Istituto per i sistemi agricoli e forestali del mediterraneo (ISAFoM)

Collaborazioni

Il ruolo centrale svolto dall'ISAFOM nei settori di propria competenza si e' estrinsecato nel corso del 2002 anche mediante l'instaurazione di una fitta rete di collaborazioni, sia nazionali che internazionali, con alcuni tra i piu' prestigiosi Enti italiani e mondiali nei campi di interesse, come verra' indicato in dettaglio nel prosieguo di questa scheda. Per il momento, basti notare che le collaborazioni nazionali avvengono sia con varie Universita' che con altri Istituti del CNR sia ancora con Ministeri e Regioni.
In ambito universitario, ad esempio, si annoverano collaborazioni con gli atenei di Campobasso, Caserta, Catania, Firenze, Napoli, Padova, Perugia, Piacenza, Pisa, Potenza, Reggio Calabria, Viterbo. I collegamenti internazionali, dal canto loro, riguardano un buon numero di istituzioni in paesi sia europei che extraeuropei: Argentina, Belgio, Germania, Grecia, Israele, Olanda, Peru', Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Spagna, USA.
Il panorama di tematiche interessate da questi rapporti e' invero ampio e differenziato, e copre l'area che costituisce la mission dell'Istituto. Un risultato tangibile di queste collaborazioni e' costituito dall'elevato numero di pubblicazioni di livello internazionale scaturite dalle sinergie messe in atto dai ricercatori ISAFOM e dai loro partner. In piu', va notato che molte di queste collaborazioni avvengono nell'ambito di progetti di ricerca con finanziamenti esterni (Progetti Finalizzati, Progetti di Ricerca di Interesse Nazionale - PRIN, 5° Framework Programme dell'Unione Europea, Programmi Operativi Multiregionali - POM ...) o sono finalizzate alla presentazione di progetti di questo tipo (ad es. per il 6° Framework Programme dell'Unione Europea, Programmi della Regione Campania, Programmi bilaterali tra cui quelli previsti con Argentina e Siria, progetti FISR-MIUR,...).
Nel seguito, queste collaborazioni vengono elencate e brevemente descritte, facendo riferimento per semplicita' espositiva ad una suddivisione basata sulle cinque tematiche fondamentali dell'Istituto. Per ogni collaborazione vengono indicati la sezione ISAFOM partecipante e uno o piu' ricercatori ISAFOM di riferimento.
Per ulteriori dettagli si possono consultare le schede n. 10.00, 16.00,
16.01 e 16.02.

Tematica 1: Meccanismi di risposta di colture erbacee, arboree e delle formazioni forestali agli stress biotici ed abiotici.

In questa tematica confluiscono varie linee di ricerca dell'Istituto, che danno origine alle seguenti collaborazioni in corso con:
Istituto Sperimentale per l'Orticoltura - Mi.P.A.F, Pontecagnano,Salerno L'Istituto suindicato è leader del progetto finalizzato "Orticoltura" del Ministero Agricoltura. Nell'ambito di tale tematica, da parte dell'Unità Operativa dell'ISAFoM - responsabile scientifico Riccardo d'Andria - vengono condotte prove di campo sulla risposta di colture ortive all'irrigazione con acqua di diverso contenuto salino e sono considerati gli effetti sul suolo.
Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Riccardo d'Andria.
Istituto Agronomico Mediterraneo - Mi.P.A.F., Bari Tale Istituto e' unità operativa nel summenzionato progetto, con cui ci sono frequenti scambi di pareri e informazioni sulla conduzione delle prove di campo. Inoltre con alcuni ricercatori sono state condotte alcune prove sperimentali che hanno individuato le potenzialità di utilizzo dell'"atmometro modificato" in ambiente mediterraneo. I risultati oltre ad essere presentati a convegni sono stati accettati dalla rivista scientifica "European Journal for Agronomy" per la pubblicazione. Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Riccardo d'Andria.
· Dipartimento di Arboricoltura e Viticoltura, Università Cattolica Sacro
Cuore, Piacenza
· Dipartimento di Produzione Vegetale ,Università degli Studi della
Basilicata
La collaborazione, cui partecipa, tra gli altri, il Prof. Stefano Poni, avviene nell'ambito del Prin "Misura e modellizzazione del bilancio del carbonio in piante di vite allevate a tendone sottoposte a stress produttivo" E' stata effettuata una campagna di misura su vite per uva da vino per la stima dell'efficienza quantica della fotosintesi da utilizzare nella modellizzazione del bilancio del carbonio. Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Pasquale Giorio, dott. Giuseppe Sorrentino.
