Nota stampa

Ritrovato fascicolo di Rita Levi Montalcini

26/11/2020

Questa sera Rai Uno trasmetterà la fiction “Rita Levi Montalcini”: in tale frangente ci pare di particolare interesse il ritrovamento negli archivi del Consiglio nazionale delle ricerche di un fascicolo sul Nobel per la Medicina, che ne documenta l’attività svolta presso il Cnr, di cui diresse il Laboratorio di biologia cellulare. Dall’analisi dei documenti è possibile ricostruire gli incarichi affidati alla scienziata tra il 1966 e il 1981 e lo stato di perseguitata in seguito alle leggi razziali del 1938.

La relativa nota, curata dall’Ufficio servizi generali - Gestione documentale del Cnr è in allegato con riproduzione fotografica dei seguenti documenti:

1. 12 gennaio 1978. Istanza, presentata da Rita Levi Montalcini, di prolungamento del rapporto di impiego con il Cnr fino al compimento del settantesimo anno di età. 

2. 18 aprile 1978. Deliberazione di riconoscimento di perseguitata razziale a Rita Levi Montalcini della Commissione per le provvidenze ai perseguitati politici antifascisti o razziali.

3. 26 maggio 1978. Lettera redatta da Ernesto Quagliariello, presidente del Cnr, con la quale esprime ringraziamenti per l’opera scientifica svolta da Rita Levi Montalcini.

In allegato anche una nota e le fotografie in ricordo della visita della professoressa Levi Montalcini nel 1993 presso l’Istituto per la ricerca e l'innovazione biomedica (Irib) del Cnr di Palermo, allora denominato Istituto di Biologia dello sviluppo.

Per informazioni:
Sul ritrovamento fascicolo Montalcini: Alessia Glielmi
Responsabile Archivi Cnr
alessia.glielmi@cnr.it
Sulla visita di Rita Levi Montalcini presso il Cnr-Irib: Antonio Cerasa, Cnr-Irib, email: antonio.cerasa@cnr.it; Anna Bonomolo, Cnr-Irib, email: anna.bonomolo@irib.cnr.it

Ufficio stampa:
Emanuele Guerrini
Ufficio stampa Cnr
emanuele.guerrini@cnr.it

Vedi anche: