Istituto di chimica del riconoscimento molecolare (ICRM)

Competenze

Sviluppo ed utilizzo di tecniche di chimica computazionale, quali quanto-meccanica/meccanica molecolare, dinamica molecolare, calcolo ab initio e modellazione per omologia, per lo studio della dinamica di biopolimeri, dei processi di riconoscimento (docking) tra legante e recettore biologico e per la definizione delle correlazioni struttura-attività in molecole di interesse biologico.

Utilizzo della spettrometria NMR e di massa per lo studio delle interazioni di complessi host-guest e dell'origine di costituenti ed additivi alimentari.

Isolamento e caratterizzazione funzionale e strutturale di enzimi e proteine di interesse industriale e biologico.

Utilizzo di sistemi di espressione eterologa per la produzione di enzimi, proteine e frammenti peptidici.

Utilizzo di tecniche di mutagenesi sito-diretta per lo studio e la modifica delle proprietà funzionali di enzimi e proteine.

Utilizzo di svariati biocatalizzatori di origine batterica, fungina o vegetale (cellule in toto od enzimi isolati) per la sintesi o modifica di composti di interesse farmaceutico, alimentare e chimico, sia in mezzi acquosi che organici.

Sviluppo di reattori enzimatici a letto fisso od a membrana.

Sintesi in fase solida, anche con tecniche combinatoriali, di peptidi e polipeptidi.

Sintesi in fase solida, anche con tecniche combinatoriali, di eterocicli e di peptidomimetici e feromoni fluorurati.

Analisi di peptidi mediante spettrometria di massa ed elettroforesi bidimensionale.

Utilizzo di tecniche elettroforetiche nella separazione di DNA e proteine in elettroforesi capillare multicanale.

Sviluppo ed utilizzo di elettroforesi preparativa in un sistema multicompartment electrolyzer.

Sviluppo ed utilizzo di DNA- e protein-microarray con spotter automatizzato e rivelazione scanner.

Sintesi di polimeri lineari idrofili da utilizzare come rivestimenti dinamici di superfici di vetro e come matrici setaccianti di DNA e proteine.

Utilizzo di tecniche di proteomica per la caratterizzazione del complesso proteico salivare umano e di mammiferi.

Sviluppo ed utilizzo di dosaggi immunologici ultrasensibili basati sulla fluorescenza a risoluzione di tempo.