Dipartimento di Arboricoltura, Botanica e Patologia Vegetale, Università di Napoli "Federico II" Nell'ambito di questa collaborazione, cui partecipa, tra gli altri, il Prof. Claudio Di Vaio, sono state confrontate le risposte ecofisiologiche (biometria fogliare, stato idrico, scambio gassoso e fluorescenza della Chl
a) di due cultivar di olivo sottoposte a diverso regime irriguo.
Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Pasquale Giorio, dott. Giuseppe Sorrentino.
Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari (IAMB), CHEAM, Valenzano, Bari La collaborazione verte sulle limitazioni stomatiche e non stomatiche di colture agrarie sottoposte a stress salino.
Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Pasquale Giorio, dott. Giuseppe Sorrentino.
· Dipartimento di Scienze dell'Ambiente Forestale e delle sue Risorse,
Università della Tuscia, Viterbo
L'attività verte sulle esercitazioni in campo e sulla verifica della strumentazione idonea per la misurazione eddy covariance, e si avvale della collaborazione del Dott. Giorgio Matteucci. Sezione: Cosenza. Riferimento: dott.ssa Caterina Marino.
· Istituto di Biologia Agro-Ambientale e Forestale - CNR, Montelibretti,
Roma
L'attività riguarda la verifica della strumentazione idonea per la misurazione eddy covariance e per l'analisi degli isotopi stabili di carbonio e vede la collaborazione del Prof. Scarascia Mugnozza. Sezione: Cosenza. Riferimento: dott.ssa Caterina Marino.
Dipartimento di Biotecnologia per il monitoraggio agro-alimentare e ambientale, Università degli studi "Mediterranea" di Reggio Calabria L'attività e' incentrata sul coordinamento scientifico e amministrativo del Dottorato di ricerca e vede la collaborazione del Prof. Giovanni Cacco. Sezione: Cosenza. Riferimento: dott.ssa Caterina Marino.
· Laboratory for Developmental Biology, Katholieke Universiteit Leuven,
Lovanio, Belgio
La collaborazione con il Laboratory (diretto dal Prof. André Van Laere) verte sulla tematica della variabilità dell'attività enzimatica correlata al biochimismo dell'inulina in Cynara spp., e su quella dell' Identificazione e caratterizzazione dei geni che presiedono il biochimismo dell'inulina in Cynara spp.
Sezione: Catania. Riferimento: dott. Salvatore Raccuia, dott.ssa Maria Grazia Melilli.
· Dipartimento di Produzione Vegetale, Universita' della Basilicata,
Potenza
L'attività si estrinseca mediante collaborazione scientifica con il Prof.
Marco Borghetti.
Sezione: Cosenza. Riferimento: dott. Sergio Cinnirella.
· Istituto di Selvicoltura, Universita' di Firenze
L'attivita' prevede l'effettuazione di misure di traspirazione in popolamenti di pino marittimo, e si avvale della collaborazione del Dott. Federico Magnani e del Dott. Abdelkader Bensada.
Sezione: Cosenza. Riferimento: dott. Sergio Cinnirella.
Dipartimento di Agronomia Ambientale e Produzioni Vegetali, Università degli Studi di Padova La collaborazione e' attuata con la partecipazione di personale ISAFOM all'Unità Operativa del Dipartimento nell'ambito del Progetto UE 5° FP:
WATERUSE "Evaluation of alternative techniques for determination of water budget components in water- limited, heterogeneous land-use systems". (EVK1-2000-22061). Il progetto è focalizzato alla valutazione di approcci di studio basati sulla pianta, il suolo e il microclima i) per la determinazione delle componenti del bilancio idrico e ii) per l'identificazione e la previsione di condizioni critiche di carenza idrica in sistemi agrari in ambienti a rischio di siccità.
L'attività ISAFOM nel Progetto prevede i seguenti punti:
Studio della dinamica della traspirazione (sap flow rate) in colture discontinue in relazione alla traspirazione potenziale, e loro relazioni con le variabili ambientali e del sistema colturale. Allestimento dell'esperimento multidisciplinare su oliveto per la valutazione di differenti tecniche di misura dell'uso dell'acqua.
