Aquae - Il futuro è nell'oceano

logo 'Aquae - il futuro è nell'oceano'

Dedicata ad illustrare le principali caratteristiche dell’ambiente marino, con particolare attenzione all’utilizzo e alla conservazione delle sue risorse per uno sviluppo sostenibile, la mostra è frutto di un'ampia collaborazione tra l'Unità Comunicazione e Relazioni con il Pubblico della Direzione Centrale Servizi per la Ricerca e le strutture che si occupano di ricerca ambientale: Dipartimento scienze del sistema Terra e tecnologie per l'ambiente (Cnr-Dta), Istituto di scienze marine (Cnr-Ismar), Istituto per lo studio degli impatti antropici e la sostenibilità in ambiente marino (Cnr-Ias), Istituto di scienze dell'atmosfera e del clima (Cnr-Isac), Istituto di ingegneria del mare (Cnr-Inm).

Visto dallo spazio, il nostro Pianeta appare come una sfera blu: a dispetto del suo nome, infatti, il 71 per cento della Terra è ricoperto dagli oceani, che svolgono funzioni indispensabili per la nostra sopravvivenza. Regolano il clima, ospitano un’incredibile biodiversità, forniscono sostentamento a milioni di persone e veicolano l’80 per cento dei commerci mondiali. Il rapporto dell’uomo con il mare affonda le sue radici nel mito e per molti secoli gli oceani hanno rappresentato il luogo dell’ignoto. Oggi il mare e i suoi fondali costituiscono un campo d’indagine e di studio di grande rilevanza scientifica non solo per il presente, ma soprattutto per il futuro, in cui il ruolo dell’oceano diventerà sempre più determinante per le condizioni di crescita e di sviluppo dell’intera umanità.

La mostra 'Aquae - Il futuro è nell'oceano' si propone di descrivere le principali caratteristiche dell’ambiente marino, con particolare attenzione all’utilizzo e alla conservazione delle sue risorse per uno sviluppo sostenibile. Si avvale di esperimenti, attrezzature scientifiche, modelli in scala, videoinstallazioni e immagini suggestive, per accompagnare il pubblico in un viaggio alla scoperta degli oceani. In particolare nella prima sezione sono presentati i temi generali legati al mare: aspetti geografici, fisici, chimici e biologici. Viene fatta luce anche su un ambiente che fino alla metà del secolo scorso era pressoché ignoto: quello dei fondali oceanici. Exhibit interattivi e video consentono di rispondere a domande quali: come si formano le onde e le correnti? Che legame c’è tra mare e clima terrestre? Qual è il motore biologico del mare?

Nella seconda parte della mostra viene illustrato il rapporto tra uomo e mare: da sempre gli oceani rappresentano una risorsa inestimabile per la nostra specie. Oggi la scienza e la tecnologia sono impegnate nella ricerca di nuovi metodi per l’utilizzo sostenibile delle numerose risorse che il mare ci offre a al contempo stanno sviluppando strategie per monitorare e preservare l’ambiente marino dagli effetti dell’impatto antropico. L’ultima parte della mostra è dedicata alle ricerche svolte da diversi istituti e numerose strutture del Cnr che si occupano di mare e navigazione. Rappresenta inoltre un momento di riflessione per comprendere come il futuro e la salvaguardia degli oceani dipendano anche da noi, dai nostri comportamenti e dalle politiche che i nostri governi e le industrie decideranno di adottare.

Edizioni

  • 18/06/2019 - 31/12/2019 - nb prorogata sino al 31 marzo 2020: allestimento a Venezia presso la sede dell'Istituto di scienze marine (Cnr-Ismar, Tesa 104 - Arsenale, Castello 2737/F). Ingresso libero tutti i giorni dalle 10 alle 18; visite guidate su prenotazione escluso sabato, domenica e festivi. Per informazioni e prenotazioni: direzione@ismar.cnr.it.
  • 22/11/2018 - 20/12/2018: allestimento a Roma presso la sede centrale (Piazzale Aldo Moro 7, spazio antistante Aula Convegni, Digital Gallery, Sala Polifunzionale e Sala 3D) . La mostra è stata inaugurata il giorno 21 novembre 2018 nell'ambito della celebrazione dei 95 anni del Cnr alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e delle più alte cariche istituzionali italiane. 
  • 25/10/2018 - 04/11/2018: preview nazionale a Genova nell'ambito del Festival della Scienza 2018 (Palazzo Ducale, Piazza Matteotti 9 - Sala "Munizioniere").

 

 

Ultimo aggiornamento: 17/11/2020