Press release

ESTATE: QUANDO IL PADRONE NON C'E' TOPI E RATTI BALLANO VADEMECUM DEL CNR PER DIFENDERSI DAI RODITORI

13/07/2001

COMUNICATO N. 76/2001

ESTATE: QUANDO IL PADRONE NON C'E' TOPI E RATTI BALLANO
VADEMECUM DEL CNR PER DIFENDERSI DAI RODITORI

5 regole d'oro per non trovare brutte sorprese al ritorno dalle vacanze

Se nella vostra libreria avete qualche volume pesante, potete finalmente farne buon uso prima della partenza per le vacanze: non dimenticate di metterlo sul water, funzionerà da antiratto. Come ogni estate, infatti, caldo ed esodo uniti alla riduzione di rifiuti stimolano ratti e topi a scorazzare più liberamente per la città, e soprattutto a intrufolarsi nelle abitazioni, alla ricerca di cibo. Per evitare che questi roditori (in particolare ratti di fogna, meglio noti come pantegane, e ratti neri) possano compiere troppi danni, il Consiglio Nazionale delle Ricerche ha preparato un elenco di consigli utili per i vacanzieri, soprattutto per quelli sprovvisti di gatti in casa.

    • PRIMO: Ricordarsi di mettere sulla tavoletta del water alcuni libri pesanti per evitare che possano entrare dal bagno. "Il ratto - spiega Giovanni Amori, dell'Istituto di Studio sugli Ecosistemi del CNR di Roma - può infatti entrare facilmente negli appartamenti attraverso gli scarichi delle fognature, soprattutto nei piani più bassi anche a causa della minore frequenza degli scarichi.

    • SECONDO: Verificare attentamente la chiusura di porte e finestre, nonché l'assenza di intercapedini o buchi vicino agli infissi. I ratti infatti riescono con grande facilità a sfruttare anche la più piccola fessura per introdursi negli ambienti chiusi". Se poi abitate vicino a un parco, in campagna o in prossimità di alberi, aumentano le possibilità che i ratti riescano a raggiungere anche i piani più alti attraverso i rami, soprattutto se si tratta di ratti neri che presentano abitudini più spiccatamente arboricole.

    • TERZO: Non dimenticate assolutamente il classico sacchetto dell'immondizia oppure avanzi di cibo sparsi per la casa.

    • QUARTO: Sollecitate maggiori controlli da parte delle amministrazioni comunali. In questa stagione nonostante diminuisca la quantità di rifiuti è infatti necessario intensificare il lavoro di raccolta per fare fronte alla maggiore intraprendenza di questi animali.

  • QUINTO: prestate particolare attenzione alla terza settimana di agosto. Secondo dati raccolti da Enrico Alleva, Direttore dell'Istituto Superiore di Sanità, è proprio questo il periodo in cui i roditori si muovono di più "perché nelle città si fa più acuta la carenza di cibo e di rifiuti, che induce i roditori a ingegnarsi particolarmente per soddisfare le proprie esigenze alimentari".

Ma la presenza in casa di un gatto può scoraggiare i roditori? "Non sempre, conclude Alleva, in quanto possono rappresentare un efficace deterrente solo contro i topi. Quando si parla di ratti anche i gatti si fanno più timidi".

Roma, 13 luglio 2001


News a cura dell'Ufficio Stampa

Capo ufficio stampa:
Marco Ferrazzoli
marco.ferrazzoli@cnr.it
ufficiostampa@cnr.it
06 4993 3383