Istituto per l'ambiente marino costiero (IAMC)

Servizi

La sede di Napoli ha fornito i seguenti servizi:
1.Studio Geomorfologico e sedimentologico in aree selezionate della piattaforma continentale dell'Italia Meridionale (GEOSED; aree campione che ricadono sulla piattaforma continentale della Penisola Sorrentina e di Punta Licosa, Campania)
2.Contratti di ricerca con l'Autorità Portuale di Napoli, per indagini, rilievi geofisici, geotecnici e sedimentologici nella Rada orientale del Porto di Napoli. I dati geofisici e geologici acquisiti nel'ambito di tale servizio, costituiscono una linea di ricerca dell'Istituto (N04)(Ennio Marsella,ennio.marsella@iamc.cnr.it). E'attualmente attivo un contratto di ricerca con l'Autorità Portuale di Napoli per l'esecuzione di 40 sondaggi geognostici profondi nell'area della Nuova Darsena di Levante (Porto di Napoli) per la caratterizzazione ambientale della Nuova Darsena, a prosecuzione dei contratti di ricerca svolti negli anni precedenti dall'Istituto IAMC.
3.Realizzazione della cartografia geologica a mare in scala 1:10000 per la fascia batimetrica compresa tra i -20 e i -200 m delle aree marine della Regione Campania (CARG - Regione Campania) nell'ambito dei fogli geologici n. 464 "Ischia", n. 465 "Procida", n. 466 "Sorrento", n. 484 "Capri", n. 486 "Foce Sele", n. 502 "Agropoli", n. 519 "Capo Palinuro", n. 520 "Sapri". Responsabile scientifico: Prof. Bruno D'Argenio/Dott. Ennio Marsella. Direzioni del rilevamento: Dott.ssa Gemma Aiello; Dott.ssa Francesca Budillon; Dott. Alessandro Conforti; Dott.ssa Luciana Ferraro; Responsabile Acquisizione Dati: Dott. Renato Tonielli; Responsabile Informatizzazione: Dott. Nicola Pelosi.
4.Cartografia geologica a mare in scala 1:10000. Rilevamento geologico subacqueo della fascia costiera da 0-30 m.(CARG SUBACQUEO - Regione Campania) nell'ambito dei fogli geologici n. 464 "Ischia", n. 465 "Procida", n. 466 "Sorrento", n. 484 "Capri", n. 486 "Foce Sele", n. 502 "Agropoli", n. 519 "Capo Palinuro", n. 520 "Sapri" .
5.Attività geognostica per la caratterizzazione dei sedimenti marini di Ischia (GE.CO). Tale attività riguarda l'esecuzione di vibrocarotaggi nell'area del Porto di Ischia.
6.Consulenza tecnico scientifica riguardante l'esecuzione di vibrocarotaggi sui fondali marini nell'area di Porto Torres.(Cooperativa Nautilus)
7.Indagini integrative del piano di caratterizzazione a mare di Napoli Orientale (Porto Fiorito) elaborato dall'ICRAM. (Commissario di Governo)
8.Interventi finalizzati alla protezione del litorale dai fenomeni di erosione costiera e dai rischi ad essi connessi. (Comune di Agropoli)
9.Consulenza per dragaggio Porto del Granatello e realizzazione del Circolo Nautico (Comune di Portici).
10.Recupero veivolo FTB-1 gondola con mezzo navale e strumentazione per la localizzazione dello stesso nonchè attrezzatura idonea per il recupero del velivolo. (Agenzia Spaziale Italiana)
11.Caratteristiche tecniche per le operazioni di campionamento dei sedimenti marini del Porto di Baia e Foce dei Regi Lagni. (Stazione Zoologica "Anton Dohrn")

