Scienze chimiche e tecnologie dei materiali

Queste tematiche, sebbene attraversino e interessino numerose attività,  studi e ricerche di tutte le strutture dell’Ente, trovano trattazione ed esplorazione sistematica nel Dipartimento di scienze chimiche e tecnologie dei materiali (Dsctm) del Cnr.
Le principali aree di ricerca spaziano dalla chimica sostenibile allo studio di materiali avanzati e tecnologie abilitanti fino alla nanomedicina. Grande importanza ha anche il settore delle biotecnologie e dei biomateriali, che colloca il Dipartimento in posizione avanzata nello scenario delle ‘living technologies’, in particolare per lo sviluppo di dispostivi nanotecnologici bottom-up di flexible electronics e optelectronics, tecnologie dell’idrogeno e celle a combustibile, processi sostenibili ad alta efficienza e manifatturiero di nuova generazione.

Scarica la brochure - Guarda il video di presentazione del Dipartimento

Arriva il sensore fotonico h-Alo per la sicurezza del cibo

News 14/01/2021

L’Istituto per lo Studio dei materiali nanostrutturati del Consiglio nazionale delle ricerche, nell’ambito delle tecnologie fotoniche avanzate e smart per il monitoraggio di contaminanti microbiologici e chimici lungo la catena di produzione e distribuzione alimentare, coordina il progetto h-ALO (Photonic system for adaptable multiple-analyte monitoring of food-quality) che sarà finanziato dal programma europeo Horizon 2020 con oltre 4 milioni di Euro

Open Science e finanziamenti europei. Come ottemperare agli obblighi nei progetti H2020 e in Horizon Europe

Evento dal 02/02/2021 al 11/02/2021

Ciclo di 4 webinar per conoscere i principi della scienza aperta e approfondire aspetti e strumenti specifici per ottemperare agli obblighi della Commissione Europea. Il corso è riservato ai beneficiari di progetti di ricerca Europea H2020 o Horizon Europe. Il corso è organizzato dal National Open Access Desk di OpenAIRE per l’Italia, coordinato dal Consiglio nazionale delle ricerche e in collaborazione con il Competence Center di ICDI

La sintesi della fosfina dagli elementi e la scoperta del composto mancante

Comunicato stampa 15/12/2020

Uno studio, pubblicato su Nature Communications, descrive una nuova sintesi della fosfina (PH3) a partire dagli elementi in condizioni di alta pressione e alta temperatura in assenza di catalizzatori. Lo studio dimostra inoltre che, a pressione ancora più alta e a temperatura ambiente, PH3 e idrogeno molecolare (H2) formano un composto cristallino di formula (PH3)2H2, che non era mai stato osservato fino ad ora per nessuno degli elementi del gruppo 15 della tavola periodica

Macchine molecolari: minuscole ma promettenti

Almanacco della Scienza 13/01/2021

Sono tra gli esempi più affascinanti di quella che il Nobel Jean Marie Lehn definì “la chimica oltre la molecola”. Grazie a scienziati come Vincenzo Balzani, Jean-Pierre Sauvage, James F. Stoddart, sono stati sintetizzati sistemi supramolecolari in grado di muoversi in seguito a un cambiamento chimico, elettrochimico, fotochimico. Hanno un potenziale applicativo enorme nella progettazione di materiali smart in grado di adattarsi alle condizioni esterne, nel drug-delivery e nella diagnostica avanzata. Ne abbiamo parlato con Nicola Armaroli dell'Istituto per la sintesi organica e fotoreattività del Cnr

ENEA Tech e Cnr firmano accordo per la valorizzazione della ricerca

Comunicato stampa 07/01/2021

Sostenere progetti finalizzati al trasferimento e alla diffusione di tecnologie, soluzioni e conoscenze sviluppate dal Consiglio nazionale delle ricerche, per contribuire alla crescita e competitività del Paese. Questo l’obiettivo dell’intesa sottoscritta da Cnr ed ENEA Tech

Con le microalghe la caccia agli inquinanti è più 'facile'

Video dicembre 2020

Presentata al Maker Faire 2020 dal Cnr-Ic, una nuova tecnologia che si basa sulla tecnologia dei biosensori, come frontiera pioneristica nel controllo della qualità e della sicurezza alimentare. I ricercatori hanno intrappolato microscopiche alghe unicellulari in un gel naturale biocompatibile e ne hanno catturato il potere fotosintetico per trasformarlo in un sistema per la rilevazione di inquinanti

Metodi teorici accurati rivelano come i fotoni possono modificare le proprietà delle molecole

News 09/12/2020

Un team internazionale di ricercatori – per l’Italia della Scuola Normale Superiore e del Cnr-Ipcf - ha dimostrato che all’interno di cavità ottiche le proprietà delle molecole possono essere fortemente modificate dall’interazione con campi elettromagnetici quantizzati. Il lavoro è stato pubblicato sulla rivista Physical Review X

Il mondo delle membrane e l'acqua

Novità editoriali

'Il mondo delle membrane e l'acqua', a cura di Alessandra Criscuoli dell'Istituto di tecnologia delle membrane (Cnr-Itm) e edito da Cnr Edizioni, è un libro illustrato per i più piccoli. Una breve storia pensata e disegnata col fine di insegnare ai bambini cosa sono e come funzionano le membrane e come attraverso il loro utilizzo è possibile purificare diversi tipi di acque (inquinate o salate) e avere così un mondo più pulito e sostenibile