Scienze bio-agroalimentari

L’attività di ricerca e innovazione nei campi connessi all’agricoltura e alle scienze dell’alimentazione ha la sua regia strategica nel Dipartimento di scienze bio-agroalimentari (Disba).

Gli studi sono focalizzati nelle aree di biologia e biotecnologia, alimentazione e agricoltura sostenibile, con l’obiettivo di sviluppare soluzioni tecnologiche innovative e fornire, a soggetti pubblici e privati, servizi ad alto contenuto tecnologico quali caratterizzazione e conservazione di risorse genetiche animali e vegetali, certificazione e tracciabilità delle produzioni, analisi sensoriali e/o di contaminanti e allergeni degli alimenti, miglioramento genetico di specie animali e vegetali, diagnosi fitosanitarie e previsioni agrometeorologiche per l’agricoltura di precisione.

Scarica la brochure - Guarda il video di presentazione del Dipartimento.

Se il cibo è “bio”, occhio all’etichetta per sapere se è in regola

Rassegna stampa 01/12/2017

Rinnovabili.it – Mauro Gamboni, biologo del CNR ed esperto del Dipartimento di scienze bio-agroalimentari del Cnr è stato intervistato dalla rivista 'Rinnovabili.it' per spiegate scientificamente perché e quando si può dire che l’alimento è 'bio', analizzando scenari attuali e prospettive future

istituto di biologia e biotecnologia agraria

Video novembre 2017

La sede secondaria di Pisa dell’Istituto di Biologia e Biotecnologia Agraria, che ha sede principale a Milano, nasce dalla confluenza dell’ex-Centro Studi per la Microbiologia del Suolo e ricercatori e unità di personale tecnico e amministrativo provenienti dall’ex Istituto di Mutagenesi e Differenziamento (IMD). L’eredità culturale della sede scondaria di Pisa si incentra sulle relazioni tra microrganismi e piante e sugli effetti che queste ultime possono avere sulla biodiversità e funzionalità dei microrganismi, come pure sugli effetti che i microrganismi possono avere tra di loro, oltre che con le piante alle quali sono associati. 

Isac-Cnr: 2017 anno più secco degli ultimi due secoli

Nota stampa 04/12/2017

Secondo i dati dell'Istituto di scienze dell'atmosfera e del clima del Consiglio nazionale delle ricerche, dal 1800 a oggi il 2017 emerge come anno meno piovoso. L'anno appena trascorso è stato inoltre il quarto per temperature, con 1,3°C di anomalia positiva rispetto alla media

Un'estate torrida

Almanacco della scienza dicembre 2017

Nel 2017 abbiamo avuto la seconda stagione tra le più calde degli ultimi due secoli. Federico Fierli dell'Isac-Cnr spiega quali le possibili cause e conseguenze di temperature così elevate

Sguardi incrociati Québec-Italia

Evento 05/12/2017

La sede centrale del Cnr ha ospitato un incontro sullo stato attuale e sulle prospettive della ricerca ambientale in Italia e Québec: ad aprire i lavori il presidente del Cnr Massimo Inguscio con il delegato del Quèbec a Roma Marianna Simeone e il Capo Scientifico del Québec Rémi Quirion

Le meduse usate come mangime

Rassegna stampa 29/11/2017

L'Ispa-Cnr partecipa al progetto di ricerca europeo GoJelly sull’uso di meduse per la realizzazione di nuovi prodotti come fertilizzanti in agricoltura, ma anche mangimi sostenibili per acquacoltura o novel food.  Il progetto è stato finanziato dall'UE con 6 milioni di euro. La ricercatrice dell'Ispa-Cnr e i suoi colleghi studieranno le caratteristiche biochimiche, nutraceutiche, microbiologiche e nutrizionali delle meduse del Mediterraneo e dei mari europei

Conferenza DiSBA 2017. I frutti della ricerca bio-agroalimentare per affrontare le grandi sfide globali

Area istituzionale

Dal 21 al 22 dicembre 2017 si terrà la Conferenza annuale del Dipartimento di scienze bio-agroalimentari del Cnr.  La Conferenza intende passare in rassegna le eccellenze della ricerca scientifica nel campo agroalimentare e formulare nuovi scenari volti ad offrire e analizzare ulteriori soluzioni sempre più innovative e sostenibili. Sarà inoltre una piacevole occasione di scambio, di conoscenza reciproca e di contatto personale anche in vista delle prossime festività natalizie

A tavola meno rischi con l'informazione

Almanacco della scienza novembre 2017

Verificare origine e composizione di quello che mettiamo nel carrello della spesa è una tutela per la nostra salute. Ce lo ricorda Alfonso Siani dell'Istituto di scienza dell'alimentazione Cnr, evidenziando comunque l'ottima qualità dei prodotti italiani e europei