Altri partecipanti al Progetto:
· Instituto Superior de Agronomia (ISA) at the Technical University of
Lisbon, Portugal
· Instituto de Hidráulica, Engenharia Rural e Ambiente (IHERA), Lisbon,
Portugal
Department of Biological Sciences (BS), and Centre for Remote Sensing and Environmental Monitoring (CRSEM), University of Dundee, UK - Institute of Forest Ecology, Mendel's University of Agriculture and
Forestry, Czech Republic
Institute of Geosciences (Department of Geophysics) and Institute for Water Management and Landscape Ecology, Christian-Albrechts-Universitaet, Kiel (D)
· GEOHIRES INTERNATIONAL LTD (GHR), GERMANY
Dipartimento di Ingegneria Agraria e Agronomia del Territorio, sezione 'Gestione delle risorse idriche e territoriali', Università di Napoli
"Federico II", Napoli, Italy
Sezione: Napoli. Riferimento: dott.ssa Francesca De Lorenzi.
Istituto Sperimentale Agronomico, Mi.P.A.F., Bari Collaborazione in prove sperimentali per l'analisi e il monitoraggio della traspirazione e dell'evapotraspirazione in colture arboree Mediterranee (agrumi, vite).
Sezione: Ercolano. Riferimento: dott.ssa Francesca De Lorenzi
Institute of Agricultural and Environmental Engineering (IMAG) B.V., Wageningen (Olanda)
Collaborazione per la preparazione di proposte di programmi di ricerca e sviluppo tecnologico nell'ambito del 5° Framework Program della UE. Le proposte riguardano i temi dell'efficienza dell'uso dell'acqua irrigua in ambienti semi-aridi, considerando sia gli aspetti tecnologici ed agronomici, sia gli aspetti socioeconomici. Alla preparazione delle proposte hanno partecipato anche altri Paesi della UE e paesi extraeuropei dell'area Mediterranea.
Sezione: Ercolano. Riferimento: dott.ssa Francesca De Lorenzi
· Estación Experimental Agropecuaria Catamarca (EEA Catamarca, INTA),
Argentina
· Instituto Nacional del Agua (INA-CRA)
· Instituto de Clima y Agua, (INTA)
Instituto Argentino de Investigaciones de las Zonas Aridas (IADIZA - CONICET)
Collaborazione per la preparazione di una proposta di progetto di ricerca biennale, nell'ambito degli accordi bilaterali di cooperazione scientifica del CNR. Titolo del progetto di ricerca: Ecofisiologia degli alberi da frutto in regime irriguo: analisi sperimentale dei processi e sua applicazione al miglioramento della produttività. Il progetto è stato approvato e l'attività inizierà nel maggio 2003.
Sezione: Ercolano. Riferimento: Prof. Massimo Menenti
Department of Botany, the Hebrew University of Jerusalem, Israele La collaborazione riguarda l'effettuazione di ricerche sull'accrescimento e lo sviluppo del carciofo propagato per seme, per la messa a punto della tecnica di coltivazione delle varietà già costituite e per lo studio sulla fisiologia della germinazione dei semi.
Sezione: Catania. Riferimento: tutti i ricercatori della Sezione.
Department of Vegetable Crops, University of California, USA Argomento di collaborazione e' costituito da ricerche sui trattamenti ai semi per migliorarne la germinazione.
Sezione: Catania. Riferimento: dott.ssa Cristina Patane'.
· Department of Land, Air and Water Resource, University of California,
USA
In tale ambito si effettua l'approfondimento degli studi sulle relazioni tra fattori ambientali e il processo di fotosintesi in specie diverse. Sezione: Catania. Riferimento: dott. Giovanni Avola, dott.ssa Valeria Cavallaro, dott.ssa Elisa Iacoponi.
· Dipartimento di Scienze Agronomiche, Agrochimiche e delle Produzioni
Animali, Università degli Studi di Catania
Le ricerche riguardano in questo caso lo studio dei principali aspetti agronomici, fisiologici e qualitativi in diverse colture (leguminose da granella, pomodoro, patata e carciofo).
