Istituto di linguistica computazionale "Antonio Zampolli" (ILC)

Descrizione

Fondato come istituto del CNR nel 1980, l'Istituto di Linguistica Computazionale "Antonio Zampolli" (ILC) ha oggi una consolidata posizione di centro di riferimento, a livello nazionale e internazionale, nell'ambito della Linguistica Computazionale. Svolge attività di ricerca nei settori scientifici strategici della disciplina, oltre ad attività editoriali, di formazione, di valorizzazione dei risultati e trasferimento tecnologico.

PRINCIPALI AREE DI COMPETENZA
- Digital Humanities - DH
- Trattamento automatico del linguaggio naturale ed estrazione di conoscenza - TAL
- Risorse linguistiche, standard e infrastrutture di ricerca - LRI
- Modelli (bio-)computazionali dell'uso linguistico - MIND
La ricerca all'interno di ciascuna area è altamente interdisciplinare e coinvolge competenze e professionalità diverse, principalmente condivise tra linguistica, linguistica computazionale, informatica e bio-ingegneria.

ATTIVITÀ DI RICERCA
La ricerca all'ILC combina ricerca di base - con un investimento su temi di frontiera - e ricerca applicata, all'interno di un circolo virtuoso con ricadute significative sulla società.
Le attività sono condotte all'interno di una rete consolidata di collaborazioni a livello nazionale e internazionale con università ed enti pubblici, così come con industrie e piccole e medie imprese, nell'ambito di numerosi progetti di ricerca.
La grande varietà delle linee di attività e dei progetti di ricerca dell'ILC comprende: ricerche innovative nel settore delle Digital Humanities; attività volte alla definizione di standard e infrastrutture di ricerca distribuite; definizione di metodi e di tecniche avanzate per la ricerca e la gestione "intelligente" dell'informazione all'interno di basi documentali in linguaggio naturale disponibili sul Web o su Intranet locali; creazione di modelli computazionali dell'apprendimento linguistico in contesti ecologici di interazione comunicativa, ecc.

ATTIVITÀ EDITORIALI
- Direzione di riviste scientifiche: Italian Journal of Computational Linguistics - IJCoL (Associazione Italiana di Linguistica Computazionale - AILC); Language Resources and Evaluation - LRE (Springer); Lingue e Linguaggio (Il Mulino)
- Attività redazionale e partecipazione a comitati scientifici di riviste del settore, ad esempio: Language Resources and Evaluation, Italian Journal of Computational Linguistics, The Mental Lexicon (John Benjamins), Italian Journal of Linguistics (Pacini Editore)
- Curatele di volumi dedicati allo stato dell'arte in diversi settori della linguistica computazionale

ATTIVITÀ DI FORMAZIONE
L'Istituto offre opportunità di formazione avanzata incentrate su vari temi della Linguistica Computazionale (vedi link "Formazione").

VALORIZZAZIONE DEI RISULTATI E TRASFERIMENTO TECNOLOGICO
Per la valorizzazione dei risultati della ricerca e il trasferimento tecnologico l'Istituto ha avuto e ha tuttora in corso numerose collaborazioni con enti pubblici e con imprese italiane e internazionali, sia con piccole e medie imprese sia con grandi industrie, anche multinazionali (Google, Linkedin, Vodafone, IBM, Microsoft, Meta, Noema Life, Loquendo, Zanichelli,ecc.).
Grazie alla collaborazione con specialisti di altre discipline, l'Istituto ha sviluppato metodi e tecnologie innovative che possono trovare applicazione in diversi ambiti, ad esempio: Pubblica Amministrazione; Istruzione e Formazione; Sanità; Patrimonio Culturale e Turismo; Terzo Settore. Il trasferimento tecnologico, in particolare, riguarda le competenze acquisite in molteplici campi della linguistica computazionale, così come risorse e tecnologie linguistiche che sono state integrate all'interno di prodotti applicativi per la realizzazione di funzionalità avanzate di analisi ed elaborazione di basi documentali anche di grandi dimensioni e in continua evoluzione.

La valorizzazione dei risultati della ricerca include anche numerose attività di promozione e divulgazione scientifica, ad esempio:


  • Partecipazione a organismi tecnico-scientifici e normativi; comitati scientifici e di valutazione; network e associazioni in ambito linguistico e linguistico-computazionale (CLARIN-Common Language Resources Infrastructure; FlaReNet-Fostering Language Resources Network; NetWordS-The European Network on Word Structure; META-NET-Network of Excellence dedicated to fostering the technological foundations of a multilingual European information society; ELRA-European Language Resources Association; ISO-International Organization for Standardization; ACL-Association for Computational Linguistics, ecc.)
  • Organizzazione di scuole estive (ESF Interdisciplinary Summer School on the Mental Lexicon) e di conferenze e workshop nel settore della linguistica computazionale a livello nazionale e internazionale (LREC-Language Resources and Evaluation Conference; Forum TAL sul Trattamento Automatico della Lingua, ecc.)
  • Realizzazione di iniziative di divulgazione scientifica con valore educativo e culturale rivolte non solo agli esperti del settore, ma anche alle scuole e al grande pubblico (eventi pubblici come Internet Festival, Fiera del Libro di Torino, Festival della Scienza, Area Aperta del CNR di Pisa, La notte dei Ricercatori; divulgazione dei risultati scientifici tramite stampa e radio, ecc.).