Progetto di ricerca

Una rete da pesca per la filiera dei rifiuti marini (DUS.AD010.129)

Area tematica

Scienze umane e sociali, patrimonio culturale

Area progettuale

Innovazione e competitività nell'economia italiana (DUS.AD010)

Struttura responsabile del progetto di ricerca

Istituto di Ricerca su Innovazione e Servizi per lo Sviluppo (IRISS)

Altre strutture che collaborano al progetto di ricerca

Responsabile di progetto

MARCELLA DEMARTINO
Telefono: 0812470950
E-mail: m.demartino@iriss.cnr.it

Abstract

Il settore della pesca nella Regione Campania rappresenta un'attività rilevante sia in termini di reddito prodotto direttamente dagli addetti, sia per il notevole indotto interessato (ristoranti, pescherie, laboratori di trasformazione, turismo, etc.). Oggi questo settore rischia di collassare, a causa del precario equilibrio economico-finanziario delle imprese, per il depauperamento degli stock e fragilità degli ecosistemi marini; un ruolo non marginale sugli equilibri del settore è rappresentato dalla crisi economica legata al Covid-19. In un tale scenario, si ritiene che gli operatori della pesca possano validamente fornire il loro contributo nel mitigare gli effetti sull'ambiente marino causati non solo dalle attività legate alla pesca stessa, ma anche da quelle riconducibili ad altre attività economiche. Obiettivo generale del progetto è quello di sperimentare e creare le basi per sviluppo di una innovativa filiera dei rifiuti marini.

Obiettivi

L'obiettivo del progetto non è solo quello del risanamento "temporaneo" dei fondali della costa campana, ma la sperimentazione e la creazione delle basi per lo sviluppo di una innovativa filiera dei rifiuti marini. L'obiettivo proposto si inquadra perfettamente nell'ambito delle politiche della pesca e si configura, soprattutto, come "strumento" per la protezione e la conservazione delle risorse biologiche marine in modo stabile, duraturo ed organizzato. La realizzazione della presente iniziativa contribuisce al raggiungimento di obiettivi specifici così riassumibili: Individuazione di una procedura tecnico-organizzativa-amministrativa per la realizzazione della filiera del rifiuto marino; Contribuire al risanamento degli habitat marini e al miglioramento delle condizioni degli stock ittici; Promuovere l'economia circolare; Promuovere la qualità e il valore aggiunto delle produzioni locali.

Data inizio attività

11/10/2021

Parole chiave

Filera, Rifiuti marini, Economia circolare

Ultimo aggiornamento: 03/03/2024