Sezione: Catania. Riferimento: tutti i ricercatori della Sezione.
Dipartimento di Scienze Ambientali, II Università di Napoli, Caserta Sezione: Napoli. Riferimento: dott. Antonio Leone.



Tematica 2: Miglioramento della produttività primaria, della qualita' totale dei prodotti e della loro valorizzazione post-raccolta.

Anche questa tematica contiene varie linee di ricerca dell'ISAFOM.
Collaborazioni sono in corso con:
Dipartimento di Coltivazione e Difesa delle Specie Legnose, Universita' di Pisa Con questo Dipartimento, oltre che continui scambi di informazione sull'attività scientifica relativa all'olivicoltura è stato organizzato il corso di formazione "irrigazione e Concimazione in Olivicoltura" svolto a Castagneto Carducci il 24 e 25 Gennaio 2002.
Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Riccardo d'Andria.
Accademia Nazionale dell'Olivo e dell'Olio, Spoleto In tal caso si è collaborato nell'ambito del corso di formazione summenzionato. Inoltre l'accademia sta curando la preparazione degli atti. · Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Riccardo d'Andria.
· Regione Campania - Servizio SeSIRCA
Sono in corso collaborazioni continuative inerenti all'olivicoltura che hanno portato alla stipula di una convenzione triennale per la conduzione di un progetto di ricerca sull'ottimizzazione dell'uso dell'acqua nell'olivicoltura delle zone collinari.
Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Riccardo d'Andria.
· Regione Campania
Con essa e' stato organizzato un corso internazionale Corso Euro Mediterraneo di Alta Formazione in olivicoltura: "Strategie di gestione sostenibile delle risorse idriche per l'incremento quali-quantitativo della produzione olivicola". L'organizzazione di questa attività è stata frutto anche della collaborazione con il Consiglio Oleicolo Internazionale (Madrid, Spagna), con il Dipartimento attività Internazionali del CNR, servizio III°, Mediterraneo e Medio Oriente, Il Ministero degli Affari Esteri (Italia).
Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Riccardo d'Andria.
Consiglio Oleicolo Internazionale, Madrid, Spagna Con esso sono in corso collaborazioni continuative per i) preparazione di un seminario internazionale sull'olivicoltura di cui dovremo sviluppare la parte relativa all'uso dell'acqua, ii) preparazione di un testo per le "buone pratiche in olivicoltura" di cui stiamo curando il capitolo sull'irrigazione iii) la preparazione di un progetto di ricerca e trasferimento dei risultati per Paesi del sud del mediterraneo. Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Riccardo d'Andria.
Dipartimento attività Internazionali del CNR, servizio III°, Mediterraneo e Medio Oriente
· Ministero degli Affari Esteri (Italia)
Sono state condotte collaborazioni che hanno portato alla messa a punto di un progetto sulla "Food Safety" che ha previsto lo stage c/o la sezione di Napoli e di Perugia di un ricercatore Tunisino. Inoltre la collaborazione con questi due organizzazioni sta continuando per la preparazione di un programma bilaterale con la Siria che prevede la formazione di post-laureati sulla filiera olivicola.
Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Riccardo d'Andria.
· Dipartimento di Arboricoltura e Protezione delle Piante, Universita'di
Perugia
· Dipartimento di Produzione Vegetale, Universita' Della Basilicata
· Istituto di scienza dell'alimentazione - CNR, Avellino
· Dipartimento di Scienza degli Alimenti, Universita' di Napoli "Federico
II"
Con i suddetti Enti si è collaborato per la presentazione di un progetto da titolo "Metodi e sistemi per aumentare il valore aggiunto degli alimenti tradizionali e a vocazione territoriale" nell'ambito dei progetti FISR del MIUR. Da accordi presi collaborazioni con alcuni dei citati Enti inizieranno anche sulle provo attualmente in corso. Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Riccardo d'Andria.
Instituto de Recursos Naturales y Agrobiología de Sevilla, Sevilla, Spain Sulla base delle precedenti collaborazioni e scambi di informazione sono in corso collaborazioni continuative che hanno determinato la presentazione di un progetto bilaterale a tema comune, la preparazione di un programma di ricerca che sarà presentato per il finanziamento all'UE nell'ambito del 6° programma quadro e la partecipazione del dr. Fernandez in qualità di relatore al corso Euro Mediterraneo di Alta Formazione in olivicoltura:
"Strategie di gestione sostenibile delle risorse idriche per l'incremento quali-quantitativo della produzione olivicola" organizzato dall'Istituto. Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Riccardo d'Andria.
· Facoltà di Agraria, Università del Molise
Sono in corso collaborazioni continuative con cui sono state condotti prove sperimentali in collaborazione sulla fisiologia dello stress idrico su piante di olivo. I risultati sono stati elaborati ed è stato scritto un primo draft per la pubblicazione su una rivista scientifica internazionale e un estratto sarà presentato all'International Symposium on "olive tree and environment" (Chania Creta 1-3 ottobre 2003). Nel 2003 è prevista la continuazione della collaborazione sugli stessi aspetti scientifici del 2002.
Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Riccardo d'Andria.
· NAGREF (Institute for Olive Tree and Subtropical Plants), Chania, Creta,
Grecia
Sono in corso scambi di informazioni per la eventuale preparazione di programmi comuni di ricerca.
Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Riccardo d'Andria.
· Istituto Sperimentale di Elaiotecnica - Mi.P.A.F.
Sono in corso collaborazioni che riguardano le interazioni tra tecniche agronomiche e qualità delle olive da mensa. La collaborazione è continuativa e sono state alcune pubblicazioni su riviste internazionali. La collaborazione continuerà anche nell'anno in corso con ricerche in collaborazione.
Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Riccardo d'Andria.
· Department of Breeding and Genetics of the International Potato Center
(CIP), Lima, Perù
Si effettuano ricerche sulla micropropagazione in vitro per l'ottenimento di microtuberi di patata.
Sezione: Catania. Riferimento: dott.ssa Anita Ierna.
· Dipartimento di Scienze Agronomiche e Genetica Vegetale, Università di
Napoli "Federico II"
La collaborazione riguarda studi sul miglioramento genetico della patata.
Sezione: Catania. Riferimento: dott.ssa Anita Ierna.
Istituto per le Colture Industriali (ISCI), Mi.P.AF., Bologna Argomenti sono il miglioramento genetico della patata e la caratterizzazione molecolare del DNA. Piu' in dettaglio la collaborazione con l'ISCI (diretto dal Prof. Paolo Ranalli) verte sull'attività di caratterizzazione molecolare mediante RAPD e AFLP di germoplasma in collezione presso la sezione di Catania dell'ISAFoM. Sezione: Catania. Riferimento: dott.ssa Anita Ierna, dott. Salvatore Raccuia.
· Laboratory for Developmental Biology, Katholieke Universiteit Leuven,
Lovanio, Belgio
La collaborazione con il Laboratory (diretto dal Prof. André Van Laere) verte sulla tematica della variabilità dell'attività enzimatica correlata al biochimismo dell'inulina in Cynara spp., e su quella dell' Identificazione e caratterizzazione dei geni che presiedono il biochimismo dell'inulina in Cynara spp.
Sezione: Catania. Riferimento: dott. Salvatore Raccuia, dott.ssa Maria Grazia Melilli.
· Istituto Nazionale per la Ricerca sugli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)
In questa collaborazione ci si interessa delle seguenti ricerche sulla qualità degli alimenti: contenuto di aminoacidi nelle leguminose, contenuto e composizione della fibra nella granella di specie leguminose, contenuto di zuccheri fermentescibili nella granella di specie leguminose, digeribilità proteica della granella di specie leguminose, contenuto di licopene e beta-carotene nel pomodoro.
Sezione: Catania. Riferimento: dott. Ezio Riggi.
· Istituto di Chimica Biomolecolare, CNR
La collaborazione in atto riguarda ricerche sulla qualità degli alimenti relativamente al contenuto di licopene e ²-carotene nel pomodoro. Sezione: Catania. Riferimento: dott. Ezio Riggi.
· Dipartimento di Ingegneria Agraria, Universita' di Napoli "Federico II"
Dipartimento del Territorio, Universita' di Napoli "Federico II" Sono in corso collaborazioni (in effetti a cavallo tra questa Tematica e la precedente) su due programmi di ricerca, i) Strategie integrate per una moderna cerealicoltura' nell'ambito dei programmi POM-Misura 2, ii) Tabacchicoltura irrigua nell'ambito di programmi di ricerca della Regione Campania.
Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Riccardo d'Andria.
· Joint Reseach Centre, Ispra, Varese
Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Antonio Leone.
Dipartimento di Scienze Ambientali, II Università di Napoli, Caserta Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Antonio Leone.
· Dipartimento di Scienze Animali Vegetali e dell'Ambiente, Università del
Molise, Campobasso
Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Antonio Leone.
Departamento de Ciencias y Recursos Agrícolas y Forestales, Universidad de Córdoba, Córdoba, Spagna Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Antonio Leone.


Tematica 3: Infrastruttura e metodi sperimentali

In questa tematica sono attive le seguenti collaborazioni:
· Dipartimento di Produzione Vegetale, Universita' degli Studi della
Basilicata
Messa a punto di tecniche di campionamento indisturbato ed impregnazione di suolo contenente radici al fine di discriminarle dai pori e quantificarne la presenza con tecniche di analisi d'immagine. Tale attivita', insieme con la successiva elaborazione delle immagini ha costituito materia di una tesi di dottorato, seguita dalla Prof.ssa Mariana Amato, sull'influenza delle radici sulla protezione dall'erosione dei suoli in formazioni calanchive. Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Giacomo Mele.
. Università degli studi di Napoli Federico II- DIBET, Dipartimento di Ingegneria Biomedica, Elettronica e delle Telecomunicazioni. Via Claudio, 4 - Napoli Visualizzazione ed analisi 3D della geometria dei mezzi porosi. Referente: Giacomo Mele
. Università degli Studi di Palermo - Dipartimento di Fisica e Tecnologie Relative Viale delle Scienze - Edificio 18 - 90128 Palermo (Italy).
La Tomografia a raggi X quale strumento di studio della risalita capillare di acqua in rocce sedimentarie usate quali materiali di costruzione nel patrimonio culturale. - R. Barraco, M. Brai, T. Schillaci. Referente: Giacomo Mele
. Università degli studi di Napoli Federico II- Facoltà di scienze MM.FF.NN. + DISSPAPA Dipartimento di scienza del suolo della pianta, dell'ambiente e delle produzioni animali -Portici NA (Italy). Indagini innovative sulla strutturazione del suolo. Referente: Giacomo Mele


Tematica 4: Risposta del territorio all'uso agricolo e forestale ed agli stress abiotici.

Le collaborazioni relative a questa tematica sono le seguenti:
· Dipartimento di Scienze del Suolo, della Pianta e dell'Ambiente,
Universita' di Napoli "Federico II"
Contributo alla elaborazione ed alla analisi della struttura spaziale dei dati climatici disponibili nella Valle Telesina nell'ambito della proposta di un nuovo approccio per la zonazione viticola presentato in una tesi di laurea, relatore il Prof. Fabio Terribile.
Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Giacomo Mele.
Dipartimento di Scienze Animali Vegetali e dell'Ambiente, Universita' del Molise, Campobasso Analisi, con tecniche di analisi d'immagine, del degrado subito dalla struttura di un suolo in un ambiente fragile mediterraneo (Murge baresi e salentine). L'attivita' e' stata parte di uno studio sull'influenza della gestione del suolo sulle proprieta' chimiche e fisiche delle Terre Rosse Mediterranee presentato in una tesi sperimentale, relatore il Prof. Claudio Colombo.
Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Giacomo Mele.
· Dipartimento di Scienze Fisiche, Universita' di Napoli "Federico II"
· Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione e Ingegneria Elettrica,
Universita' di Salerno
Argomenti della collaborazione sono il Calcolo Evolutivo, gli Automi Cellulari, le modalita' di apprendimento automatico, ed altri temi di Cibernetica e Intelligenza Artificiale.
L'attivita' si avvale della collaborazione del Prof. Giuseppe Trautteur (DSF-UNINA) e del Dott. Antonio Della Coppa (DIIIE-UNISA), ed ha condotto alla pubblicazione di numerose pubblicazioni a Conferenze Internazionali e su Riviste Internazionali.
La collaborazione e' anche basata su un notevole numero di tesi di Laurea in Scienze Fisiche portate avanti in collaborazione tra il Dipartimento e i ricercatori ISAFOM partecipanti alla collaborazione. Le tesi sviluppate nel corso del 2002 hanno riguardato il data clustering in basi di dati condotto mediante apprendimento non supervisionato (con possibili applicazioni in immagini di Telerilevamento), e la modellizzazione di incendi boschivi mediante Algoritmi Evolutivi ed Automi Cellulari.
