quanto "invecchiano" i materiali nello spazio?

News 22/12/2020

Un progetto del Cnr-Imem di Parma - condotto in collaborazione con due atenei portoghesi, l'Inaf di Bologna e l'Università di Ferrara-  intende studiare la resistenza di materiali e dispositivi per astronomia a raggi Gamma nello spazio. La conoscenza dei potenziali effetti dell'ambiente di radiazione nello spazio su tali materiali è, infatti, fondamentale per progettare una missione spaziale di astrofisica ad alta energia

Si può controllare il caos?

Comunicato stampa 18/12/2020

Ricercatori dell’Istituto dei sistemi complessi del Cnr e della Universidad Carlos III di Madrid hanno dimostrato come reti caratterizzate da una dinamica caotica possano essere indirizzate a raggiungere un comportamento, purché compatibile con la dinamica spontanea del sistema. Il lavoro è pubblicato su Scientific Reports

Metodi teorici accurati rivelano come i fotoni possono modificare le proprietà delle molecole

News 07/12/2020

Un team internazionale di ricercatori – per l’Italia della Scuola Normale Superiore (Sns) e dell’Istituto per i processi chimico-fisici  (Cnr-Ipcf) - ha dimostrato che all’interno di cavità ottiche le proprietà delle molecole possono essere fortemente modificate dall’interazione con campi elettromagnetici quantizzati. Il lavoro è stato pubblicato sulla rivista Physical Review X

Gli occhi del Sommo sul cosmo

Almanacco della scienza 02/12/2020

L'Inferno si chiude con la celebre visione del cielo stellato: “E quindi uscimmo a riveder le stelle”. Ma è nel Paradiso che Dante svela la sua visione cosmologica, tra fantasia e osservazione scientifica. Abbiamo chiesto di spiegarla a due studiose dell'Istituto di fotonica e nanotecnologie del Cnr: Alessandra Slemer e Chiara Casini

Ecco i nanomateriali "termici" che si programmano con la luce

News 01/12/2020

Messi a punto da ricercatori dell'Università di Pisa e dell'Istituto nanocienze del Cnr dei nanomateriali con proprietà termiche programmabili per via ottica: permetteranno di progettare etichette intelligenti per monitorare le temperature di conservazione di alimenti, farmaci e vaccini. Lo studio pubblicato su Nature Communications