Evento

Assistenza sanitaria per portatrici di Mgf in Europa: aspetti statistici e di sostenibilità, clinici, formativi ed economico-sanitari

Il 05/02/2018 ore 12.00 - 15.00

Sede Centrale CNR Biblioteca (Piazza Aldo Moro, 7 Roma)

Il 6 febbraio è la giornata mondiale contro le mutilazioni genitali femminili (Mgf), pratica che rappresenta una violazione dei diritti umani e un abuso irreversibile dell’integrità fisica di donne e bambine. Nel mondo, sono soggette a questa pratica circa 200 milioni di donne e bambine, di cui il 90% in Africa ma, con l’allargarsi del fenomeno ‘immigrazione’, le Mgf interessano sempre di più i paesi occidentali, in particolare, in Italia, 57.000 sono le donne coinvolte e, tra le africane immigrate da più di 5 anni, il 50-80% di loro ha subito una qualche forma di Mgf. L’associazione internazionale 'Karol Wojtyla’, costituita per rafforzare il dialogo interreligioso e interculturale, si occupa da anni di questo problema, dal punto di vista sanitario.

In occasione della ricorrenza la Biblioteca 'G. Marconi' della sede centrale Cnr ospita la conferenza 'Assistenza sanitaria per portatrici di Mgf in Europa, aspetti statistici e di sostenibilità, clinici, formativi ed economico-sanitari'.

Nel corso dell’evento, promosso dal presidente del Comitato unico di garanzia Cug-Cnr, Gabriella Liberati, in collaborazione con l’associazione internazionale 'Karol Wojtyla', vengono presentate le linee progettuali che l’associazione, in collaborazione con enti istituzionali e altre onlus, intende sviluppare all’interno di un progetto europeo sulle Mgf, di cui l’Italia sarà capofila. Il progetto ha lo scopo di definire e di implementare percorsi assistenziali di prevenzione, terapia e cura per le donne portatrici di Mgf che vivono in Europa. In particolare, grazie alla collaborazione di Jasmine Abdulcadir dell’Università di Ginevra, che ha partecipato alla stesura del manuale a cura del Who ìGuidelines on the  management of health complications from  female genital mutilatino' (2016), si prevedono le seguenti iniziative: favorire la condivisione delle linee guida del manuale Who con il centro nazionale di riferimento di Firenze e dell’Azienda San Camillo-Forlanini per quanto riguarda i percorsi sanitari per l’assistenza al parto e per la prevenzione di patologie ginecologiche e neoplastiche; fornire formazione avanzata a tutti i professionisti coinvolti, dal personale sanitario agli operatori socio-culturali, attività che verrà realizzata con la collaborazione di Franco Lucchese, Sapienza Università di Roma, Oriana Ippoliti, Ircres-Cnr, di Aidos Onlus e dell’Ordine dei medici di Roma.

Oltre agli aspetti clinici, epidemiologici e alla formazione, nel corso della conferenza saranno definiti gli aspetti statistici e di sostenibilità delle Mgf, con un intervento di Fabiola Riccardini, ricercatrice dell’Istat.

Al progetto, coordinato da Giuseppe Benagiano, Ginevra, e dal segretario generale dell’associazione 'Karol Wojtyla', R. Cerbo, hanno aderito Fmmg, Ipsavi, Fnco, Snamid, Ride, Associazione medici arabi in Italia.

Organizzato da:
Cug-Cnr
Associazione Internazionale Karol Wojtyla

Referente organizzativo:
Gabriella Liberati
presidente@cug.cnr.it
segreteria.cug@cnr.it

Modalità di accesso: ingresso libero

Vedi anche: