Istituto per i sistemi agricoli e forestali del mediterraneo (ISAFoM)

Competenze

L'Istituto per i Sistemi Agricoli e Forestali del Mediterraneo (ISAFOM) nasce dall' aggregazione di organi già operanti nel bacino del Mediterraneo che hanno fatto confluire nel nuovo Istituto una vasta e completa gamma di competenze derivanti dal loro background scientifico e culturale consolidato negli anni e in taluni casi riconosciuto anche a livello internazionale.

Le principali competenze scientifiche dell'Istituto possono essere sintetizzate in:

-Metodologie per la misura degli scambi gassosi(H2O, CO2) a livello di foglia, di pianta e di canopy in specie erbacee e arboree e loro relazioni con fattori ambientali, genetici e agronomici (con particolare riferimento all'irrigazione).
-Determinazione dello risposta fotosintetica ed evapotraspirativa della pianta all'irrigazione con acque saline. -Metodologie per la valutazione degli effetti a medio e lungo termine dell'irrigazione con acque saline sui suoli.
-Messa a punto di indici spettrali (REP, NDVI,WI)per la valutazione della risposta delle piante a condizioni di elevata salinità dei suoli.
-Determinazione e uso di indicatori fisiologici e micrometeorologici dello stato idrico della pianta e della coltura (traspirazione fogliare e conduttanza stomatica,flusso linfatico, attività della clorofilla, temperatura superficiale della vegetazione)in diverse specie erbacee e arboree.
-Messa a punto di sistemi di irrigazione in condizioni di di deficit idrico (Deficit irrigation)controllato senza determinare significative influenze sulla qualità dei prodotti e sulla produzione.
-Analisi della porosità dei suoli tramite algoritmi matematici -Parametrizzazione e uso di modelli di simulazione degli effetti sulle piante e sul suolo dell'irrigazione con acque saline ai fini della gestione sostenibile dell'acqua d'irrigazione
-Modelli per la determinazione della risposta produttiva e dell'efficienza idrica delle colture agrarie in condizioni di arricchimento della CO2 dell'atmosfera.
-Modelli di simulazione della lisciviazione dell'azoto
-Modelli si simulazione della dinamica nel suolo dell'acqua,del carbonio, dell'erosione e loro applicazioni al fine di aumentare la salvaguardia del sistema suolo e la sostenibilità delle produzioni.
-Utilizzo delle tecniche isotopiche per la ripartizione nei sistemi agricoli e forestali 1) dei flussi di carbonio nelle attività assimilative e respiratorie 2) della evapotraspirazione nelle sue componenti di evaporazione da suolo e traspirazione
- Studio della dinamica del carbonio e dell'azoto delle colture e foreste mediante applicazione di metodiche micrometeorologiche
-Tecniche di micropropagazione e di crioconservazione 'in vitro'del germoplasma di olivo e di altre specie arboree
-Tecniche di micropropagazione in carciofo e patata
-Relazione tra caratteristiche di qualità dell'olivo e fattori genetici, ambientali, agronomici e alle metodologie di estrazione.
-Analisi bioagronomica e molecolare (AFLP) della variabilità molecolare di specie diverse.
-Metodi di miglioramento genetico dell'olivo
-Metodologie per la determinazione e il monitoraggio dei flussi di vapore, carbonio e di energia - a livello di pianta e di canopy nei sistemi agricoli (eddy covariance, Bowen Ratio Energy Balance).
-Regionalizzazione delle misure di scambio netto ecosistemico di CO2 mediante misure da aeromobile e pallone frenato.
- Spettrometria dei suoli in sistemi agricoli e forestali del mediterraneo.
-Sistemi automatizzati per l'acquisizione di dati in laboratorio per la determinazione di parametri idrologici del suolo
-Tomografia meccanica al fine di ottenere la visione e l'analisi tridimensionale della struttura dei suoli
-Metodologie per l'osservazione della micromorfologia del suolo
-Sviluppo ed evoluzione di piattaforme aeree finalizzate al monitoraggio della produttività, degli stati di stress e dell'inquinamento atmosferico
-Micro-tomografia a raggi X ed analisi d'immagine tridimensionale della micro-struttura dei mezzi porosi.
-Analisi, cartografia e telerilevamento multi e iperspettrale delle risorse fisico- ambientali per la conservazione e la gestione sostenibile del territorio in sistemi agricoli del Mediterraneo e forestali -Valutazione dell'impatto degli incendi sui processi di erosione e sull'idrologia superficiale.
-Quantificazione e modellazione dello scambio di gas traccia inquinanti e ad effetto serra dal sistema agricolo-forestale.
-Metodi di valutazione dell'impatto ambientale della gestione di sistemi forestali sul bilancio idrico
-Parametrizzazione e uso di modelli idrologici di simulazione numerica nella soluzione di problemi agroambientali a differenti scale
-Modelli di simulazione della dinamica nel suolo dell'acqua,del carbonio, dell'erosione e loro applicazioni al fine di aumentare la salvaguardia del sistema suolo e la sostenibilità delle produzioni.
-Zonazione vitivinicola ed olivicola in sistemi agricoli del sud Italia