Scienze bio-agroalimentari

L’attività di ricerca e innovazione nei campi connessi all’agricoltura e alle scienze dell’alimentazione ha la sua regia strategica nel Dipartimento di scienze bio-agroalimentari (Disba).

Gli studi sono focalizzati nelle aree di biologia e biotecnologia, alimentazione e agricoltura sostenibile, con l’obiettivo di sviluppare soluzioni tecnologiche innovative e fornire, a soggetti pubblici e privati, servizi ad alto contenuto tecnologico quali caratterizzazione e conservazione di risorse genetiche animali e vegetali, certificazione e tracciabilità delle produzioni, analisi sensoriali e/o di contaminanti e allergeni degli alimenti, miglioramento genetico di specie animali e vegetali, diagnosi fitosanitarie e previsioni agrometeorologiche per l’agricoltura di precisione.

Scarica la brochure - Guarda il video di presentazione del Dipartimento.

La sana alimentazione, a scuola e al lavoro, dall'infanzia alla terza età

Evento 11/06/2018

Proteggere la salute dei cittadini ad iniziare dai più vulnerabili e indifesi, come i bambini e i ragazzi, ma anche gli anziani, richiede azioni di contrasto anche verso le diseguaglianze socio-economico-culturali in quanto la scorretta alimentazione e/o l'obesità non sono solo legate a una responsabilità personale, ma possono dipendere anche da altri aspetti, tra cui il reddito (il cibo salutare costa di più, mentre quello 'spazzatura' è spesso a buon mercato), l'istruzione, la formazione. Per raggiungere questi obiettivi è fondamentale sviluppare sinergie tra medici, giornalisti, insegnanti, genitori, amministratori e decisori politico-istituzionali in un’alleanza per la promozione di un sano stile di vita. Di questi aspetti si parlerà al convegno organizzato dal Servizio prevenzione e protezione e dal Disba-Cnr che si terrà lunedì 11 giugno 2018 presso l’Aula Marconi del Cnr di Roma

a Alforlab due modelli di stima per prevenire frane e smottamenti

News 24/05/2018

Da Alforlab due modelli di stima per prevenire il rischio idrogeologico. Il primo, denominato GA-SAKe (Genetic Algoritms-Self Adaptive Kernel) ed elaborato presso l’Irpi-Cnr, è un modello empirico-idrologico per la previsione di frane, la cui calibrazione è automatica grazie all’utilizzo di algoritmi genetici, l’altro è denominato Shallow Landslides Stability Index (Slsi) ed è stato elaborato presso l’IIsafom-Cnr, diretto da Giorgio Matteucci. "Permettono di intervenire attraverso una adeguata gestione integrata delle risorse forestali nelle aree a maggiore rischio per prevenire eventuali fenomeni franosi"

Il progetto europeo EDEN-ISS: verso nuove metodologie di coltivazione in condizioni ambientali estreme

News 23/05/2018

La scienza sta compiendo piccoli ma significativi passi in avanti verso una 'agricoltura' autosufficiente che potrebbe garantire all’uomo, in futuro, l’opportunità di coltivare in maniera del tutto autonoma alimenti di buona qualità anche nelle basi permanenti sulla Luna o su Marte. Questo è l’ambizioso obiettivo del progetto Europeo 'Eden-ISS: Ground Demonstration of Plant Cultivation Technologies for Safe Food Production in Space', finanziato dal programma Horizon 2020 e che terminerà alla fine del 2018

Cnr partner scientifico a Expo 2020 Dubai

Comunicato stampa 23/05/2018

Firmato oggi il protocollo di intesa tra Consiglio nazionale delle ricerche e Commissario generale di sezione per l’Italia a Expo 2020 Dubai, la prima edizione dell’Esposizione universale nel mondo arabo. La collaborazione verte sulla partecipazione italiana nei settori salute, ambiente, sviluppo sostenibile e cultura

Ricerca e open data: l'agricoltura di precisione per tutti

Evento 28/05/2018

Nel 2015 CnrxExpo ci ha permesso di fare il punto sull’utilizzo dell’agricoltura di precisione nel nostro paese, grazie al confronto diretto tra il mondo della ricerca e le aziende agricole. Consci del costante flusso di nuove tecnologie nell’agricoltura, della grande mole di dati di alta qualità derivanti da satelliti, droni, stazioni meteo, sensori in campo, ci siamo lasciati con una tabella di marcia per la promozione di esperienze pilota e buone pratiche a supporto delle decisioni delle aziende

Integrated preventive actions to avoid mycotoxins in malting and brewing

Evento dal 23/05/2018 al 24/05/2018

The first MycoKey Technological Workshop will be held in Helsinki, Finland on May 23-24, 2018, and which will be hosted by VTT Technical Research Centre of Finland Ltd. The theme of the event is "Integrated preventive actions to avoid mycotoxins in malting and brewing". Contamination of cereals by various toxigenic fungi is a serious global concern. Recognising, understanding, and managing toxigenic fungi and mycotoxin production require close cooperation and communication between different sectors along the food, beverage and feed production chain

