Speciale Guerra in Ucraina

ImmagineDopo la pandemia, la guerra. Un evento che ci colpisce prima di tutto come esseri umani, poi come europei, ma anche come appartenenti al mondo scientifico e dell’informazione.

Dall'inizio del conflitto, tutta la rete scientifica del Consiglio nazionale delle ricerche si è mobilitata per dare supporto e accogliere studenti, ricercatori e docenti, ma anche per offrire un contributo all'analisi socio-politica e ribadire il messaggio che la scienza è portatrice di pace, amicizia e collaborazione.

Il Consiglio di Amministrazione  ha approvato, in particolare, lo stanziamento di 66 borse di studio da bandire in favore di laureati, ricercatori e docenti di nazionalità ucraina che si trovino in condizione di grave difficoltà a causa del conflitto: attualmente sì è conclusa la fase istruttoria; i bandi saranno emessi dagli Istituti di ricerca interessati, sulla seguente pagina web dell'Unità Relazioni con il Pubblico sarà possibile trovare tutti i dettagli per le candidature.​

Per ogni ulteriore informazione è attivo l'indirizzo email: ucraina@cnr.it

Video:

  • La storia di Hanna, preside a Mariupol (Video Cnr Webtv 09/05/2022): Al Tg regionale della Baslicata un servizio su Hanna Tryfonova, preside della facoltà di lingue straniere nell'Università di Mariupol e già direttrice del Dipartimento di Italianistica, oggi a Potenza con la sua famiglia grazie all'ospitalità dell'associazione Insieme: è in contatto con colleghi del Cnr  che stanno supportando il suo percorso di reinserimento professionale (vedi il video). 

 

News e Comunicati stampa:

  • “Assegnazione di risorse destinate alle istituzioni di formazione superiore e di ricerca per iniziative a sostegno di studenti, ricercatori e docenti di nazionalità ucraina e afghana” (Avviso MUR n. 240 del 04/08/2022): dal 5 al 15 settembre 2022 è possibile presentare domanda di cofinanziamento per borse di studio per dottorandi e studenti, contratti da ricercatore e da visiting professor; misure di sostegno di studenti del programma Erasmus. L'Ufficio Programmazione e Grant Office del Cnr è a disposizione per l'eventuale supporto per la stesura delle domande, che dovranno essere tramesse tramite la piattaforma Progetti MUR (leggi tutto)

  • "Open call for RIS4Ukraine project partners" (News 18/07/2022):  Eit Food, di cui il Cnr è partner, ha annunciato una call per manifestazioni di interesse per tutti i partner interessati a ospitare studenti e laureati triennali o magistrali e/o dottorandi, studenti e ricercatori post-dottorato, nel settore agroalimentare provenienti dall'Ucraina (leggi tutto)

  • "ERA4Ukraine - EURAXESS", portale di informazioni e opportunità a favore di ricercatrici e ricercatori ucraini (News 07/04/2022): Tra le iniziative messe in campo dall'UE, un sito per conoscere le delle azioni specifiche esistenti e in corso di attivazione a favore di ricercatrici e ricercatori ucraini, a livello europeo e dei singoli Stati membri. Il sito è realizzato nell’ambito della rete EURAXESS-Researchers in motion, cui il Cnr aderisce come Contact Point della rete italiana (leggi tutto)

  • Emergenza Ucraina: 66 borse di studio dal Cnr (Comunicato stampa 22/03/2022): Il Consiglio di Amministrazione del Cnr  ha approvato lo stanziamento di 66 borse di studio da bandire in favore di studenti, ricercatori e docenti di nazionalità ucraina. Uno sforzo considerevole, che testimonia una risposta coesa e decisa agli effetti dei gravissimi eventi bellici tutt’ora in atto nel Paese estero (leggi tutto). I bandi relativi agli stanziamenti messi a disposizione dalla rete scientifica del Cnr saranno pubblicati su questa pagina, corredati di tutti i dettagli per le candidature.​ La misura è da intendersi rivolta a studenti, ricercatori e docenti di nazionalità ucraina che si trovino attualmente in condizione di grave difficoltà a causa del conflitto ancora in atto in Ucraina. Per ogni ulteriore informazione è attivo l'indirizzo email: ucraina@cnr.it

 

Interventi della presidente:

