Scienze chimiche e tecnologie dei materiali

Queste tematiche, sebbene attraversino e interessino numerose attività,  studi e ricerche di tutte le strutture dell’Ente, trovano trattazione ed esplorazione sistematica nel Dipartimento di scienze chimiche e tecnologie dei materiali (Dsctm) del Cnr.
Le principali aree di ricerca spaziano dalla chimica sostenibile allo studio di materiali avanzati e tecnologie abilitanti fino alla nanomedicina. Grande importanza ha anche il settore delle biotecnologie e dei biomateriali, che colloca il Dipartimento in posizione avanzata nello scenario delle ‘living technologies’, in particolare per lo sviluppo di dispostivi nanotecnologici bottom-up di flexible electronics e optelectronics, tecnologie dell’idrogeno e celle a combustibile, processi sostenibili ad alta efficienza e manifatturiero di nuova generazione.

Scarica la brochure - Guarda il video di presentazione del Dipartimento

Ricerca di Cnr-Ic selezionata tra gli 'hot articles' 2018 della Royal Society of Chemistry

News 26/07/2018

Lo studio di due ricercatori dell’Istituto di cristallografia, che illustra un innovativo approccio di analisi multivariata per lo studio della dinamica allo stato solido, è stato selezionato tra gli articoli più influenti del 2018 dalla prestigiosa istituzione britannica

Dal grafene nuovi modi per la separazione efficiente di gas

News 25/07/2018

Un team di scienziati guidato dal Cnr ha superato il limite delle prestazioni delle membrane per la separazione di gas, grazie a un materiale stratificato a base di grafene.
Il nuovo materiale, frutto di una collaborazione tra gli istituti Cnr-Imm e Cnr-Isof con l'Università di Bologna e la start-up Graphene-XT, è stato testato per la produzione su larga scala e ha potenziali applicazioni nella purificazione dell'idrogeno e nella cattura e stoccaggio del carbonio

Il Cnr al secondo Festival dello spazio

Evento dal 27/07/2018 al 29/07/2018

Dal 27 al 29 luglio il comune di Busalla, in provincia di Genova, ospita la seconda edizione del Festival dello spazio, con numerose conferenze e appuntamenti per il grande pubblico. Il Cnr-Icmate è partner scientifico della manifestazione, e partecipa con una conferenza dedicata alla ricerca sui fenomeni fisici in microgravità sulla Stazione Spaziale Internazionale

Firenze, 15-20 luglio: 28a Conferenza internazionale sulla chimica organometallica

Nota stampa 18/07/2018

Icomc-2018, organizzata da Cnr-Iccom, torna in Italia dopo trent'anni con circa mille delegati provenienti da 42 Paesi. Tra gli oratori il premio Nobel 2016 per la Chimica, Ben L. Feringa. Un'occasione unica per presentare tematiche che, partendo dalla ricerca di base, forniscono avanzamenti in molti aspetti della vita quotidiana: salute, energia, ambiente

AIC International Crystallography School 2018 - Powder diffraction: theory, software and applications

Evento dal 29/08/2018 02/09/2018

L'obiettivo della scuola internazionale di cristallografia (Aics2018) è di fornire una panoramica sulla caratterizzazione dei materiali policristallini attraverso la diffrazione delle polveri ai raggi X. Pertanto gli argomenti della scuola spaziano dai principi fondamentali della diffrazione delle polveri ai metodi avanzati di raccolta e analisi dei dati con esempi di applicazioni di interessi scientifici e industriali. La scuola si rivolge principalmente a dottori di ricerca e giovani ricercatori che lavorano nel campo della scienza dei materiali, chimica, fisica, scienze della vita, scienze della terra, patrimonio culturale e ingegneria

'Una nuova vita per le plastiche dure'

Intervento del presidente 19/07/2018

Sul numero di luglio di 'Formiche' un contributo del presidente del Cnr Massimo Inguscio sul progetto 'Plasmare', condotto dall'Istituto per lo studio dei materiali nanostrutturati (Ismn) e l’Istituto sull’inquinamento atmosferico (Iia) del Cnr in collaborazione con Esper, che ha l'obiettivo di individuare un percorso di riciclo, riutilizzo e valorizzazione delle plastiche dure.  “Bisogna lavorare per alleggerire la frazione di rifiuto indifferenziato (plastiche dure) che grava sulle discariche, permettendo di recuperare preziose risorse che possono essere sfruttate a livello industriale in nuovi cicli produttivi”