Progetti comuni di ricerca

La Cooperazione tra gli enti è prevalentemente orientata su "progetti comuni di ricerca" di durata biennale o triennale, concordati fra gruppi di ricerca italiani ed esteri, con un responsabile italiano ed uno straniero, definiti nell'ambito di uno specifico Addendum all'Accordo.

Il finanziamento è relativo alle sole spese di viaggio e di soggiorno dei ricercatori e, in alcuni nuovi accordi, è prevista una piccola quota per i costi di ricerca destinati al funzionamento ed al materiale di consumo.

Le modalità per avviare un nuovo progetto, da concordare con l'ente straniero al momento del rinnovo dell'Addendum, possono essere richieste all' Ufficio Accordi e Relazioni Internazionali della Direzione Generale Cnr che provvede a pubblicare i bandi per presentare le proposte di progetti comuni. Le domande dovranno essere compilate e inoltrate solo attraverso l'apposita procedura "on-line".

Richiedenti e limitazioni
Possono presentare un progetto comune di ricerca i ricercatori e tecnologi del Cnr (I-III livello), in via prioritaria, ed il personale con un provvedimento di associazione al Cnr, secondo le modalità previste per l'istituto dell'Associatura nell'art. 17 del Regolamento del Personale del Cnr (pubblicato nella sezione del sito Regolamenti).

Durata del soggiorno nell'ambito del progetto
La durata varia da accordo ad accordo, in linea di massima sono previsti soggiorni da una settimana ad un massimo di tre mesi.

Termini di scadenza
Verificare per ogni singolo Accordo i termini di scadenza per la presentazione di progetti comuni.

Ultimo aggiornamento: 23/10/2017