  • "Maria Chiara Carrozza in visita all'Ambasciata di Francia" (Intervento del presidente 04/05/2022):): "La guerra in Ucraina  rischia di minare la cooperazione scientifica internazionale. La ricerca e la comunità scientifica  non hanno confini e devono essere strumento di costruzione della pace attraverso la condivisione dei risultati e dei progetti», ha dichiarato la presidente Carrozza durante l'incontro presso l'Ambasciata di Francia (leggi tutto)

  • "La ricerca continui a essere strumento di pace" (Intervento del presidente 27/04/2022): Presente all'inaugurazione del convegno "Fare ricerca", promosso dalla Regione Lazio e ospitato presso la sede centrale del Cnr mercoledì 27 aprile, la presidente del Cnr Maria Chiara Carrozza ha ribaduto il suo impegno per accogliere i colleghi che fuggono da situazioni di guerra  (leggi tutto)

  • "Guerra, pace, scienza" (Video Cnr Webtv, marzo 2022): A Rai Futuro 24, la presidente del Cnr ribadisce che la scienza è per la pace. "C’è una storia di collaborazione in alcuni settori scientifici che viene da anni e anni quindi si interrompe, magari formalmente con le autorità ufficiali, ma le ricercatrici e i ricercatori troveranno sempre una casa al Cnr, soprattutto se portano avanti l’idea della pace e credono nella scienza e nella diplomazia scientifica” (vedi tutto)

  • Uniti per la pace (Video Cnr Webtv, marzo 2022): Una videocarrellata di immagini che mostra come la rete Cnr abbia celebrato la ricorrenza dell'8 marzo con un minuto di silenzio, per esprimere solidarietà al popolo ucraino e a tutti i popoli attualmente vittime di guerre e ingiustizie (vedi tutto)

  • "Il mondo della ricerca per l'Ucraina" (Video Cnr Webtv, marzo 2022): La diplomazia scientifica è un elemento fondamentale per la pace: a UnoMattina la presidente del Cnr Maria Chiara Carrozza spiega che la la decisione dolorosa di sospendere le missioni e il rinnovo degli accordi con la Russia non deve in qualche modo isolare ancora di più i ricercatori russi” (vedi tutto)

  • La presidente del Cnr si unisce all'appello per la pace in Ucraina (28/02/2022): In occasione delle celebrazioni a Parigi per i 15 anni dell’European Research Council (Erc), la presidente del Consiglio nazionale delle ricerche, Maria Chiara Carrozza, ricorda che la scienza è un fondamentale veicolo di pace e collaborazione. L’Ente sospende accordi e missioni con la Russia e si attiva per offrire disponibilità e sostegno a ricercatrici e ricercatori ucraini (leggi tutto)

 

Dall'Almanacco della Scienza Cnr:

