Focus

Un gustoso 'fiore nero'

2017
Versatile in cucina e benefico per le sue proprietà antiossidanti e depurative, il carciofo è presente sulle nostre tavole, grazie alle tante varietà presenti in tutta Italia, coltivabili da ottobre a giugno. Al nostro Paese, tra l'altro, spetta il primato della produzione mondiale, pari a 500 mila tonnellate, di cui il 35% in Puglia, il 32% in Sicilia, il 21% in Sardegna, il 7% in Campania e il 4% nel Lazio, su una superficie totale di circa 47.000 ettari. Ben 4 varietà con marchio ...

TITOLO: Organismi marini in ambienti freddi: adattamenti biochimici e applicazioni biotecnologiche.

2016
Gli organismi marini polari sono di grande interesse perchè: (i) sono tra le specie più vulnerabili al cambiamento climatico; (ii) rappresentano una fonte importante di composti naturali bioattivi che possono avere applicazioni nella "drug discovery". Gli adattamenti fisiologici negli organismi marini polari sono stati guidati, nel corso dell'evoluzione, da due fattori molto importanti: la bassa temperatura e l'alta concentrazione di ossigeno. LO STUDIO DEL CASO: LE EMOGLOBINE NEGLI ORGANISMI ...

Effetti ad ampio spettro dei fitochimici sulla prevenzione delle malattie e il benessere.

2016
I fitochimici possono prevenire condizioni patologiche associate a tumori, malattie cardiovascolari e neurodegenerative attraverso l'attivazione di diverse vie di segnalazione cellulare. Questa associazione positiva, evidenziata da studi interventistici ed osservazionali, viene spesso messa in discussione e sottoposta a critiche, tuttavia, studi biochimici e genetici su modelli cellulari e animali volti a individuare il meccanismo di azione dei fitochimici, forniscono una spiegazione funzionale ...

MGD: Mediterranean Germplasm Database

2016
Scopo della banca dei semi è la conservazione, lo studio e la valorizzare di queste piante. I semi hanno la capacità di resistere a temperature molto alte, quello che più può influire sulla loro conservazione è l'umidità. E possiedono la capacità, quasi magica, di germinare anche a distanza di molto tempo come hanno dimostrato i semi di provenienza addirittura archeologica, custoditi in altre Banche nel mondo. All'interno della Banca del Campus di Bari ci sono semi con conservazione a ...

Caratterizzazione e progettazione di biomolecole per lo sviluppo di biotecnologie di interesse agrario, industriale ed analitico

2015
Questa linea di ricerca studia i meccanismi molecolari alla base dei sistemi biologici per promuovere il progresso biotecnologico agro-alimentare, per la salute dell'uomo e la crescita eco-sostenibile. Le ricerche, di tipo multidisciplinare, riguardano lo studio molecolare e funzionale di proteine, enzimi e microorganismi (archaea e batteri, anche estremofili, come fonte di biocatalizzatori iperstabili) e lo studio fisiologico di eucarioti (piante, alghe, funghi filamentosi, organismi marini ...

Nutraceutica, alimenti funzionali e variabilità genomica e loro ruolo sulla salute e nella prevenzione di patologie umane

2015
Questa linea di ricerca è finalizzata: -alla comprensione delle interrelazioni esistenti tra le caratteristiche biochimiche degli alimenti, la nutrizione e le funzioni cellulari, allo scopo di valutarne gli effetti sulla salute umana e animale, e l'eventuale ruolo nella prevenzione di patologie; -alla definizione delle interazioni tra fattori genetici, epigenetici, nutrizionali e ambientali con la salute umana e del loro impatto nella regolazione della crescita, dell'omeostasi e del ...

L'attività immunomodulatoria del microbiota intestinale

2015
Il microbiota intestinale svolge un ruolo chiave nel processo di maturazione del sistema immune, in particolare durante il periodo neonatale, ed è influenzato per tutta la vita da fattori ambientali. In particolare, la dieta svolge un ruolo centrale nella struttura e costituzione del microbiota. E' stato inoltre suggerito che un sano microbiota si sviluppa quando c'è un corretto bilanciamento tra organismi simbionti, commensali e patobionti. Alterazioni di questo equilibrio conducono al ...

