Istituto di Biologia Cellulare e Neurobiologia (IBCN)

Descrizione

L'Istituto di Biologia Cellulare e Neurobiologia del CNR è nato a dicembre 2010 dall'unione di gruppi di ricerca dell'INMM (Istituto di Neurobiologia e Medicina Molecolare), dell'IBC (Istituto di Biologia Cellulare) - entrambi fondati dal Premio Nobel Rita Levi Montalcini - e dell'Istituto di Neuroscienze, con l'obiettivo di superare le tradizionali barriere disciplinari e sviluppare un sistema innovativo di scambio tra ricercatori provenienti da differenti background scientifici.

Le attività dell'Istituto sono rivolte alla ricerca di base nelle scienze biologiche e mediche e includono la neurobiologia, studi comportamentali, l'immunologia, la genetica e l'oncologia, per lo studio dei meccanismi molecolari che regolano le funzioni cellulari (proliferazione, differenziazione e morte cellulare). Particolare attenzione viene posta allo studio dei fattori di crescita cellulare, dai recettori di membrana alle vie di trasduzione del segnale, con ricerche sulle patologie dello sviluppo e della differenziazione dei sistemi nervoso e muscolare.

L'Istituto ospita la sezione italiana dell'infrastruttura europea EMMA (European Mouse Mutant Archive) per la produzione, caratterizzazione funzionale, preservazione e distribuzione internazionale di ceppi mutanti quali modelli di patologie umane neurodegernetative (www.emmanet.org).