Nota stampa

Inaugurazione del primo impianto al mondo per i test sperimentali di ammaraggio degli aerei al Cnr-Inm

02/10/2018

Giovedì 4 ottobre 2018 dalle ore 9,00, presso l’Istituto di ingegneria del mare del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Inm) a Roma, Via di Vallerano 139, sarà inaugurato il primo impianto al mondo per prove di impatto ad alta velocità High Speed Ditching Facility (Hsdf) utilizzato per i test sperimentali di ammaraggio degli aerei. Realizzato nell’ambito del progetto europeo FP7-Smart Aircraft in Emergency Situations (Smaes), l’impianto è stato ampliato nell’ambito del progetto Increased SAfety & Robust certification for ditching of Aircraft and Helicopters (Sarah) del programma Horizon 2020.

L’evento, a cui parteciperanno rappresentanti di istituzioni europee, dell’industria aeronautica e della European Aviation Safety Agency (Easa), sarà l’occasione per presentare le attività svolte all’interno del progetto Sarah ed assistere in diretta al test sperimentale che simula il violento impatto dell’aereo con l’acqua.

I giornalisti e gli operatori interessati a partecipare inviino una email a marina.landolfi@cnr.it, (tel. 06 50299 239/cell. 340/7243084) specificando contatti e tv/testata di appartenenza entro le ore 12,00 del 3/10/2018.

Per info: Marina Landolfi, Cnr-Inm Ufficio multimediale, comunicazione e rapporti con l’esterno, tel. 06/50299 239

programma evento

https://sarah-project.eu/?q=hsdf

clip video: test su impianto sperimentale prove di impatto

http://cloud.insean.cnr.it/public.php?service=files&file=%2Fmultimedia%2Ffiles%2FSARAH%20Inaugurazione%204_10_2018%2Fimpianto%20prove%20di%20impatto.wmv

clip video intervista responsabile impianto Alessandro Iafrati

http://cloud.insean.cnr.it/public.php?service=files&file=%2Fmultimedia%2Ffiles%2FSARAH%20Inaugurazione%204_10_2018%2Fintervista_Ing%20Iafrati.wmv

 

 L’Istituto di ingegneria del mare (Inm) del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) svolge attività di ricerca in idrodinamica, idroelasticità e idroacustica con ricadute tecnologiche e industriali nei settori dell'ingegneria del mare e dell’ingegneria navale in generale, con applicazioni, tra le altre, nella sicurezza ed efficienza del trasporto marittimo, nella robotica marina,  nell’acustica ambientale e nella logistica in ambiente marittimo. Grazie anche ad impianti sperimentali che spiccano a livello mondiale sia per dimensioni che per gli avanzati sistemi di misura di cui sono dotati, l’Inm partecipa a diversi progetti di ricerca finanziati o co-finanziati da istituzioni nazionali, europee ed internazionali ed è impegnato in varie attività di consulenza nei confronti dei partner industriali. In particolare, molti dei temi di ricerca sono finalizzati a settori di interesse della politica marittima europea integrata: trasporto eco-sostenibile, sicurezza dei trasporti, tecnologie innovative per la cantieristica, sfruttamento sostenibile del mare.

Per informazioni:
Marina Landolfi
Cnr - Istituto di ingegneria del mare
06/50299 239

Ufficio stampa:
Rita Bugliosi
Ufficio stampa Cnr
rita.bugliosi@cnr.it
06/49932021