La Sezione di Taranto ha fornito i seguenti servizi:
1.per conto del Comune di Taranto, è stata messa a punto una metodica per il Monitoraggio delle comunità ecologiche interessate dall'effluente dell'impianto depurativo di reflui urbani sito in contrada Gennarini (TA);
2.per conto della Provincia di Taranto, è stata avviata una campagna di Educazione Ambientale per informare e sensibilizzare la popolazione circa l'impatto sulle comunità marine costiere, dovuto al consumo del dattero di mare "Lithophaga lithophaga";
3.per conto del Comune di Taranto, è stato redatto un Piano particolareggiato per il recupero ecologico e produttivo del Mar Piccolo;
4.per conto della Provincia di Taranto è stata effettuata la Caratterizzazione dei reflui dell'area industriale di Taranto;
5.per conto della Provincia di Taranto, è stato effettuato lo Studio preliminare di valutazione d'impatto ambientale delle idrovore dell'ILVA sull'ecosistema Mar Piccolo e sulle attività' di mitilicoltura esistenti nel bacino;
6.per conto della Provincia di Taranto, è stato affrontato il problema dello Sviluppo di metodologie inerenti al monitoraggio automatico in ecosistemi marini;
7.per conto del Dipartimento Protezione Civile, è stata studiata la Speciazione e biodisponibilità di metalli in sedimenti marini contaminati tramite l' utilizzo di organismi marini bioindicatori in programmi di biomonitoraggio;
8.per conto della Regione Puglia, Assessorato all'Ambiente, è stata proseguita l'attività di monitoraggio delle acque costiere pugliesi, comprese nel tratto Bosco di Marziotta (TA) e Torre Inserraglio (LE), secondo la L.R. 979/82;

La sezione di Messina ha fornito i seguenti servizi:
1.Convenzione per studi applicativi finalizzati all'attivazione del "Sistema di misura del Funzionamento idrodinamico delle Lagune di Capo Peloro - Area dello Stretto (Messina)" Prot. n. 0000444 del 26/02/2007 Contraente Comune di Messina.
2.Contratto di ricerca sull'esecuzione di prove di biodegradazione di greggi in acqua marina in mesocosmi sperimentali. Contraente ENI Spa
3.Programma per il monitoraggio dell'ambiente marino costiero prospiciente la Regione Sicilia. Contraente ARPA Sicilia. .
4.Messa a punto di sistemi innovativi di gestione e monitoraggio ambientale di gabbie di allevamento offshore: Contraente Parco Scientifico e tecnologico della Sicilia.

La sezione di Mazara del Vallo ha fornito i seguenti servizi:
1.Laboratori di testing per dispositivi elettroacustici, sensori oceanografici e metodologie finalizzati al monitoraggio dello stato
delle risorse biologiche del mare (P.O.R. 2000-2006 mis. 3.15)
2.Ict per eccellenza dei territori-scheda di sintesi del piano di eccellenza.
3.Emersione del lavoro irregolare nella pesca Cod. Prog. 1999/it.16.1po.011/311/7.2.4./006
4.STROAM- Progetto di cooperazione scientifica sull'uso di strumentazione oceanografica e di acustica marina -legge 212 del 26/02/1992
5.Elaborazione di un modello di gestione integrata di una zona costiera delle provincia di Trapani -(P.O.R. Sicilia 2000/2006 misura 4.17 sotto-b)
6.Valutazione degli stock di alici e sardine nei mari italiani al fine di una gestione razionale della pesca (Prog. MIPAF 6 a 69)
7.Processi di insediamento e descrizione dell'habitat preferenziale per il settlement della fase giovanile di Palinurus Elephas (crustacea decapoda) lungo le coste della Sicilia nord-occidentale (Contr. MIPAF 6 a 89)

La sezione di Oristano ha fornito i seguenti servizi:
1. Commessa della Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato Difesa dell'Ambiente, Servizio TSPF per Individuare le aree a maggior rischio di erosione secondo i risultati di un sistema di rilevamento dati terra e a mare e di simulazioni di idrodinamica costiera (Contr. RAS)
2. Commessa di ricerca su: "Referaggio/validazione scientifica dei dati acquisiti con le attività di monitoraggio nell'ambito della gestione ordinaria del SIC costieri "Stagno di Mistras di Oristano", "lsola di Mal di Ventre" e "Scoglio del Catalano" Commissionata da AMPO del SINIS/COMUNE di CABRAS
3.Servizio difesa delle coste sviluppo di modelli numerici agli elementi finiti per zone fluviali ed estuarine (Commessa esterna di ricerca commissionata da APAT, Roma, Italia)
4. Progetto SARTEC "Modelli numerici di circolazione del Golfo di Cagliari" (Commessa di ricerca commissionata da SARTEC (SARAS Ricerche e Tecnologie S.p.A))
5. Commessa di ricerca su: "Monitoraggio delle specie protette in AMP", "lsola di Mal di Ventre" e "Scoglio del Catalano" Commissionata da AMPO del SINIS/COMUNE di CABRAS