Salvaguardia, gestione, uso sostenibile e evoluzione delle biorisorse di interesse naturale, forestale e agrario

2015
Questa linea di ricerca include studi che mirano a reperire, conservare, monitorare, tutelare, caratterizzare, valorizzare e utilizzare la biodiversità delle specie di interesse agroalimentare e degli ecosistemi agroforestali e naturali, inclusi organismi non vegetali, al fine di garantirne la sostenibilità; aumentare le conoscenze sull'evoluzione e distribuzione delle biorisorse, sul loro ruolo funzionale anche al fine di salvaguardare il potenziale adattativo nei confronti di fattori di ...

Ricerca di base per la comprensione dei processi biologici in sistemi modello e in organismi di interesse agrario e naturale

2015
Questa linea di ricerca studia i meccanismi molecolari che regolano lo sviluppo, il differenziamento, la degenerazione e l'invecchiamento, la riproduzione, l'adattamento evolutivo, la difesa da stress endogeni ed esogeni, il mantenimento dell'integrità genomica, l'apoptosi, la stabilità delle proteine, il trasporto, il metabolismo, l'espressione genica, la trasduzione del segnale. Lo studio di questi meccanismi è affrontato con approcci multidisciplinari genetici e biochimici al fine ...

Miglioramento delle specie e delle produzioni agroalimentari, forestali e industriali mediante strumenti genetici e biotecnologici

2015
Questa linea di attività ha la finalità di: -studiare i meccanismi molecolari, genetici ed epigenetici, implicati nella fitness delle piante e nella qualità dei loro prodotti; -trasferire, mediante approcci traslazionali, nelle specie agrarie e naturali le conoscenze derivanti dai sistemi modello; -tradurre in applicazione le conoscenze acquisite nello studio della biologia di base e nella valutazione delle RGV mediante interventi biotecnologici e ~"breeding" di precisione. Integrando ...

I virus delle piante

2012
La virologia vegetale, nata come branca della patologia vegetale, è diventata col tempo una disciplina a sé stante, con forti implicazioni biochimiche e biotecnologiche. L'IVV (ora IPSP), in collaborazione con Extracampus, la Web TV dell'Università degli Studi di Torino, ha prodotto un breve filmato (10') che introduce alla virologia vegetale ed alle problematiche ad essa collegate. Ad una brevissima sintesi sulla scoperta dei 'virus filtrabili', segue la descrizione della struttura delle ...

La malvasia moscata torna nel bicchiere

2011
"L'impronta varietale data dall'uva utilizzata per la vinificazione è uno degli elementi di maggiore impatto sull'espressione delle note organolettiche dei vini. Se poi la varietà di vite è un vecchio vitigno 'dimenticato', uno di quelli quasi scomparsi dai nostri vigneti per effetto della modernizzazione nell'assortimento, ma di locale valore storico e culturale, allora la questione si fa ancor più affascinante". A dirlo è Anna Schneider dell'Istituto di virologia vegetale (Ivv) del Cnr di ...

Virologia Vegetale

2009
Virologia Vegetale La virologia vegetale, nata come branca della patologia vegetale, è diventata col tempo una disciplina a sé stante, con forti implicazioni biochimiche e biotecnologiche. L'IVV, in collaborazione con Extracampus, la Web TV dell'Università degli Studi di Torino, ha prodotto un breve filmato (10') che introduce alla virologia vegetale ed alle problematiche ad essa collegate. Ad una brevissima sintesi sulla scoperta dei 'virus filtrabili', segue la descrizione della struttura ...

Calabria, terra d'uve

2009
Gaglioppo, Magliocco, Arvino, Mantonico e Sangiovese, sono solo alcune delle molte cultivar presenti sul territorio calabrese. Denominata 'regione dalle molte uve', la Calabria con i suoi 15 mila ettari impiantati a vite, mostra un patrimonio di biodiversità ricco e variegato, suddiviso tra uve nere, bianche, rosse, viola, rosso grigiastre, spesso dal sapore aromatico. Ma perché proprio in Calabria una così ampia ricchezza di diversità genetica? Secondo uno studio realizzato dall'Istituto di ...

