Scienze biomediche

L’attività di ricerca nei settori della biologia, medicina e salute è guidata dal Dipartimento di scienze biomediche (Dsb). Orientata ad offrire tecnologie e servizi in ambito pubblico e privato, l’intento è promuovere la conoscenza sui meccanismi fondamentali che regolano gli aspetti fisiologici e patologici degli organismi viventi, dalla ricerca di base nelle scienze della vita fino allo studio delle malattie umane e agli interventi terapeutici innovativi, con lo scopo ultimo di scoprire nuove opportunità per migliorare la salute dell’uomo.

Le principali attività riguardano oncologia, patologie neurodegenerative, malattie cardiovascolari e polmonari, immunologia e  malattie infettive, medicina molecolare, epidemiologia e health care research, biologia e biotecnologia. In questi ambiti sono state sviluppate tecnologie che hanno trovato ampio utilizzo nei diversi settori di riferimento: proteomica, farmacogenomica, calcolo avanzato in ambito bioinformatico e di system biology, sistemi robotici di riabilitazione degli arti, diagnostica molecolare e per immagini. 

Scarica la brochure - Guarda il video di presentazione del Dipartimento.

Il senso d'orientamento? E' una questione di pari opportunità

Rassegna stampa 13/08/2018

Antonio Cerasa, ricercatore dell'Istituto di bioimmagini e fisiologia molecolare, commenta i risultati dello studio apparso su Current biology che evidenziano come le capacità delle donne ad orientarsi in mare aumentano laddove è minore il divario di genere. "Dove vivi, la cultura che ti influenza e la base genetica  sono le tre componenti che incidono sulla psiche  e le  abilità cerebrali"  e che dimostrano come la plasticità cerebrale si adatta alle richieste dell'ambiente circostante

 

Avanza la ricerca sul morbo di Parkinson: possibilità di cura associate a un enzima

News 26/07/2018

Un recentissimo studio a firma del ricercatore palermitano Roberto Di Maio della Fondazione Ri.MED - di cui il Cnr è partner - ha evidenziato che l’enzima LRRK2, le cui mutazioni genetiche sono associate all’insorgenza di Parkinson familiare, risulta essere iperattivo anche nelle forme più comuni e diffuse di Parkinson acquisito. La scoperta, frutto anche della collaborazione con l’Università di Pittsburgh e UPMC, spiega per la prima volta il possibile ruolo dell'enzima LRRK2 nella patogenesi della malattia e allargherebbe le possibilità di cura a una più vasta popolazione di pazienti

Nomenclatura dei ceppi murini: come orientarsi

Evento 21/09/2018 ore 10.00 - 16.00

Il workshop introduce ad aspetti legati alla nomenclatura dei modelli animali murini con l'intento di chiarire i criteri di identificazione di tali modelli sperimentali. Una corretta nomenclatura consente, infatti, di determinare in modo veloce e certo la storia di un ceppo

L'intestino, secondo cervello

Almanacco della scienza agosto 2018

L'intestino è una parte dell'organismo spesso sottovalutata, svolge infatti funzioni importanti che contribuiscono al nostro benessere fisico, ma anche a quello psicologico. Non a caso, esso è indicato anche con il termine 'secondo cervello', definizione coniata dallo scienziato della Columbia University Michal D. Gershon.

Per potenziare il cervello bisogna andare in bicicletta

Rassegna stampa 22/07/2018

Uno studio condotto dall’Istituto di neuroscienze (In) del Cnr e dall’Università di Pisa, pubblicato su Current Biology, dimostra che è possibile potenziare la plasticità del cervello con una strategia molto semplice: pedalare in bicicletta. I benefici quindi non sono solo in termini cardiovascolari ma anche cognitivi

Il Tecnopolo porterà ricerca e lavoro al Sud

Video agosto 2018

Rai Tgr Puglia – Un nuovo centro di ricerca, specializzato nelle nanotecnologie e nella medicina di precisione, per la cura delle malattie neurodegenerative e dei tumori, prenderà presto il via in Puglia. Il progetto è frutto della collaborazione tra la Regione e il Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr), ma vede anche la partecipazione di altri enti come l’Irccs Istituto oncologico e l’Università di Bari. Il ‘Tecnopolo’ ha richiesto un investimento pari a 28 milioni di euro e avrà la sede principale a Lecce, all’interno dell’area della ricerca del Cnr. Si tratta di una operazione importante, “che consentirà di arruolare nuovi ricercatori, sia del territorio che di livello internazionale”, ha commentato la ricercatrice dell’Istituto di nanotecnologia (Cnr-Nanotec), Loretta del Mercato.

Terzo incontro della Rete degli immunologi Cnr (CIN)

Evento 15/11/2018 ore 09.30 - 17.30

Il Coordinamento Nazionale degli Immunologi Cnr e il Dipartimento di scienze biomediche (Dsb) annunciano che la prossima riunione del CIN (Cnr Immunology Network) avrà luogo a Roma, nella sede centrale del Cnr, il prossimo 15 novembre. La riunione sarà l’occasione per presentare i risultati più recenti dell’immunologia del Cnr e per la premiazione dei due più promettenti giovani immunologi Cnr, vincitori del Premio Dsb 2017