Tutela e valorizzazione IPR

Il Cnr supporta ed incoraggia i propri ricercatori a proteggere e valorizzare i risultati delle proprie ricerche, promuovendone l’utilizzo in collaborazione con partner industriali e/o altre istituzioni.

Nel quadro del nuovo Statuto e del vigente Regolamento per la Generazione, Gestione e Valorizzazione della Proprietà Intellettuale sui risultati della ricerca del Cnr, la Struttura di Particolare Rilievo ‘Valorizzazione della Ricerca’ (SPRVR) opera in coordinamento con i Dipartimenti e gli Istituti al fine di sostenere e disciplinare le procedure, i processi e gli strumenti relativi alle diverse fasi dei Diritti di Proprietà Intellettuale (DPI) generati attraverso ricerca autonoma, collaborativa e commissionata dal personale dell’Ente.

Contestualmente ai nuovi Regolamenti, è stata inoltre istituita una Commissione brevetti, composta da esperti con il compito di fornire al Responsabile della SPRVR un parere tecnico sulla eventuale opportunità di estensione all’estero della protezione brevettuale di un risultato della ricerca depositato a livello nazionale. Le azioni di valorizzazione comprendono le cessioni e le licenze e sono relative a un portafoglio di diritti di proprietà intellettuale che comprende tutte le tipologie di diritti (vetrine, progetti e bandi di sviluppo IPR, contratti di sviluppo, accordi di opzione, MoU, accordi di confidenzialità, ecc.).

Tra le modalità di valorizzazione rientrano quelle relative all’attivazione di contratti di ricerca e trasferimento per i quali il DPI costituisce lo strumento di promozione e l’occasione di sviluppo.

I relativi contratti possono prevedere cessioni, licenze e altre modalità di valorizzazione e, di norma, comprendono: un riconoscimento dell’investimento fatto; una stima del contributo inventivo dei ricercatori dell’Ente e un’altra di ritorno economico in forma di importo diretto e/o royalties direttamente proporzionale alla maturità della tecnologia, alle opportunità di mercato e ai relativi costi e rischi. Tra le modalità di valorizzazione rientrano quelle relative all’attivazione di contratti di ricerca e trasferimento per i quali il DPI costituisce lo strumento di promozione e l’occasione di sviluppo.

Il Cnr ha numerosi contratti di licenza attivi, che producono ritorni sotto la forma di lump-sum, royalties ed altre modalità.


Informazioni a cura di: Struttura di Particolare Rilievo Valorizzazione della Ricerca

Ultimo aggiornamento: 23/06/2016