Utilizzo di complessi di rame ancorati a gel di silice funzionalizzato come preservanti per il legno contro l'attacco di funghi xilofagi

2009
Autori: Vignali F., Predieri G., Palanti S., Feci E., Conti E. Titolo Convegno: 9 S.A.Y.C.S., Sigma Aldrich Young Chemists Symposium, Pesaro, 12-14 Ottobre Premio come miglior poster assegnato dal Gruppo Giovani della SCI Società Chimica Italiana.

Tecnica innovativa per il settore oleario

2007
Messa a punto di una tecnica innovativa per il settore oleario (nefelometria) con la quale, dalla semplice misura ottica degli spettri dell'olio, si certifica la tipicità del prodotto e si classifica l'origine territoriale (DOP).

Biomonitoraggio ambientale mediante test citogenetici su animali allevati al pascolo in zone a rischio (Mutagenesis 2006)

2007
Gli animali domestici, specie quelli allevati al pascolo, rappresentano delle vere e proprie sentinelle ambientali in quanto, alimentandosi di specie vegetali e terreno (quest'ultimo assunto insieme ai vegetali) presenti nel luogo di allevamento, danno un'idea del grado di contaminazione dell'ambiente e, quindi, della catena alimentare. Infatti, molte sostanze mutagene presenti nell'ambiente passano, attraverso i prodotti animali, all'uomo ponendo le basi per l'insorgenza di alterazioni del ...

Progetto CFC/IOOC/03: Conservazione, caratterizzazione, raccolta e utilizzazione delle risorse genetiche dell'olivo

2007
L'Ivalsa ha coordinamento la raccolta e la caratterizzazione delle risorse genetiche di olivo autoctone di Algeria, Egitto, Marocco, Siria e Tunisia e collaborato alla realizzazione di due campi internazionali (Marrakech e Cordoba) che riuniscono la biodiversità di 16 Paesi del Mediterraneo.

La mappa citogenetica nella pecora domestica (Ovis aries, 2n=54) (Animal Genetics, 2007)

2007
La pecora (Ovis aries, 2n=54) costituisce una delle specie zootecniche economicamente più importanti al mondo, specie nell'area mediterranea. Benché siano disponibili sia mappe di linkage che da ibridi di radiazione, le mappe citogenetiche reperibili nei siti WEB sono tuttora molto povere e costruite, tra l'altro, su vecchi cariotipi standard. La costruzione dei recenti cariotipi standard dei bovidi domestici, tra i quali quello della pecora, basati sia su modelli bandeggiati ad alta ...

Progetto SOFIE

2007
Test sismici su di un edificio SOFIE di 7 piani sono stati completati con successo il 23 ottobre 2007 alla più grande piattaforma vibrante al mondo di Miki, vicino a Kobe in Giappone, simulando le scosse sismiche del terremoto del 1995 a Kobe in Giappone. SOFIE - Sistema Costruttivo Fiemme - è un progetto di ricerca sull'edilizia sostenibile condotto da CNR-IVALSA con il sostegno della Provincia Autonoma di Trento.

Studi e ricerche nella foresta fossile di Dunarobba per la conservazione in situ dei tronchi

2007
Gli esami di laboratorio sono stati effettuati per determinare la durabilità naturale del legno della foresta fossile di Dunarobba ad Avigliano Umbro dall'attacco di funghi e insetti (2003) e per sviluppare una metodologia, basata su modelli digitali 3D a scansione, per la misurazione e il monitoraggio delle deformazioni del legno, provocate da cambiamenti climatici, tra gli alberi della foresta fossile (2007).

Progetto VALERIE

2007
Test al fuoco su un edificio SOFIE di tre piani effettuata presso il Building Research Institute (BRI) a Tsukuba (Giappone) il 6 marzo 2007. L'edificio ha resistito ad un incendio della durata di un'ora conservando le sue proprietà meccaniche e lasciando inalterata la sua struttura portante. Il progetto "VALERIE" ("Fire Risk Assessment - Fire reaction of construction products") è un progetto di ricerca per l'attuazione di una procedura standard per la valutazione della progettazione di ...

Classificazione a macchina del legno strutturale italiano

2006
Progetto Imont (2004-2006): progetto di ricerca per la classificazione a macchina del legno strutturale italiano ottenuto dal legname di varie specie (abete, abete rosso, larice, abete Douglas, pino nero e castagno) provenienti dal Trentino Alto-Adige, dalla Toscana e dalla Calabria. Questo studio ha permesso l'adeguamento di un efficace metodo di classificazione a macchina e la pubblicazione dei profili di resistenza strutturale per specie di legname italiano, origine geografica e categoria di ...

