Istituto di Farmacologia Traslazionale (IFT)

Descrizione

Il neo-costituito Istituto di Farmacologia Traslazionale (IFT) con tre Sedi Secondarie (Pula Cagliari- San Camillo Roma e L'Aquila) riunisce al momento 72 unità di personale di ricerca (57 ricercatori/tecnologi inclusi i tempi determinati e 15 CTER), 30 unità di personale in formazione (assegnisti, dottorandi, borsisti, collaboratori e tesisti) e 26 associati di ricerca, che hanno acquisito solide competenze nell'ambito del targeting molecolare, dello sviluppo di biomarker e del "drug delivery", mettendo a punto anche nuovi modelli preclinici.
L'attività di ricerca dell'IFT è rivolta allo studio dei meccanismi di insorgenza delle patologie umane, con particolare riguardo a neoplasie, disordini immunodegenerativi, patologie infettive e neurogenetiche, ed allo sviluppo di strategie preventive/terapeutiche innovative e traslazione alla clinica. Competenze specifiche riguardano il "drug discovery" e lo studio di nuove entità chimiche utilizzabili in varie aree terapeutiche e gli aspetti regolatori dei farmaci. L'obiettivo finale è l'applicazione delle conoscenze scientifiche acquisite per lo sviluppo di nuove piattaforme tecnologiche che implementino gli attuali strumenti diagnostici e terapeutici.