Sezione: Ercolano. Riferimento: ing. Ivanoe De Falco, ing. Ernesto Tarantino.
· Dipartimento di Scienze Chimico Agrarie, Università di Napoli "Federico
II"
Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Antonio Leone.
Dipartimento di Scienze Ambientali, II Università di Napoli, Caserta Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Antonio Leone.
- Shapotou Desert Research Station - Cold & Arid Regions Environmental & Engineering Research Institute - Chinese Academy of Sciences -P R China
Cambiamenti strutturali a lungo termine in croste microbiche dovute ad interventi di ingegneria naturalistica in ambiente desertico in Cina. Referente: Giacomo Mele
- Università degli studi di Napoli Federico II- Dipartimento di ingegneria agraria ed agronomia del territorio. Portici Na. Risposta strutturale e meccanica del suolo a diversi tipi di lavorazioni. Referente: Giacomo Mele
- National Soil Tilth Research Laboratory , Dr. David Laird - USDA - Ames, IOWA -USA. Influenza delle rotazioni colturali sulla struttura del suolo. Referente: Giacomo Mele.
- Istituto per lo Studio degli Ecosistemi CNR-ISE - Sede distaccata di Firenze. Via Madonna del Piano 10, Sesto Fiorentino FI Studi microstrutturali di ambienti estremi delle isole Svalbard. Referente: Giacomo Mele


Tematica 5: Conservazione e gestione delle risorse idriche, del patrimonio vegetale e del suolo.

Questa tematica ha visto in atto nel 2002 collaborazioni con i seguenti Enti:
Dipartimento di Difesa del Suolo, Università della Calabria L'attività concerne studi sui processi idrici ed erosivi in bacini boscati, con particolare riferimento all'influenza della gestione forestale sull'intercettazione e sulle componenti degli eventi di piena . La collaborazione ha riguardato anche la modellizzazione dei singoli eventi di piena. L'attivita' si avvale della collaborazione del Prof. Ennio Ferrari e del Prof. Francesco Iovino.
Sezione: Cosenza. Riferimento: dott.ssa Antonella Veltri.
· Dipartimento di Agronomia e Agrobiologia, Università degli studi
"Mediterranea" di Reggio Calabria
L'attività riguarda aspetti relativi alla gestione forestale in popolamenti naturali e artificiali di pino laricio e si avvale della collaborazione del Prof. Vittorio Garfì e del Prof.Giuliano Menguzzato. Sezione: Cosenza. Riferimento: dott. Giuseppe Garfi'.
Azienda Forestale della Regione Calabria, Catanzaro L'attività di collaborazione viene condotta mediante studi sull'efficacia antierosiva della copertura in impianti di eucalipto in microbacini sul versante ionico della Calabria e ricerche sui processi idrologici in un bacino boscato della Sila Greca Cosentina.
Sezione: Cosenza. Riferimento: dott. Giovanni Callegari.
Dipartimento di Ecologia, Università della Calabria L'attività prevede il rilevamento dei danni da stress ambientale a livello di organi e tessuti di alberi forestali, e vede la collaborazione della · Prof.ssa Silvia Mazzuca.
Sezione: Cosenza. Riferimento: dott. Giovanni Callegari.
Dipartimento di Difesa del Suolo, Università della Calabria L'attività e' incentrata sull'analisi quali-qualitativa delle deposizioni atmosferiche, del ruolo del bosco sulla trasformazione e inertizzazione delle sostanze tossiche e viene effettuata mediante collaborazione con l'Ing.Ernesto Infusino.
Sezione: Cosenza. Riferimento: dott. Giovanni Callegari.
Department of Geography, University of Exeter, United Kingdom L'attività prevede la collaborazione scientifica con il Prof. D. E. Walling.
Sezione: Cosenza. Riferimento: dott. Giovanni Callegari.
· Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Forestali e Ambientali,
Università di Reggio Calabria
L'attività e' basata sul Prelievo di campioni di suolo, per fissato schema di campionamento, e sull'applicazione di modelli erosivi attraverso la quantificazione del contenuto di radionuclidi. Ci si avvale della collaborazione del Dott. Paolo Porto.
