Focus

Estesa a una risoluzione sub-particellare la tecnica della spettroscopia THz, obiettivo inseguito da tempo nella comunità scientifica

2014
Le tecniche convenzionali di spettroscopia Terahertz (che usa l'intervallo della radiazione elettromagnetica compreso tra la comune radiazione infrarossa e le microonde) raggiungono una risoluzione spaziale che, a seconda della radiazione usata, non può andare oltre un limite intrinseco, il cosiddetto limite di diffrazione, tra 3 e 3000 micron. Tale limitazione permette quindi solo indagini d'insieme, nelle quali i parametri fisici rilevanti sono stimati come valor medio sulla dimensione, ...

Realizzato il fenomeno noto come 'assorbimento coerente perfetto' in una microcavità in regime di interazione forte luce-materia

2014
L'assorbimento coerente perfetto, osservato per la prima volta 3 anni fa in una lamina di silicio, ha attratto un grande interesse nella comunità scientifica in quanto da un punto di vista teorico è l'esatto inverso dell'azione laser: infatti dà luogo a un dispositivo che assorbe completamente la luce, contrariamente al laser che la genera. In generale infatti l'assorbimento della luce da parte di un materiale dipende dalle sue proprietà dielettriche e cresce in proporzione al suo spessore. ...

Nanocompositi ibridi per la rigenerazione di regioni anatomiche multifunzionali

2014
Scaffolds 3D biomimetici e bioriassorbibili per la completa rigenerazione di regioni multi-funzionali come i siti osteocondrali e parodontali sono sviluppati grazie ad un processo di sintesi biologicamente ispirato che mima il processo di neo-ossificazione, così da conferire ai nuovi dispositivi un'elevata abilità rigenerativa. Gli scaffold sono basati su fibre di collagene Tipo I che assemblano, organizzano e mineralizzano spontaneamente con nano-nuclei di idrossiapatite biomimetica a seguito ...

GiraffPlus: monitoraggio a lungo termine e interazione sociale per migliorare la qualità della vita degli anziani

2014
GiraffPlus (http://www.giraffplus.eu/) è un progetto finanziato dalla Comunità Europea nell'ambito del Framework Programme Seven (FP7) e coinvolge diversi paesi europei, enti di ricerca, industrie ed aziende sanitarie nazionali. Lo scopo del progetto è promuovere l'indipendenza degli anziani che spesso vivono soli tramite il monitoraggio a lungo termine delle loro attività nell'ambiente domestico e la prevenzione di possibili problemi di salute o situazioni di emergenza che possono ...

Impianti porosi per rigenerazione ossea

2014
La rigenerazione di difetti ossei critici richiede l'impianto di scaffold porosi in grado di scambiare segnali chmici, morfologici e meccanici con le cellule così da attivare la formazione di nuovo osso e la colonizzazione dell'intero scaffold. La dimensione e la morfologia dei pori deve essere progettata per consentire la penetrazione dell'osso e la formazione di una rete vascolare in grado di sostenere il metabolismo osseo. La resistenza meccanica degli scaffolds deve essere sufficiente a ...

Apatiti biomimetiche e cementi ossei

2014
La rigenerazione di tessuti connettivi duri quali ossa e denti è attivata dalla presenza di specifici segnali chimici e morfologici che inducono la formazione e organizzazione di nuovo osso. A questo proposito fasi di idrossiapatite che presentano composizione simile all'osso (cioè sostituzioni ioniche multiple come Mg2+, CO32-, Na+, K+, SiO44-, Sr2+), struttura nanometrica e basso ordine cristallino possono essere sintetizzate con metodi ad umido a temperatura ambiente. Queste nuove fasi ...

MALTE IDRAULICHE A BASE DI CALCE E METACAOLINO

2014
sviluppo di MALTE IDRAULICHE utilizzando come legante la CALCE intesa soprattutto come GRASSELLO di calce, materiale storico, da sempre utilizzato nell'edilizia e nell'arte fino all'avvento del cemento, ma anche come calce idraulica naturale (NHL), che è oggi è la tipologia di calce più utilizzata nel mondo del restauro e dell'edilizia. Come aggiunta pozzolanica viene utilizzato il METACAOLINO (MK), ottenuto calcinando a 650°C un caolino commerciale. Messa a punto di MALTE PER INIEZIONE per ...