Settimana della Biodiversità Pugliese 2018

Area istituzionale

Anche quest’anno la Regione Puglia propone dal 20 al 26 maggio la 'Settimana della Biodiversità Pugliese' di interesse agricolo e alimentare. L'evento rientra nel progetto regionale “Conoscere l’agrobiodiversità pugliese” finanziato dal MIPAAF, è realizzato dal Dipartimento di Scienze Agro-Ambientali e Territoriali dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro in collaborazione con l’Istituto di Bioscienze e Biorisorse del Cnr Bari, il CRSFA Basile Caramia di Locorotondo e lo spin off Sinagri, nonché con il contributo dei cinque progetti integrati per la biodiversità finanziati dal PSR Puglia 2014-2020

Accordo Eni-Cnr, più ricerca nel sud Italia

Video maggio 2018

Eni e Cnr insieme nella ricerca e innovazione per rispondere alle sfide globali. Il presidente del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr), Massimo Inguscio, e l’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, hanno firmato un ‘Memorandum of Understanding’ (Mou) per lo sviluppo di ricerche congiunte in quattro aree di alto interesse scientifico e strategico: fusione nucleare, acqua, agricoltura e l’ecosistema artico

Birra: produrla più velocemente e con meno energia grazie a un brevetto Cnr

Nota stampa 21/05/2018

Giovedì 24 maggio, presso il Birrificio San Gimignano a Barberino Val d’Elsa (FI), verrà presentato il primo apparato al mondo che sostituisce le tecnologie esistenti relativamente alla fase di ‘cottura’ del mosto di birra, grazie all’integrazione di processi di cavitazione idrodinamica controllata. L’industrializzazione si è fondata sulle ricerche dell’Istituto di biometeorologia del Cnr di Firenze, nell’ambito del progetto TILA, cofinanziato dalla Regione Toscana

Nuovo messaggero' di un gene regola la fertilità maschile delle piante

Comunicato stampa 17/05/2018

Un team coordinato dall’Istituto di biologia e patologia molecolare del Cnr ha dimostrato che nelle piante la fertilità maschile è collegata a uno specifico messaggero del gene ARF8. L’indagine, pubblicata su Plant Cell, implica importanti ricadute in piante di interesse agrario di tipo ibrido che mostrano un maggior vigore rispetto a quelle prodotte per autofecondazione

Sistema wireless per l'irrigazione di precisione nella coltivazione fuori suolo del basilico in serra

Rassegna stampa 14/05/2018

I sensori dielettrici di umidità sono particolarmente adatti per la gestione dell'irrigazione nella produzione fuori suolo in serra. Identificare gli effetti pratici del contenuto di acqua del substrato sulla produzione è cruciale per un'irrigazione di successo basata sui sensori. Su questo hanno condotto uno studio i ricercatori dell'Ispa-Cnr coordinati da Francesco F. Montesano

Pomodori, nuova frontiera dell'ingegneria metabolica

Rassegna stampa 10/05/2018

E' stata messa a punto da ricercatori dell'Ispa-Cnr una linea di ortaggi che contiene una combinazione unica di polifenoli. “Nei nostri laboratori - spiega Angelo Santino dell’Ispa-Cnr coordinatore dello studio - siamo riusciti ad ottenere, attraverso un approccio di ingegneria metabolica, una linea di pomodori, che abbiamo chiamato 'bronzeo' per il colore metallico e bronzato della loro buccia, che contengono una combinazione unica di polifenoli. Si tratta, in particolare di flavonoli, antocianine e stilbenoidi la cui azione sinergica è stata valutata in topi affetti da infiammazione cronica intestinale”

Studiare le foreste partendo dalle farfalle

News 07/05/2018

C’è una correlazione tra diversità del paesaggio forestale e biodiversità, tra boschi e falene? Il tema è al centro di una recente ricerca targata Alforlab, il laboratorio pubblico-privato, che ha come capofila il Cnr (Dipartimento di scienze bio-agroalimentari – Istituto per i sistemi agricoli e forestali del Mediterraneo di Rende, in provincia di Cosenza). Quattro gli scenari boschivi considerati dallo studio, a diverse scale spaziali, sull’intero territorio calabrese: i castagneti della Catena Costiera, le faggete del Pollino-Orsomarso, le pinete della Sila e le abetine delle Serre vibonesi.

Dalla ricerca al brevetto

Area istituzionale

Il Disba-Cnr ha promosso la realizzazione del volume, edito da Cnr edizioni,  'Dalla ricerca la brevetto. Repertorio dei trovati depositati dal Consiglio Nazionale delle Ricerche dal 1966 al 2016' curato da Rosanna Mabilia, Arcangelo Cappelloni, Alessandro Frandi con un saggio introduttivo di Francesco M. Cardarelli. Per la prima volta sono raccolti in un repertorio tutti i brevetti depositati dal Cnr dal 1966 al 2016, dopo un attento lavoro di indagine e di verifica sulle fonti.  È possibile consultare il volume al seguente link.