Istituto per le macchine agricole e movimento terra (IMAMOTER)

Formazione

La formazione - nel senso generale del trasferimento della conoscenza - è una componente significativa delle relazioni esterne dell'Istituto. Per convenienza, la formazione suddivisa in due categorie, quella formale e quella informale:
a) la prima categoria comprende tutte le attività svolte all'interno o in relazione con le Università. Di norma, si concretano due tipi di interventi: insegnamento e tutoraggio. Nel primo caso il personale dell'Istituto è docente in corsi, per la maggior parte di tipo specialistico (per esempio uno nel settore dell'oleodinamica, due nel campo dell'acustica, due nel settore dell'elettronica). Nel secondo caso, si tratta dell'assistenza fornita a studenti e studentesse nello svolgimento del lavoro di Tesi o di Dottorato, spesso sviluppato in prevalenza all'interno dell'Istituto. Il numero di studenti coinvolti è variabile, e normalmente compreso fra cinque e dieci all'anno;
b) la seconda categoria comprende attività diverse che per la maggior parte non hanno schemi realizzativi predefiniti ma cercano di rispondere a richieste specifiche formulate da ambienti esterni. Esempi tipici sono i Seminari condotti per tecnici di singole industrie o gruppi di industrie su specifici temi che rientrano nell'ambito delle competenze dell'Istituto (per esempio, oleodinamica, rumore e vibrazioni, sicurezza delle macchine). La gestione di questo tipo di iniziative è in alcuni casi curata dall'Istituto, in altri da entità esterne.
Conviene segnalare che le attività di formazione non sono e non risultano separate e indipendenti, perché forniscono di frequente utili spunti per future indagini e danno l'opportunità far confluire le conoscenze in strumenti culturali (monografie o prodotti simili).