Scienze fisiche e tecnologie della materia

Il coordinamento dell’area fisico-materia fa capo al Dipartimento scienze fisiche e tecnologie della materia (Dsftm). Le principali tematiche di ricerca sono lo sviluppo di nanostrutture basate su semiconduttori, ossidi, materiali organici e magnetici, superconduttori e ibridi, sistemi laser e fotonici, sensori e dispositivi con applicazioni in microelettronica, energia, health care e Ict; strumentazione avanzata e nuove metodologie di indagine per estendere la frontiera della conoscenza nella scienza della materia soffice condensata, dei materiali complessi e dei sistemi biologici a tutti i livelli di scala.

Nel campo delle scienze e tecnologie quantistiche, un ruolo di primo piano rivestono le tecnologie nell’ambito della manipolazione e del trasferimento dell’informazione, con l’obiettivo ultimo di contribuire alla realizzazione di dispositivi di elaborazione dell’informazione dalle caratteristiche ineguagliabili rispetto ai sistemi classici.

Scarica la brochure - Guarda il video di presentazione del Dipartimento.

Fluidi quantistici di luce

Comunicato stampa 09/08/2019

Ricercatori Cnr-Nanotec hanno dimostrato che è possibile realizzare una giunzione Josephson in superfluidi quantistici di polaritoni. Analogamente a ciò che avviene tra superconduttori separati da un isolante, è stata osservata, per la prima volta in fluidi di luce interagente, una giunzione Josephson artificiale, dovuta alla differenza di fase fra due fluidi quantistici. Lo studio, è stato condotto in collaborazione con l'Istituto di fisica dell'Accademia polacca delle scienze ed è pubblicato su Nature Photonics

Water droplet encased by polymer membrane

Rassegna stampa 09/08/2019

Encapsulation of micro-objects with a polymeric membrane is desired in many applications such as pharmaceutics and microelectronics. This is currently achieved through three-dimensional (3D) printing, lithography, or microfluidics. These are demanding techniques. For example, microfluidics requires oil–water interfaces that may not be compatible with the chemistry of a drug. The research teams are proposing an unusual and very efficient alternative, using polymer solutions. The “quick liquid packaging” method they developed was published in Science Advances. The approach stands out for its simplicity. It relies on surface tension and the need for two non-miscible solutions to minimize their interfacial energy

Stati eccitati della materia, simularli sarà più semplice

News 08/08/2019

Lo studio della materia grazie supercalcolo e simulazioni consente risparmi enormi nei tempi e costi di scoperta di materiali innovativi. Una ricerca condotta da Stefano Pittalis dell'Istituto nanoscienze del Cnr e Tim Gould della Griffith University, rende più facile condurre simulazioni di stati della materia finora difficili da trattare con il calcolo

Il nuovo numero di 'Archimede'

Area istituzionale

Nel nuovo numero di Archimede, rivista per insegnanti e cultori di matematiche pure e applicate diretta da Roberto Natalini di Cnr-Iac, anche la storia a fumetti 'Delitto nella Savana' di Giovanni Eccher e Federico Bertolucci, in cui le teorie sulla dinamica della popolazione di Volterra vengono utilizzate per risolvere un originale caso poliziesco. La rivista, di cui l'Ufficio stampa del Cnr è media partner, è pubblicata da Le Monnier, gruppo Mondadori Education

Raggi X di nuova concezione per la ricerca cardiovascolare

Comunicato stampa 30/07/2019

Utilizzare le sorgenti di raggi X compatte e ultraveloci per l’analisi TAC della dinamica ventricolare cardiaca. Questo il risultato di uno studio, pubblicato su Scientific Reports, nato dalla collaborazione tra l’Istituto nazionale di ottica, l’Istituto di fisiologia clinica, l’Istituto di bioimmagini e fisiologia molecolare del Consiglio nazionale delle ricerche, insieme all’Istituto nazionale di fisica nucleare e l’Università Federico II di Napoli

Una 'cascata' di luce infrarossa per svelare nuova Fisica

Comunicato stampa 17/07/2019

Ricercatori dell’Istituto nazionale di ottica (Cnr-Ino) hanno ottenuto una particolare emissione di radiazione, costituita da ‘pettini’ di luce infrarossa, dalle eccezionali proprietà di stabilità e coerenza, da sorgenti laser a cascata quantica miniaturizzate. Questo risultato rappresenta un importante traguardo nel controllo delle proprietà di emissione dei laser a semiconduttore e apre nuove prospettive nel campo della Fisica applicata e fondamentale. In particolare, l’utilizzo di radiazione da laser controllati con queste tecniche, assorbita da un campione di molecole ultra-fredde, ha consentito studi spettroscopici con livelli di precisione mai raggiunti prima. I risultati sono pubblicati su Nature Photonics, Nature Communications, e Optica

Accordo tra RFX e ITER per sviluppare il sistema di riscaldamento del futuro reattore a fusione

Nota stampa 25/07/2019

ITER e il Consorzio di Padova costituito da Cnr, Enea, Infn, Università di Padova e Acciaierie Venete SpA firmano un accordo di collaborazione che apre alla sperimentazione per i prossimi 10 anni sui prototipi del sistema di iniezione di fasci di particelle neutre accelerate a 1MeV. Il sistema garantirà temperature di 150 milioni di gradi, mai misurate nell’Universo conosciuto, necessarie per produrre un’energia pulita, senza emissioni di CO2, sostenibile e sicura

Nuova luce sui superconduttori ad alta temperatura

Comunicato stampa 19/07/2019

Dopo anni dalla scoperta dei superconduttori ad alta temperatura, i meccanismi che regolano questo fenomeno sono ancora misteriosi. Un recente studio, apparso sulla copertina della rivista Physical Review Letters, svela nuove proprietà fondamentali di questo stato della materia. La ricerca è firmata dai ricercatori dell’Istituto struttura della materia (Cnr-Ism) e dell’Istituto dei sistemi complessi (Cnr-Isc), in collaborazione con l’Università di Friburgo