Scienze chimiche e tecnologie dei materiali

Queste tematiche, sebbene attraversino e interessino numerose attività,  studi e ricerche di tutte le strutture dell’Ente, trovano trattazione ed esplorazione sistematica nel Dipartimento di scienze chimiche e tecnologie dei materiali (Dsctm) del Cnr.
Le principali aree di ricerca spaziano dalla chimica sostenibile allo studio di materiali avanzati e tecnologie abilitanti fino alla nanomedicina. Grande importanza ha anche il settore delle biotecnologie e dei biomateriali, che colloca il Dipartimento in posizione avanzata nello scenario delle ‘living technologies’, in particolare per lo sviluppo di dispostivi nanotecnologici bottom-up di flexible electronics e optelectronics, tecnologie dell’idrogeno e celle a combustibile, processi sostenibili ad alta efficienza e manifatturiero di nuova generazione.

Scarica la brochure - Guarda il video di presentazione del Dipartimento

Una migliore tecnologia per estrarre i flavonoidi degli agrumi

Comunicato stampa 21/05/2020

Lo studio, condotto da un team di ricerca del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibe, Ismn), è pubblicato su Processes. Se saranno confermate le indagini preliminari sul ruolo di tali molecole contro il Covid-19, la metodologia per cavitazione idrodinamica sviluppata dal Cnr potrebbe renderle disponibili su vasta scala

'L'Urlo' di Munch: trovata la soluzione per evitarne lo scolorimento

Comunicato stampa 15/05/2020

È l'umidità, non la luce, il principale fattore di degrado dei pigmenti gialli di cadmio impiegati dal pittore nel suo celebre quadro. La scoperta è frutto di un’indagine condotta da un team internazionale coordinato dal Consiglio nazionale delle ricerche. Grazie all’utilizzo di metodologie spettroscopiche non-invasive del Cnr Molab, e micro-analisi presso l’ESFR di Grenoble, si è giunti ad un risultato che suggerisce le condizioni ambientali ottimali per esporre l’opera, finora raramente fruibile a causa delle sue delicate condizioni. Lo studio è pubblicato sulla rivista ‘Science Advances’

Il polimero bidimensionale oltre il grafene diventa realtà

News 18/05/2020

In un articolo pubblicato su Nature Materials, un team italo-canadese che coinvolge l'Istituto di struttura della materia (Cnr-Ism) con il laboratorio Samos (Self-assembled materials on surfaces) guidato da Giorgio Contini, descrive la sintesi di polimeri coniugati bidimensionali su larga scala, simili al grafene ma con migliori proprietà applicative soprattutto in campo elettronico

Molecole che hanno cambiato il mondo

Almanacco della scienza 20/05/2020

Per conoscere quali sono e i mutamenti che hanno apportato alla nostra vita si possono leggere i volumi 'I bottoni di Napoleone' (Tea) e 'L'accademia del Prof. M. per elementi dotati' (Cnr Edizioni), indicati da Maurizio Peruzzini, ex direttore del Dipartimento di scienze chimiche e tecnologie dei materiali, e da Andrea Ienco dell'Istituto di chimica dei composti organometallici (Cnr-Iccom)

Una goccia che evapora diventa uno spettrometro per l'analisi chimica

Comunicato stampa 13/05/2020

All’Istituto nazionale di ottica del Cnr è stato dimostrato un metodo unico per l’analisi spettrochimica dei materiali che si basa sull’evaporazione di una goccia di liquido poggiata sulla punta di una fibra ottica attraversata dalla luce. I risultati dell’esperimento, descritto su Nature Communications, permettono la realizzazione di un nuovo tipo di spettrometro automatico, miniaturizzato ed economico, che apre un nuovo orizzonte di applicazioni per la spettroscopia e il sensing biochimico

Taglia e cuci dell'RNA: conoscere il meccanismo di splicing per curare malattie complesse

Comunicato stampa 11/05/2020

Passi avanti nella comprensione del meccanismo di splicing, il “taglia e cuci” attraverso cui le cellule convertono l’informazione genetica in una forma pronta per innescare la sintesi proteica. Lo studio del Cnr-Iom, pubblicato su Acs Catalysis, spiega come avviene la seconda fase del meccanismo chimico di splicing, per eventuali terapie di patologie connesse, come le leucemie e altri tipi di tumore

Promettente opzione farmacologica nella lotta alla sclerosi multipla

Comunicato stampa 07/05/2020

Uno studio condotto dall'Università Cattolica del Sacro Cuore, campus di Roma, in collaborazione con gli istituti Iasi e Scitec del Consiglio nazionale delle ricerche e la Fondazione Santa Lucia Irccs, mostra che un farmaco già in commercio per il trattamento di altre patologie potrebbe aiutare a ridurre il danno neurologico associato alla sclerosi multipla. Così indicano esperimenti condotti in vivo. Il lavoro, finanziato da FISM, pubblicato su Cells

Coronavirus: come sanificare le superfici

Video aprile 2020

'Il Cnr risponde', il nuovo spazio di informazione in pillole video di due minuti, dedicato alle principali questioni di attualità, è online con Matteo Guidotti, dell'Istituto di scienze e tecnologie chimiche (Cnr-Scitec) di Milano che mostra come prodotti di uso comune, come alcol, acqua ossigenata o candeggina, miscelati distintamente con la giusta quantità di acqua, diventano degli efficaci sanificanti.
Leggi anche la news Nuovi stili di vita in tempo di Covid: la sanificazione e la Fase 2

Foresight: from society to research

Area istituzionale

Foresight è un ampio progetto interdipartimentale del Cnr che intende fornire risposte ai gravi problemi emergenti della società: ambiente, salute, alimentazione, energia, sicurezza e trasporti.
Il sito ospita numerosi contributi scientifici da parte dei gruppi aderenti