  • L'importanza del prendersi cura (Almanacco della Scienza Cnr 22/06/2022): Nella sezione Faccia fa faccia del web magazine dell'Ufficio stampa, un'intervista alla presidente di Emergency Rossella Miccio, che porta avanti l’impegno di Gino Strada tra pandemie e guerrre (leggi tutto)
  • Un solo pianeta, un solo destino (Almanacco della Scienza Cnr 16/03/2022): Ciò che accade in Ucraina rischia di avere conseguenze devastanti per la nostra economia, per il nostro sviluppo, per il Piano di ripresa che l’Europa si è data dopo la pandemia, per la transizione ecologica. Senza comunicazione a spot e polarizzata, ma con un ragionamento articolato. Per riflettere, comprendere quanto la situazione sia complessa e quanto soltanto il ritorno alla ragione e alla responsabilità da parte di tutti possa farci sperare (leggi tutto
  • L'oro bianco dell'Ucraina (Almanacco della Scienza Cnr 16/03/2022): Il maggiore potenziale per minerali di litio della regione europea è probabilmente ospitato nelle rocce antichissime che costituiscono la parte centrale di questa “terra di mezzo” schiacciata tra Europa e Russia che, malgrado i prevedibili rischi geopolitici e ambientali, ha deciso di studiare e indagare il proprio sottosuolo, per partecipare a pieno titolo alla sfida della transizione energetica. Dell’argomento parla Andrea Dini, dell’Istituto di geoscienze e georisorse del Cnr, ricordando la sua collaborazione con i ricercatori ucraini (leggi tutto)
  • La transizione green è rinviata? (Almanacco della Scienza Cnr 16/03/2022): Il conflitto in Ucraina e la conseguente crisi del gas obbligano l’Europa a rivedere nell’immediato i progetti di transizione energetica, che prevedono una graduale decarbonizzazione a favore delle fonti rinnovabili. Di vantaggi, costi e difficoltà nell’attuare tale modello parla Giampaolo Vitali, dirigente di ricerca dell’Istituto di ricerca sulla crescita economica sostenibile del Cnr  (leggi tutto)
  • Un passo verso il nulla (Almanacco della Scienza Cnr 02/03/2022): Dopo la pandemia, la guerra. L'impressione è che l'orologio sia stato improvvisamente riportato indietro di 50 anni almeno. Dinamiche delle quali eravamo stati testimoni indiretti, attraverso il racconto delle generazioni precedenti, ora diventano drammaticamente attuali. In questo tragico scenario, era inevitabile dedicare l’Almanacco della Scienza all’Ucraina e ai conflitti  (leggi tutto)
  • Mosca vs. Kiev, tensione dalla radici antiche (Almanacco della Scienza Cnr 02/03/2022): Divisa tra Russia ed Europa, l’Ucraina aveva percorso da anni una difficile strada in direzione dell'Ue. Che però ha risposto in modo non adeguato a evitare una crisi i cui prodromi erano ben chiari. Gianfranco Tamburelli dell’Istituto di studi giuridici internazionali del Cnr interviene sulla questione che ora tiene tutti col fiato sospeso (leggi tutto)
  • Ucraina: a rischio i beni culturali (Almanacco della Scienza Cnr 02/03/2022): I conflitti sono causa di distruzione anche di monumenti, siti archeologici e opere d'arte, bersagli accidentali e intenzionali di aggressioni militari. Il territorio ucraino conta un patrimonio culturale inestimabile, con ben otto siti Unesco e 17 candidature per questo prestigioso riconoscimento. Dall'epoca di Napoleone alle Guerre mondiali, artisti di spicco, appassionati d'arte arruolati nell'esercito, studiosi e soprintendenti, quali Pasquale Rotondi e Palma Bucarelli, contribuirono a nascondere o recuperare il nostro patrimonio. Tra loro Antonio Canova, di cui ricorrono i duecento anni dalla morte. Ne parla Sandra Fiore, storica dell'arte dell'Ufficio stampa del Cnr (leggi tutto)
  • I bambini, le prime vittime  (Almanacco della Scienza Cnr 02/03/2022): Antonella Guidi dell’Unità relazioni europee e internazionali del Consiglio nazionale delle ricerche ha avuto un’intensa esperienza umanitaria quando era appena iniziata la prima crisi tra Russia e Ucraina, per dove è partita in Servizio civile internazionale nel 2008. Questa la sua testimonianza  (leggi tutto)
  • Armi chimiche? Il pericolo è il terrorismo (Almanacco della Scienza Cnr 02/03/2022): Cosa sono le armi chimiche? Sono ancora una minaccia in uno scenario di guerra? Ci aiuta a fare chiarezza Matteo Guidotti, ricercatore dell'Istituto di scienze e tecnologie chimiche “Giulio Natta” del Cnr di Milano e membro del Consiglio scientifico consultivo dell'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche dell’Aia (leggi tutto)
  • "La spinta bellica alla tecnologia" (Almanacco della Scienza Cnr 02/03/2022): Il know-how sulle reazioni nucleari acquisito per ragioni militari fu sfruttato per la produzione di energia a uso civile, dai caccia progettati per abbattere gli aerei nemici vennero tratte le informazioni per realizzare il Boeing 707, la nascita di Internet è legata alla Guerra Fredda tra Usa e Urss. Sono solo alcuni esempi di innovazioni scientifiche e tecnologiche messe a punto durante i conflitti e poi riconvertiti in senso pacifico, a favore del progresso (leggi tutto)

 

Rassegna stampa di interesse:

  • Ucraina: Di Giorgi (Pd), borse di studio Cnr segnale importante (AdnKronos 31/03/2022): "Un plauso al Consiglio nazionale delle ricerche che ha stanziato 66 borse di studio per studenti, ricercatori e docenti ucraini. Un segnale importante di solidarietà e di unità da parte del mondo scientifico italiano in risposta all'aggressione di uno Stato sovrano e all'attacco ai diritti umani e al principio di libertà, su cui si fonda la ricerca", così Rosa Di Giorgi, capogruppo del Pd in commissione Cultura della Camera (leggi tutto)

Ultimo aggiornamento: 05/08/2022