Disegnare geneticamente larchitettura della pianta

2003
La morfologia finale di una pianta viene raggiunta grazie all'attività di due poli di accrescimento, uno radicale e uno apicale, denominati meristemi, che si formano precocemente a livello embrionale. Lo sviluppo di tutti gli organi aerei, e quindi tutta l'architettura della pianta, è determinata dall'attività del meristema apicale del germoglio (SAM). Il SAM è un aggregato di cellule che si trova all'apice della pianta formato da una zona centrale, caratterizzata da cellule pluripotenti ...

Formulazione del problema di sostituzione di un allevamento da latte mediante un processo decisionale Markoviano e la Programmazione Lineare.

2003
Il problema di sostituzione degli animali è stato affrontato più volte e con metodi diversi. Il metodo tradizionalmente usato per risolvere tale problema è di formularlo come un processo decisionale Markoviano e di ottimizzarlo usando la Programmazione Dinamica (PD). Ci sono, comunque problemi associati con l'uso della PD. La decisione di sostituire un animale si basa soltanto sulla performance attesa dell'animale uscente e di quello entrante. Perciò, informazioni riguardanti la performance ...

Biotecnologie per un'agricoltura sostenibile

2003
Le piante in quanto organismi sessili hanno elaborato nel corso dell'evoluzione strategie sofisticate per fronteggiare le condizioni ambientali avverse. Le specie coltivate tuttavia derivano da secoli di selezione ad opera dell'uomo a favore di caratteri quali la produttività e le caratteristiche organolettiche. Tale selezione è avvenuta a discapito di altri caratteri quali la capacità di sopravvivere in condizioni limitanti o di resistere ad attacchi di patogeni. Questo fenomeno causa ...

La mappa citogenetica nel miglioramento genetico del bufalo domestico (Bubalus bubalis, 2n=50)

2003
Dopo la costruzione e pubblicazione del cariotipo standard di bufalo (Iannuzzi, 1994) con ben sei diverse tecniche di bandeggio cromosomico, il laboratorio di Citogenetica Animale e Mappaggio Genetico dell'ISPAAM ha focalizzato parte della sua attività scientifica nel miglioramento genetico del bufalo, una specie di grande interesse economico nel mondo, con circa 130 milioni di capi, e in Italia, con circa 220.000 capi allevati soprattutto in Campania. Gli studi hanno interessato sia aspetti di ...

Crioconservazione e crioterapia in Vitis vinifera L.

2003
La vite è una delle specie vegetali economicamente più importanti tanto che, a livello mondiale, occupa più di 10 milioni di ettari. Numerose sono le varietà, di cui molte a rischio di estinzione. Per evitare l'erosione genetica è necessaria la conservazione del germoplasma sia in situ, sia ex situ cioè in campi collezione e soprattutto mediante colture in vitro che consentono di limitare lo spazio necessario. Nelle colture in vitro la riduzione di crescita è ottenuta o diminuendo la ...

I viroidi: fossili molecolari dalle caratteristiche moderne

2003
Agli inizi degli anni '70 T.O. Diener scoprì che la malattia del tubero fusiforme della patata è generata da un agente infettivo dalle caratteristiche inattese, costituito da un piccolo RNA di dimensioni di gran lunga inferiori a quelle del genoma del più piccolo virus conosciuto. Negli anni successivi, altri ricercatori isolarono da diversi ospiti vegetali RNA con caratteristiche simili ed il termine "viroide" fu generalmente accettato per identificare queste entità biologiche che occupano ...

Istantanee 2004 sui funghi simbionti arbuscolari

2003
I funghi micorrizici arbuscolari (AM) sono organismi misteriosi e sorprendenti. Di recente molte pubblicazioni hanno fornito nuove idee su questi organismi. Lo studio dei trasportatori del fosfato nei funghi AM e del loro impatto sul trasferimento di fosfato alle piante sta rivelando nuovi entusiasmanti aspetti riguardanti un passaggio cruciale della fisiologia vegetale, quale quello della nutrizione minerale. Altri punti fondamentali, come il metabolismo dei lipidi e dei carboidrati e la ...