Scienze fisiche e tecnologie della materia

Il coordinamento dell’area fisico-materia fa capo al Dipartimento scienze fisiche e tecnologie della materia (Dsftm). Le principali tematiche di ricerca sono lo sviluppo di nanostrutture basate su semiconduttori, ossidi, materiali organici e magnetici, superconduttori e ibridi, sistemi laser e fotonici, sensori e dispositivi con applicazioni in microelettronica, energia, health care e Ict; strumentazione avanzata e nuove metodologie di indagine per estendere la frontiera della conoscenza nella scienza della materia soffice condensata, dei materiali complessi e dei sistemi biologici a tutti i livelli di scala.

Nel campo delle scienze e tecnologie quantistiche, un ruolo di primo piano rivestono le tecnologie nell’ambito della manipolazione e del trasferimento dell’informazione, con l’obiettivo ultimo di contribuire alla realizzazione di dispositivi di elaborazione dell’informazione dalle caratteristiche ineguagliabili rispetto ai sistemi classici.

Scarica la brochure - Guarda il video di presentazione del Dipartimento.

Fusione, un'energia stellare

Almanacco della Scienza Cnr 03/08/2022

È iniziata la progettazione di Demo, il reattore dimostrativo a fusione su cui l’Europa intende puntare nei prossimi decenni per produrre energia su larga scala, sicura e nel rispetto dell’ambiente: sul web magazine dell'Uffcio stampa, il commento di Daniela Farina, direttrice dell’Istituto per la scienza e tecnologia dei plasmi (Cnr-Istp) 

Corso su Trasferimento delle tecnologie matematiche per l'innovazione

Evento dal 29/08/2022

Lo Sportello matematico per l’innovazione e le imprese organizza la quarta edizione del corso destinato a formare la figura del "traduttore tecnologico", in grado di facilitare la comunicazione e promuovere collaborazioni tra imprese e centri di ricerca facilitando l’incontro tra i bisogni tecnologici delle PMI e le competenze nelle scienze e tecnologie matematiche disponibili nel sistema della ricerca pubblica e privata

Chi ha spento la luce?

Almanacco della Scienza Cnr 03/08/2022

La stella più importante del nostro sistema planetario cambierà il suo stato e quello dei corpi celesti che le gravitano attorno: tra circa cinque miliardi di anni, secomdo le stime degli esperti, il Sole dovrebbe esaurire l’idrogeno racchiuso al suo interno e, venendo meno queste reazioni, inizierà a collassare. Alessandro Rossi dell’Istituto di fisica applicata (Ifac) del Cnr illustra quale scenario si potrà verificare in un futuro assai remoto

Il fisico filosofo

Almanacco della Scienza Cnr 03/08/2022

Sull'ultimo numero del web magazine dell'Ufficio stampa, la recensione del volume “Einstein secondo Einstein” (Hoepli), in cui Hanoch Gutfreund, professore emerito di fisica teorica all’Università Ebraica di Gerusalemme, e Jürgen Renn, direttore presso l’Istituto Max Planck per la storia della scienza,  esplorano il percorso intellettuale del fisico dall’infanzia ai suoi ultimi anni

Comunicazione quantistica: sottoscritta una convenzione quadro tra Autorità di sistema portuale, Sissa, Università di Trieste, Area Science Park e Cnr

News 15/07/2022

Il Cnr è tra i promotori e firmatari di un accordo innovativo, unico in Italia, in tema di comunicazione quantistica applicata al settore della logistica e dei trasporti. L'accordo è stato siglato nel capoluogo giuliano assieme a Porto di Trieste, Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA), Università degli Studi di Trieste e Area di Ricerca Scientifica e Tecnologica di Trieste – Area Science Park

"L'Oréal-Unesco "For Women in Science": premiata una ricercatrice Cnr-Ino"

Nota stampa 23/06/2022

Premiata a Parigi Natalia Bruno, ricercatrice dell’Istituto nazionale di ottica del Consiglio nazionale delle ricerche, come una delle 15 scienziate più promettenti (International Rising Talents) nell'ambito dell’iniziativa L'Oréal-UNESCO For Women in Science International Awards 2022. Natalia Bruno viene premiata per i suoi studi in ottica quantistica

Erc "Proof of Concept" a Miriam Serena Vitiello di Cnr-Nano

News 24/05/2022

Miriam Serena Vitiello, dirigente di ricerca dell'Istituto nanoscienze (In) del Cnr è tra i vincitori dei finanziamenti "Proof of concepts" assegnati oggi dall'European Research Council (Erc) per esplorare il potenziale commerciale della sua ricerca di frontiera. STAR è il nome del progetto coordinato dalla ricercatrice, destinatario di un grant di 150.000 euro

Ridurre la complessità del genoma umano mediante i frattali

Comunicato stampa 23/05/2022

Un nuovo strumento per affrontare questa sfida arriva dalla matematica, in particolare dalla geometria frattale, che permette di caratterizzare le variazioni individuali di tutte le popolazioni mondiali. Questo è il risultato dello studio multicentrico realizzato dal Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Irib, Cnr-Istc, Cnr-Iasi) e dall’Università di Padova, pubblicato su International Journal of Neural System