Earth system science and environmental technologies

Scientific council

×

Warning message

This content has not yet been translated. What you're seeing is the content in the original language.

MARIA FRANCESCA COTRUFO

Title: Professor and Associate Head

Affiliation: Colorado State University, Fort Collins, USA

Specialization: soil ecologist

Profile:
I am a soil ecologist with leading experience in the field of litter decomposition and soil organic matter dynamics, and in the use of isotopic methodologies in these studies. My main research interest is in understanding the mechanisms and drivers of formation and persistence of soil organic matter, and its response to global environmental changes and disturbances. I also aim to transfer this understanding into predictive models. I pursue applied research to propose soil management practices that increase soil health and mitigate climate change, such as application of biochar in soils, or use of cropping systems that maximize efficiency of soil organic matter formation, while supporting nutrient recycling. As a scientist fully aware of the current and future challenges expecting humanity, and the value of science literacy, I am interested in promoting education, and outreach activities to help mitigating the current human impacts on the Earth System and assure a better sustainable path for humanity.

ANDREA DINI

Title: Ricercatore

Affiliation: IGG

Specialization: Geologia

Profile:
_

ANDREA RINALDO

Title: Professore

Affiliation: Laboratory of Ecohydrology ECHO/IIE/ENAC, École Polytechnique Fèdèrale de Lausanne (EPFL)

Specialization: Fluid Mechanics

Profile:
Piene, siccità e una giusta distribuzione dell'acqua: questi i temi degli studi di Andrea Rinaldo, autore di 4 monografie e oltre 300 articoli pubblicati in riviste internazionali, tra cui una quarantina su Nature, Science e PNAS. Gli studi, sia teorici che sperimentali (di laboratorio o di campo) sono riconducibili all'Idrologia, alla Geomorfologia fluviale, all'Ecologia e le Scienze ambientali e riguardano controlli idrologici sulle comunità vive: in particolare in reti fluviali trattate come corridoi ecologici per specie, popolazioni e patogeni (oggetto di ERC Advanced Grant nel 2008). Tra questi: applicazioni della matematica ed esperimenti sul ruolo ecologico di substrati dendritici per il mantenimento della biodiversità; epidemiologia ed ecologia matematica spazialmente esplicita di epidemie di colera; stabilità dell'equilibrio di sistemi non-infetti da malattie veicolate dall'acqua inclusivi di mobilità umana e reti idrauliche; studi teorico/sperimentali della diffusione di bilarzosi endemica in Burkina Faso e di epidemie di malattie renali proliferative (PKD) nei pesci d'acqua dolce. Fra i riconoscimenti, i premi Gatto e Tartufari dei Lincei, la Dalton Medal dell'EGU, il Prince Abdullaziz International Water Prize, lo Hydrologic Sciences Award dell'AGU, le elezioni nella Royal Swedish Academy of Sciences, e nelle National Academy of Engineering e National Academy of Sciences americane.

ANGELO PIETRO VIOLA

Title: Dottore

Affiliation: ISP

Specialization: Fisica

Profile:
Laureato in Fisica presso l'Università di Roma La Sapienza con una tesi in Oceanografia fisica.
Assunto nel 1984 al CNR ha svolto ricerche nell'ambito del telerilevamento da satellite della superficie del mare.
Nel 1992 ha iniziato ad occuparsi dei processi nello strato limite atmosferico utilizzando misure di telerilevamento acustico da terra. Ha collaborato allo sviluppo e alla implementazione sodar alla messa a punto di nuove metodologie per osservazione della bassa atmosfera.
Nell'ambito di queste attività ha partecipato a diverse campagne in Antartide presso le stazioni Mario Zucchelli e Concordia, per lo studio delle caratteristiche dinamiche dello strato limite atmosferico in ambiente polare. Dal 2009 ha orientato la sua attività' di ricerca sui processi che attengono ai cambiamenti climatici nella regione polare artica, che ha visto un forte rilancio delle ricerche in atmosfera, con la costruzione della Climate Change Tower, un'importante infrastruttura per la misura dei parametri fisici dell'atmosfera, di cui è responsabile.
Attualmente ha un ruolo di coordinamento nel gruppo di lavoro delle attività di ricerca italiane alle Svalbard, rappresentante il CNR nel NYSMAC ed è inserito nei gruppi di lavoro di coordinamento SIOS per la gestione dei dati delle Svalbard (SDMS), è Chair del WG per le Infrastrutture di ricerca (RICC). E' anche rappresentante italiano all'interno del gruppo di lavoro AMAP (monitoraggio atmosferico) del Consiglio Artico. Infine è responsabile scientifico dell'infrastruttura digitale IADC (Italian Arctic Data Center) per la gestione dei dati acquisti in Artico presso la stazione Dirigibile Italia.
Google scholar: 113 publ. , Cit. 1044, H index , 19 iH- Index , 33