Sezione: Cosenza. Riferimento: dott. Giovanni Callegari.
· Istituto sperimentale Agronomico-MIPAF (Bari)
L'attività verte sull'applicazione di tecniche geostatistiche e vede la collaborazione del Dott. Anna Maria Castrignano. Sezione: Cosenza. Riferimento: dott. Gabriele Buttafuoco.
Dipartimento di Scienze del suolo e nutrizione delle piante - Università di Firenze L'attività prevede l'effettuazione di studi pedologici e si espleta mediante collaborazione con il Dott. Antonio Carmine Dimase. Sezione: Cosenza. Riferimento: dott. Gabriele Buttafuoco.
Istituto per lo studio degli Ecosistemi - CNR, Firenze L'attività di collaborazione verte su studi pedologici e viene portata avanti con il Dott. Ermanno Busoni.
Sezione: Cosenza. Riferimento: dott. Gabriele Buttafuoco.
· Dipartimento di Scienze Chimico Agrarie, Università di Napoli Federico II
Sezione: Ercolano. Riferimento: dott. Antonio Leone.
. Dipartimento di Scienze Agronomiche, Agrochimiche e delle Produzioni Animali (DACPA), Università degli Studi di Catania. dott.ssa Cristina Patanè.
. CNR-Istituto di Chimica Biomelocolare, Sezione di Valverde-Catania dott.ssa Cristina Patanè.
. Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroambientali (DISTA), Università degli Studi di Bologna. dott.ssa Cristina Patanè.
. Dipartimento di Scienze dei Sistemi Colturali, Forestali e dell'Ambiente, Università degli Studi della Basilicata, Potenza . dott.ssa Cristina Patanè.
. Department of Vegetable Crops, University of Califormia, Davis. dott.ssa Cristina Patanè.
. Dipartimento di Scienze Ambientali "G. Sarfatti" - Università degli Studi di Siena, Via P. A. Mattioli, 4 - 53100, Siena. dott. Roberto Altieri.
. Prof. N. G. (Tan) Nair, Centre for Horticulture & Plant Sciences, University of Western Sydney, Locked Bag 1797, Penrith South DC 1797, NSW, Australia
. Dipartimento di Medicina Sperimentale e Scienze Biochimiche, Sezione di Microbiologia, Via del Giochetto, 06100 Perugia, Dott. Ermanno Federici, Prof. Elio Cenci. dott. Roberto Altieri.
. Dr. Michael Raviv, Dept. of Environmental Horticulture, Newe Ya'ar Research Center, ARO P.O. Box 1021 Ramat Yishay, 30095 Israel. dott. Roberto Altieri.
. Accordo di cointeresse con il Consorzio Le Vie dell'Olio, Via Campagna 48,Cosenza (CS), per la realizzazione del progetto di cooperazione denominato Gestione e valorizzazione economica dei sottoprodotti (reflui oleari) dell'attività di produzione dell'olio di oliva. dott. Roberto Altieri.
. Fondazione della associazione internazionale IAMAW (International Association of Mediterranean Agro-industrial Wastes) con sede legale c/o ISAFoM-CNR di Perugia. dott. Roberto Altieri.
. CNR- Istituto per la protezione delle piante Torino, dott. Valeria Cavallaro.
. Università degli Studi di Catania, Dipartimento di Scienze Agronomiche, Agrochimiche e delle Produzioni Animali, Sez. Scienze Agronomiche. dott.ssa Anita Ierna.
. Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura - Istituto Sperimentale per le Colture Industriali. dott.ssa Anita Ierna.
. Università degli Studi di Napoli Federico II, Dipartimento di Scienze del Suolo, della Pianta, dell'Ambiente e delle Produzioni Animali. dott.ssa Anita Ierna.
. International Potato Center, Lima - Perù. dott.ssa Anita Ierna.
. Univ. degli Studi di Napoli Federico II - Dip. Arboricoltura Botanica e Patologia Vegetale. dott. Maurizio Buonanno.
. CNR-ISAFOM/CAS-CAREERI. dott.ssa Anna Tedeschi.
. CNR-ISAFoM/ARO Volcani Center, Israele. Dr. Nadler. Referente Dr. A. Basile.