News

Cnr ed Infn soci dello European XFEL GmbH

11/10/2018

Venerdì 5 ottobre ad Amburgo il Cnr e l’Infn, rappresentati dal Dott. Corrado Spinella e dal Dott. Bruno Quarta, hanno firmato il documento di adesione alla società di diritto tedesco European XFEL GmbH, diventando soci rispettivamente di due terzi e di un terzo delle quote assegnate all’Italia.

La quota di partecipazione italiana, pari al 2.9%, fa del nostro paese il quarto socio maggioritario dopo la Germania, la Russia e la Francia, riconoscendone, di fatto, l’incontestata leadership, sia nella fase di ideazione che in quella di realizzazione della infrastruttura, ed il ruolo fondamentale, soprattutto per quanto riguarda la tecnologia di accelerazione superconduttiva.

Lo European XFEL è una sorgente di luce di sincrotrone di quarta generazione in grado di produrre radiazione elettromagnetica monocromatica. Il principio di funzionamento si basa sul processo FELs (Free Electron Lasers) la cui particolarità è quella di essere raggi X di alta e media energia, coerenti, ad altissima brillanza, utilizzati per analizzare, con risoluzione atomica, i processi biologici, chimici e della materia sia condensata che nello stato eccitato di plasma.

Indicato come uno dei progetti prioritari nelle roadmap ESFRI (European Strategy Forum on Research Infrastructures), l’infrastruttura European XFEL porrà l’Europa all’avanguardia in campo internazionale, aprendo nuove strade per lo sviluppo delle conoscenze scientifiche fondamentali e per le loro applicazioni in campo, medico, farmacologico e dei nuovi materiali.

La partecipazione del Cnr alla società consente alla comunità nazionale un accesso privilegiato ad una delle infrastrutture di ricerca di punta e meglio integrate a livello mondiale, permettendo il rafforzamento e l’avvio di ulteriori progetti di cooperazione scientifica e tecnologica con gli altri partner coinvolti, contribuendo così a rafforzare l’eccellenza della ricerca del nostro paese, promuovendo e consolidando la comprensione di nuove tecnologie innovative.

Per informazioni:
Antonella Tajani
Cnr - Dipartimento scienze fisiche e tecnologie della materia
antonella.tajani@cnr.it

Vedi anche: