Nota stampa

L'anno delle donne sull'Almanacco della Scienza

24/11/2021

Almanacco delle donne
Almanacco delle donne

Il 25 novembre si celebra la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, istituita nel 1999 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per sensibilizzare l'opinione pubblica su questa drammatica realtà ancora molto diffusa, come testimoniano gli ultimi report della Polizia di Stato, secondo i quali viene uccisa mediamente una donna ogni tre giorni e ben 89 al giorno subiscono violenza. Per ricordare questa tragedia, lanciando nel contempo un messaggio di speranza che evidenzi i molti progressi compiuti verso la piena parità di genere, abbiamo dedicato l’Almanacco della Scienza on line da oggi su www.almanacco.cnr.it alle donne. Abbiamo anzi voluto intitolarlo, come segno positivo, all’“Anno delle donne”, evidenziando intanto l’impegno di alcune delle ricercatrici del Consiglio nazionale delle ricerche in diversi campi.

Il Focus include due contributi di area ambientale: Marcella Bonchio dell’Istituto per la tecnologia delle membrane ha ottenuto il premio “Lombardia è ricerca 2020-2021” per gli studi sui sistemi fotosintetici artificiali; Chiara Cagnazzo dell’Istituto di scienze marine e Angela Marinoni dell’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima parlano dei loro studi in questo settore di ricerca che hanno ottenuto notevole visibilità.

Lidia Armelao, direttore del Dipartimento di scienze chimiche e tecnologie dei materiali, e Fosca Giannotti, titolare della prima cattedra di Informatica della Scuola Normale Superiore di Pisa e associata dell’Istituto di scienza e tecnologie dell’informazione, testimoniano con i loro incarichi i passi avanti compiuti verso la parità di genere nei ruoli apicali e come sempre più le donne scelgano di studiare discipline Stem. Anna Maria Fioretti dell’Istituto di geoscienze e georisorse, Anna Galluccio dell’Istituto di analisi dei sistemi e informatica “A. Ruberti” ed Emilia Giorgietti dell’Istituto dei sistemi complessi, addette scientifiche italiane rispettivamente in Australia, Canada e Messico, forniscono invece il quadro della ricerca al femminile nei loro Paesi di accreditamento.

In area salute, Sabrina Molinaro dell’Istituto di fisiologia clinica illustra il progetto “Pink is good”, grazie al quale è stato possibile raggiungere significativi avanzamenti nel contrasto al tumore al seno; Cristina Mangia dell’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima parla della medicina di genere e delle diversità tra uomo e donna emerse nel corso della pandemia di Sars-Cov-2.

Le donne sono protagoniste anche delle altre rubriche. In particolare delle Recensioni, con “Violenza contro le donne in Italia” (Cnr edizioni e Guerini scientifica) di Maura Misiti e Pietro Demurtas dell'Istituto di ricerche sulla popolazione e le politiche sociali. E nei Video in cui Giovanna Acampora, presidente del Cnr-Cug, illustra i mezzi per contrastare violenza di genere e stalking nei luoghi di lavoro. Anche nel Faccia a faccia abbiamo intervistato una donna, la scrittrice Stefania Auci, mentre in Altra ricerca si parla dell’asteroide che l'International Astronomical Union ha dedicato a Rossella Panarese, ideatrice e conduttrice di Radio3 Scienza prematuramente scomparsa, e dell’iniziativa “Bringing to light-Scienziate per il clima”.

Il magazine dell’Ufficio Stampa Cnr è on line all'indirizzo www.almanacco.cnr.it.

Ufficio stampa:
Rita Bugliosi
Ufficio stampa Cnr
rita.bugliosi@cnr.it