Laura Ambrosini - Vincent Jolivet (sous la direction de), Les potiers d'Étrurie et leur monde : contacts, échanges, transferts. Hommages à Mario A. Del Chiaro, Paris 2014

2014
Presentazione del libro Laura Ambrosini - Vincent Jolivet (sous la direction de), Les potiers d'Étrurie et leur monde : contacts, échanges, transferts. Hommages à Mario A. Del Chiaro, Paris 2014, che si svolgerà a Roma, giovedi 5 giugno alle ore 16 presso l'Aula Marconi del CNR, Piazzale Aldo Moro 7.

Un nuovo gene coinvolto nella SLA, Matrin 3

2014
Lo sforzo congiunto fra ricercatori italiani, tra cui ricercatori dell'ISN-CNR e ricercatori americani del National Institute of Aging (NIA), NIH, Bethesda ha permesso di identificare un nuovo gene, chiamato Matrin 3, situato sul cromosoma 5, che rappresenta una delle cause della Sclerosi laterale Amiotrofica. MATR3 è una RNA e DNA-binding protein che interagisce con TDP-43, a sua volta una proteina correlata sia alla SLA sia alla demenza fronto-temporale. La ricerca è stata pubblicata sulla ...

utilizzo di nuove tecnologie per il restauro

2014
Negli interventi di restauro, l'uso di prodotti compatibili con i materiali costituenti il bene culturale è molto importante. La maggioranza dei materiali nei beni culturali (ceramica, mosaica, malte, pietre) è costituita da materie prime naturali inorganiche, dunque è cruciale negli intreventi conservativi usare composti inorganici non metallici, che in alcuni casi coincidono con i componenti stessi dei beni culturali. Per questa ragione, noi stiamo mettendo a punto prodotti ottenuti ...

GLI ETRUSCHI E IL MEDITERRANEO. LA CITTA' DI CERVETERI

2014
Approda a Roma, al Palazzo delle Esposizioni, la grande mostra archeologica "Gli Etruschi e il Mediterraneo. La città di Cerveteri", già allestita al Louvre-Lens con grande successo di pubblico e critica. Organizzata in partenariato dall'Azienda Speciale Palaexpo e dal Louvre-Lens, la mostra è stata curata dal CNR-ISMA, dal Louvre e dalla Soprintendenza per i Beni archeologici dell'Etruria meridionale. Un'ampia selezione di temi e oggetti (oltre 450) illustrano la nascita e lo sviluppo fino ...

giunzioni tra materiali ceramici

2014
Le tecniche di giunzione permettono di produrre strutture complesse e formate da diversi materiali che non possono essere ottenute direttamente da processi di densificazione. La realizzazione di giunzioni è particolarmente importante per sfruttare appieno le potenzialità di molti materiali ceramici avanzati. Pubblicazioni D. Sciti, L. Silvestroni, L. Esposito, K. Nakashima, N. Saito, Y. Yamaoka, A. M. Glaeser, "Advances in Transient-Liquid-Phase Bonding of Ultra-high Temperature ZrC Ceramics", ...

Sistemi filtranti intelligenti per lo scambio di umidità e la cattura di nanoparticelle per applicazioni biomedicali

2014
In questa ricerca vengono sviluppati nano-compositi porosi ibridi per utilizzo come dispositivi filtranti per nanoparticelle e come sistemi per lo scambio di umidità. Questi dispositivi esibiscono una geometria complessa che consente l'intrappolamento delle nano-particelle nella regione critica 30-100 nm senza elevata caduta di pressione. I compositi ibridi vengono sviluppati mediante un processo di biomineralizzazione indotto a partire da una sospensione di miscele di polimeri naturali (ad ...

Impianti per la rigenerazione della rete vascolare e organi molli

2014
Matrici polimeriche a base di collagene sono sviluppate per la rigenerazione di tessuti molli quali il muscolo cardiaco, tendini/legamenti, menisco ed organi endocrini (timo, tiroide). Vengono applicati processi biologicamente ispirati di auto-assemblaggio e auto-organizzazione indotti da variazioni di pH a blends polimerici naturali e bio-erodibili (collagene, cellulosa, alginato, chitosano, PLLA, PCL, PGA, PEG) per ottenere costrutti 2-D e 3-D con elevata mimesi del tessuto stromale. Vengono ...

Tecniche smart di progettazione e gestione delle smart cities

2014
Le smart cities sono ormai oggetto di tanti progetti di innovazione, e nell'agenda politica di molte amministrazioni. Spesso, nella progettazione di servizi smart e nelle discussioni al riguardo l'enfasi viene posta soprattutto sull'importanza della raccolta dei dati e delle comunicazioni, con particolare riguardo all'Internet delle cose. Minore attenzione viene invece rivolta alle interazioni necessarie fra le varie parti (umani, cose, programmi, sistemi di comunicazione, ecc.), e alla ...

