Scienze fisiche e tecnologie della materia

Il coordinamento dell’area fisico-materia fa capo al Dipartimento scienze fisiche e tecnologie della materia (Dsftm). Le principali tematiche di ricerca sono lo sviluppo di nanostrutture basate su semiconduttori, ossidi, materiali organici e magnetici, superconduttori e ibridi, sistemi laser e fotonici, sensori e dispositivi con applicazioni in microelettronica, energia, health care e Ict; strumentazione avanzata e nuove metodologie di indagine per estendere la frontiera della conoscenza nella scienza della materia soffice condensata, dei materiali complessi e dei sistemi biologici a tutti i livelli di scala.

Nel campo delle scienze e tecnologie quantistiche, un ruolo di primo piano rivestono le tecnologie nell’ambito della manipolazione e del trasferimento dell’informazione, con l’obiettivo ultimo di contribuire alla realizzazione di dispositivi di elaborazione dell’informazione dalle caratteristiche ineguagliabili rispetto ai sistemi classici.

Scarica la brochure - Guarda il video di presentazione del Dipartimento.

Elementare, Mendeleev! Un workshop per le scuole al Cnr di Pisa

News 23/10/2019

Il convegno, che si è svolto venerdì 18 ottobre 2019 presso l’auditorium dell’Area della Ricerca Cnr a Pisa, è il risultato finale del progetto di Pcto (ex Alternanza scuola-lavoro) svolto dagli studenti presso la sede secondaria di Pisa dell’Istituto nazionale di ottica del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Ino),  in collaborazione con l’Istituto di informatica e telematica (Cnr-Iit) e la partecipazione di altri istituti del Cnr e, in particolare, del Cnr-Dsctm

A Genova scienza per tutti

Comunicato stampa 23/10/2019

Si apre il diciassettesimo Festival della Scienza. Il Consiglio nazionale delle ricerche partecipa con una ricca offerta di eventi e, con 'La scienza si fa bella', celebra vent’anni di exhibit interattivi per il grande pubblico

Visionary Days 2019

Evento 23/11/2019

I giovani visionari italiani under 35 si incontrano a Torino e Genova il 23 novembre nel primo evento connesso in Europa. Un format generazionale per scrivere insieme il futuro. Nella terza edizione di Visionary Days, 1500 giovani visionari italiani under 35 si confronteranno in una giornata di brainstorming collettivo per rispondere alla domanda: 'quali forme per il prossimo pianeta?

Delegazione Celac visita le infrastrutture del Cnr

News 16/10/2019

Per l'Italia è stato il Cnr ad ospitare le delegazioni dei paesi LAC (America Latina e dei Caraibi) nell'ambito delle study visits alle Infrastrutture di ricerca europee finanziate dall'UE. Il settore scientifico identificato per lo scambio di conoscenze ed esperienze è stato quello delle nanoscienze e nanotecnologie

'Connettiamo persone & idee', Mister Smart Innovation festeggia i suoi primi 10 anni di attività

Evento 07/11/2019

Mister Smart Innovation festeggia i suoi primi 10 anni di attività e vi invita a partecipare all’evento 'Connettiamo persone & idee', in programma il 7 novembre 2019 presso l'Area della Ricerca Cnr di Bologna. Dal 2009 Mister, laboratorio di ricerca industriale del Tecnopolo Bologna Cnr, connette persone & idee per favorire lo sviluppo tecnologico del sistema imprenditoriale. Mister è riconosciuto dalla Commissione europea come best practice per la promozione e la governance di ecosistemi ricerca-innovazione che sono uno degli obiettivi strategici di Horizon

Antigone Marino del Cnr-Isasi nel Consiglio direttivo della Società italiana di fisica

News 10/10/2019

Si sono da poco concluse le elezioni 2019 per le cariche sociali del triennio 2020-2022 della Società italiana di fisica (SIF).
La proclamazione degli eletti si è tenuta in chiusura del 105° Congresso nazionale a L’Aquila il 27 settembre. Antigone Marino, ricercatrice presso l'Istituto di scienze applicate e sistemi intelligenti (Isasi) del Cnr, è risultata la prima eletta nel Consiglio direttivo della prestigiosa Società

Premi Nobel, i commenti degli esperti Cnr

Rassegna stampa 08/10/2019

I ricercatori Luciano Anselmo (Isti-Cnr), Alberto Ferri (Ift-Cnr) e Alessandro Giuffré (Ibpm-Cnr) commentano la recente assegnazione dei premi Nobel per la fisica e per la medicina e la fisiologia, rispettivamente assegnati a James Peebles, Michel Mayor e Didier Queloz, e a William G. Kaelin Jr, Sir Peter J. Ratcliffe e Gregg L. Semenza. Vedi anche: il servizio al Giornale Radio Rai

Papiri carbonizzati tornano leggibili

Comunicato stampa 09/10/2019

Un team internazionale di ricerca guidato dal Cnr-Iliesi, attraverso l’hyperspectral imaging, nuova tecnologia non invasiva, ha svelato i testi scritti sul verso della Storia dell’Accademia di Filodemo, uno dei papiri di Ercolano carbonizzati durante l’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. Il risultato, pubblicato in Science Advances, apre un importante scenario sullo studio dei celebri rotoli

Capire come le piante carnivore catturano la preda aiuta a sviluppare nuovi materiali

News 07/10/2019

Un team internazionale di ricercatori, coordinato dall’Università di Milano, col coinvolgimento del Cnr-Icmate, ha studiato come la foglia della pianta carnivora, Drosera capensis, sia in grado di piegarsi quando viene stimolata, per esempio con una goccia di latte. L’approccio interdisciplinare, ha combinato studi di biofisica con la microscopia strutturale della foglia, l’analisi quantitativa di fattori - come l’auxina coinvolti nella crescita delle cellule - e simulazioni al computer, che hanno consentito la realizzazione di un metamateriale che racchiude tutte le proprietà biologiche osservate nella pianta

Prima osservazione dello spin-Hall quantistico: come veicolare la luce

Comunicato stampa 04/10/2019

Amplificare e rendere macroscopico un fenomeno fondamentale della luce, il momento angolare intrinseco dei fotoni trasversale rispetto al flusso che ne determina il verso specifico. Questo l’obiettivo raggiunto da una ricerca in collaborazione tra l’Istituto per la microelettronica e i microsistemi e l’Istituto di biochimica e biologia cellulare e del Cnr e Molecular Foundry di Berkeley, grazie a un innovativo dispositivo. Lo studio, pubblicato sulla rivista Optica, apre prospettive dalla medicina all’elettronica, dove le tecnologie che sfruttano i fotoni, grazie alla loro maggiore capacità ed efficienza, potrebbero sostituire i dispositivi elettronici