Istituto per le macchine agricole e movimento terra (IMAMOTER)

Competenze

La definizione completa dello spettro di competenze dell'Istituto (know-how) non può avere un'esistenza autonoma ma deve essere estratto indirettamente dalla "pratica corrente" dell'Istituto. Ciononostante, comprendendo le competenze fra i canali di comunicazione esterna, si possono identificare tre aree principali:
1) la competenza nell'uso di strumenti numerici di simulazione avanzata (quali per esempio i codici di analisi strutturale statica e dinamica, analisi dei campi fluidi, analisi dei campi acustici, analisi e controllo di sistemi dinamici), dove il termine "uso" implica la capacità di formulare i problemi e valutare criticamente i relativi risultati;
2) la competenza nella progettazione e (eventualmente) l'esecuzione di prove ed esperimenti tramite la definizione di attrezzature, procedure e strumenti in settori specialistici (per esempio l'analisi di rumore e vibrazioni, l'analisi strutturale, le prestazioni di componenti e circuiti oleodinamici, le analisi tribologiche);
3) la competenza che deriva dalla lunga e approfondita familiarità con una serie di ambiti culturali (essenzialmente coincidenti quelli citati ai punti 1 e 2) e dalla conseguente conoscenza a largo spettro.
A questo si aggiunge il caso della normativa, intesa qui nel senso complessivo del suo sviluppo (sia per studio prenormativo sia con partecipazione ai lavori tecnici internazionali), della sua interpretazione e applicazione (come nel caso delle norme collegate alle Direttive 2006/42/EC e 2000/14/EC).
In generale lo sviluppo dello spettro di competenze si estende nel medio e lungo periodo ma può anche subire evoluzioni più rapide, quale per esempio la recente crescita della competenza nel settore dei controlli digitali e delle relative applicazioni di microcomputer e sistemi embedded o nel settore dei nuovi materiali funzionalizzati.