Ceramici massivi compositi ultra-refrattari per protezioni termiche

2014
I materiali ceramici ultra-refrattari (UHTCs) attraggono l'interesse dell'ingegneria dei materiali in previsione di progettare e realizzare protezioni termiche o superfici di controllo per la "Key Enabling Technology Sharp leading edge". Bordi alari d'attacco a profilo aguzzo per veicoli di rientro o veivoli ipersonici sono due esempi eccellenti. Grazie a questo nuovo concetto, le prestazioni durante il volo possono essere migliorate garantendo una maggiore sicurezza per l'equipaggio, ...

Realizzazione di un evaporatore Loop Heat Pipe con strutture porose geopolimeriche

2014
Un heat pipe è un dispositivo di trasferimento di calore che può scambiare grandi quantità di calore con una piccola differenza di temperatura tra le interfacce calde e fredde mediante evaporazione e condensazione di un fluido di lavoro. L'evaporatore è il cuore del dispositivo e contiene strutture capillari porose (wicks) generalmente a base di metalli o di polimeri organici. Una possibilità per aumentare la capacità di scambio termico è attraverso la sostituzione dei materiali ...

Impianti bioattivi con struttura porosa gerarchicamente organizzata: trasformazioni biomorfiche

2014
L'attività è dedicata allo sviluppo di impianti porosi con struttura gerarchicamente organizzata in grado di mimare le caratteristiche morfologico-strutturali dell'osso e di esibire adeguate proprietà biomeccaniche. Recenti studi avanzati indirizzati allo sviluppo di strutture porose consistono nell'applicazione di processi di trasformazione morfo-sintetica di templanti naturali, con cui si possono ottenere impianti ossei a base calcio-fosfatica con proprietà rigenerative, che riproducono in ...

Nano-apatiti magnetiche per rilascio di farmaci e ingengneria dei tessuti

2014
Nanofasi di idrossiapatite bioattiva che esibiscono intrinseco superparamagnetismo, progettate per agire come nuovi sistemi di rilascio in grado di rispondere agli stimoli oppure per favorire l'homing delle cellule e la colonizzazione di scaffold ossei e osteocondrali così da migliorare I processi di rigenerazione tissutale. Il recente sviluppo di nanoparticelle di idrossiapatite superparamagnetica (Fe-HA) è stato ottenuto mediante sostituzione controllata di ioni calcio con ioni Fe2+/3+, con ...

Apatiti sostituite per produzione ed assorbimento di energia

2014
L'idrossiapatite (HA: Ca10(PO4)6(OH)2) è un biomateriale di largo uso nella riparazione e rigenerazione di difetti ossei; l'HA è anche riconosciuta come un materiale molto interessante per la purificazione dell'ambiente, grazie alla sua abilità di assorbire facilmente una varietà di composti inorganici e di sostanze organiche come proteine e batteri. A questo proposito specifiche sostituzioni ioniche nel reticolo dell'HA possono attivare specifiche funzionalità che consentono una grande ...

Mostra "Les Etrusques et la Méditerranée: la cité de Cerveteri "- Louvre-Lens, 5 dicembre 2013-10 marzo 2014

2013
La mostra è il risultato di una collaborazione internazionale che vede coinvolti il Louvre, l'ISMA-CNR e la Soprintendenza per i Beni archeologici dell'Etruria meridionale. Oltre 450 oggetti prestati da Musei di tutto il mondo e provenienti da Cerveteri, l'antica Caere, saranno esposti nella "Sister Gallery" del Louvre a Lens, nella regione del Nord-Pas-de-Calais e permetteranno per la prima volta di ripercorrere circa dieci secoli di storia che videro la città etrusca fra le metropoli più ...

Vasi compositi in lana e geopolimero

2013
Sono stati realizzati vasi compositi in lana proveniente da cascami di scarto e geopolimero, come alternativa a quelli di torba comunemente utilizzati nei vivai. Dopo aver monitorato la crescita e la vegetazione di piante e semi sono stati studiati per un periodo di 6 settimane, i primi risultati hanno evidenziato che i vasi in lana e geopolimero promuovono la crescita dei semi in confronto a quelli di torba. L'ambiente alcalino del geopolimero è infatti in grado di degradare parzialmente la ...

Geopolimeri colorati

2013
Introduzione di pigmenti ceramici inorganici in formulazioni geopolimeriche ottenute da metacaolino e soluzioni alcaline. Ottenimento di materiali amorfi colorati con caratteristiche di resistenza meccanica e all'ambiente in grado di consentirne l'utilizzo nel campo dei beni culturali. Attualmente sono state realizzate briquettes di vari colori da cui ricavare piccole tessere per integrazioni durante lavori di restauro musivo. Non si esclude l'uso di questi materiali per la realizzazione di ...

SCAVI D'ARCHIVIO: DALLA STORIA DELL'ORIENTALISTICA ALLA STORIA DELLE IDEE Presentazione del Progetto GRISSO "Gruppo di Ricerca Interdisciplinare di Storia degli Studi Orientali"

2013
CNR, Aula Marconi, 5 novembre 2013, ore 9,30-13,00 L'evento è dedicato alla presentazione del "Gruppo di Ricerca Interdisciplinare di Storia degli Studi Orientali" (GRISSO), iniziativa permanente nata nel 2013 all'interno dell'Istituto di Studi sul Mediterraneo Antico (ISMA). Coordinato da Silvia Alaura, GRISSO si propone come centro di aggregazione e promozione di ricerca e come luogo di discussione e formazione. Ne fanno parte professori e ricercatori di istituti, centri di ricerca e ...

Previsioni di rientro per il Satellite Goce

2013
Il satellite GOCE dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA) è stato lanciato il 17 marzo 2009. Escludendo il propellente, aveva una massa di 1002 kg e una forma approssimativamente cilindrica, con diametro di 1 m, lunghezza di 5,3 m e due coppie di "pinne" laterali che sporgevano di un ulteriore mezzo metro rispetto al corpo del satellite. Dopo aver mappato per quattro anni il potenziale gravitazionale terrestre con un'accuratezza e un dettaglio mai raggiunti prima da un'orbita polare circolare a ...

LiBER | Linear B Electronic Resources

2013
Da novembre 2013 è online il sito web "LiBER | Linear B Electronic Resources". Il progetto LiBER, nato presso l'Istituto di Studi sul Mediterraneo Antico (ISMA) e sviluppato da Maurizio Del Freo e Francesco Di Filippo, si propone di realizzare un'edizione elettronica aggiornata dei testi in lineare B interrogabile online attraverso un motore di ricerca specificamente progettato per il trattamento delle scritture logo-sillabiche. La base di dati contiene le trascrizioni dei testi con le relative ...

Alla ricerca della diagnostica precoce del glioblastoma

2013
Nanobrain, sottoprogetto inserito nel progetto bandiera NanoMax, nasce dalla collaborazione tra quattro Istituti CNR: Nanoscienze (Nano), Neuroscienze (IN), Officina dei Materiali (IOM) e Istituto Nazionale di Ottica (INO). Questo progetto cerca di unire le importanti competenze che sono presenti nel CNR nell'ambito delle Neuroscienze e delle Nanotecnologie. Per spiegare l'idea alla base di questo progetto è necessaria una premessa: il cervello è isolato chimicamente e biochimicamente dal ...

Graphene at Nano

2013
Il fuoco dell' Istituto Nanoscienze e' sul sistema "Grafene" con l'ambizione di sviluppare attivita' di ricerca che abbiano come obiettivo principale quello di portare questo materiale e le relative nanostrutture da stato grezzo ad un livello di interesse industriale: dall' elettronica flessibile, all'energia, al calcolo ad alta prestazione e spintronica. I nostri sforzi attuali sono sulla crescita di grafene epitassiale e la sua funzionalizzazione chimica per applicazioni energetiche. Altri ...

Proprietà superparamagnetiche per nanotetrapods di ZnO tramite accoppiamento con nanoparticelle di Fe3O4: una nanostruttura multifunzionale che può essere guidata mediante campo magnetico

2013
I ricercatori dell'Istituto IMEM-CNR hanno creato una nanostruttura composite basata su cristalli di ossido di zinco (ZnO) a forma di "tetrapod" e nanoparticelle di magnetite (Fe3O4) con proprietà superparamagnetiche, ovvero che grazie alle loro dimensioni estremamente ridotte (pochi nanometri) si comportano come un materiale ferromagnetico solamente quando sono sottoposte ad un campo magnetico esterno. Nel nanomateriale composito così ottenuto numerose proprietà di interesse risultano ...

Cattura della CO2

2013
La produzione di energia ecosostenibile richiede il miglioramento delle prestazioni e la riduzione dell'impatto sull'ambiente e sul clima dei processi utilizzati. L'Istituto di Ricerche sulla Combustione (IRC) del CNR di Napoli, capofila d'importanti progetti finanziati dalla Ricerca di Sistema Elettrico del MiSE e del progetto FECUNDUS finanziato dalla Commissione Europea, svolge da tempo attività di studio sui processi tecnologicamente avanzati per la cattura della CO2(CCS). Le attività di ...