Istituto per l'ambiente marino costiero (IAMC)

Formazione

Presso la sede del CNR IAMC di Napoli sono stati svolti i corsi di formazione del progetto Ottima negli anni accademici 2013/2014 e 2014/2015. Il progetto di formazione Ottima è frutto della collaborazione tra la Links spa di Lecce, il CMCC di Lecce e il CNR IAMC di Napoli (Responsabile del Progetto: Prof. Nadia Pinardi; Responsabile scientifico: Dott. Roberto Sorgente - CNR IAMC Sezione di Oristano; Responsabile della formazione: Dott.ssa Gemma Aiello - CNR IAMC Sede di Napoli).
Per ogni ciclo di formazione del progetto Ottima sono state erogate n. 25 borse di studio per laureati in materie scientifiche. I borsisti sono stati selezionati tramite un concorso pubblico per titoli e colloquio, svolto in due tornate.
Edizione 2013/2014 - Obiettivo 2: Tecnologie Informatiche per la Sicurezza Marittima
I corsisti hanno maturato conoscenze ed acquisito padronanza delle tecniche informatiche nel campo dell'analisi dei dati ambientali marini, dell'oceanografia operativa, sia da sistemi osservativi che da modelli e dei sistemi di supporto alle decisioni per la sicurezza marittima, per la protezione dell'ambiente marino e lo sfruttamento sostenibile delle sue risorse. Le attività didattiche svolte attraverso 420 ore di lezioni frontali e 5 mesi di stage formativo comprendono l'insegnamento dell'oceanografia fisica e dell'oceanografia operativa, dell'ingegneria costiera, dei sistemi di osservazione dell'oceano sia da satellite che in situ, di tecniche informatiche di trasmissione, gestione, trasformazione e visualizzazione dei dati, delle tecniche di analisi statistica dei dati multidisciplinari marini, dei sistemi informativi per la gestione dei dati, dei sistemi di supporto alle decisioni, della gestione del rischio ed emergenze a mare. I corsisti hanno presentato il lavoro svolto in un Workshop finale che si è tenuto a gennaio 2014 presso l'IAMC CNR sede di Napoli.
Edizione 2014/2015 - Oceanografia operativa e sicurezza.
I corsisti hanno appreso i metodi, le tecniche di apparati, i sistemi operativi e le infrastrutture fondamentali per la comprensione della dinamica dell'oceano e dei mari, il loro monitoraggio e lo sfruttamento delle risorse del mare e la sicurezza marittima. Le attività didattiche svolte comprendono l'insegnamento dell'oceanografia fisica e della meteorologia di base, dell'ingegneria costiera, dei sistemi di osservazione dell'oceano in situ e da satellite, dei metodi numerici per la modellistica idrodinamica e di ecosistema marino, delle tecniche di analisi statistica dei dati multidisciplinari marini, le tecniche di assimilazione dati, i sistemi informativi per la gestione dei dati e la legislazione sulla sicurezza marittima e l'inquinamento marino. I corsisti hanno presentato il lavoro svolto in un Workshop che si è svolto a gennaio 2015 presso il CNR IAMC Sede di Napoli.
Prospettive future: possibilità di effettuare altri corsi di formazione in campo oceanografico e geologico. Sviluppo di specificità nella docenza e nella formazione di tecnologi e tecnici in campo oceanografico e geologico.
Possibili impatti sulla comunità e/o stakeholders: pubblicazioni in campo nazionale ed internazionale riguardanti gli argomenti approfonditi durante gli stage formativi effetuati presso Enti pubblici di ricerca e/o Università.
La sezione di Messina partecipa al Dottorato di ricerca in Ambiente marino e risorse, coordinato dall'Università di Messina, al Dottorato di ricerca in Scienze ed Ingegneria del Mare, coordinato dall'Università Federico II di Napoli, al Dottorato di ricerca in Salubrità dell'ambiente marino, ittiopatologia e qualità igienico-sanitaria del pescato, coordinato dall'Università di Messina. Nel 2014 sono state conferite N. 9 BORSE DI FORMAZIONE PER LAUREATI PER UN PERCORSO FORMATIVO NELL'AMBITO DELL'AVVISO PUBBLICO 1/2012 "RAFFORZARE L'OCCUPABILITA' NEL SISTEMA R&S E LA NASCITA DI SPIN OFF DI RICERCA IN SICILIA" DA ATTIVARE NEL CAMPO DEI SETTORI STRATEGICI PER LO SVILUPPO DELL'ECONOMIA DELLA REGIONE SICILIANA.Ha inoltre preso parte al progetto DIPLOMAzia , a seguito dell'accordo CNR MAE ospitando presso la sezione di Messina 4 borsisti egiziani che hanno sviluppato attività di ricerca nel settore dell'acquacoltura .

La Sezione di Taranto ospita abitualmente laureandi e dottorandi, soprattutto delle Università di Bari e Lecce, per lo svolgimento rispettivamente delle tesi di laurea e di dottorato (Dottorato in Scienze Ambientali, Dottorato in Biologia delle Alghe, Dottorato in Ecologia) nonchè borsisti nell'ambito dei vari progetti di ricerca.Inoltre promuove attività di formazione nell'ambito di corsi IFTS-CIPE / Ricerca finalizzati a formare tecnici superiori per il monitoraggio e la gestione del territorio e dell'ambiente.

La sezione di Mazara del Vallo ha avviato nel 2002 un corso di formazione per n. 8 laureati per il progetto denominatO: EGIFACO- Esperto per la gestione integrata della fascia costiera e delle zone umide con metodologie innovative- MIUR FSE 2000-2006 III 1/A.

La sezione di Mazara del Vallo promuove numerose iniziative di orientamento, accompagnamento, formazione e di divulgazione della cultura scientifica.
Ospita abitualmente laureandi e dottorandi per lo svolgimento di stage, tesi di laurea e dottorato e master in collaborazione con diversi Corsi Atenei.
Inoltre il Gruppo di Oceanografia interdisciplinare partecipa al Corso di Laurea specialistica in Scienze e Tecnologie per l'Ambiente Marino e il Turismo, dell'Università degli Studi di Palermo, partecipa al dottorato di Ricerca in Scienze Ambientali dell'Università Ca Foscari di Venezia.
Promuove e realizza progetti di formazione e divulgazione della cultura scientica:
PERCORSI di diVulgazione scIentifica interdisciplinAre sul MARE". Ministero dell'Università e della Ricerca (MUR). Decreto direttoriale 10 aprile 2007 prot. n. 614/Ric./2007 "Regole e modalità per la presentazione delle richeste di concessione dei contributi per progetti intesi a favorire la diffusione della cultura scientifica". Bando ex art.4 Legge 6/2000.
Osservatorio Sulle Scienze e Tecnologie Marine, MIUR Legge 6/2000: Iniziative per la diffusione della cultura scientifica. Progetti annuali.
"Borse/voucher per percorsi di eccellenza" POR Sicilia - Misura 3.13 Esperti nella gestione e sfruttamento sostenibile dell'ambiente marino e delle sue risorse.
Iniziative di promozione della produzione di pesce azzurro, nel comune di Palermo, ottenuta con metodi rispettosi dell'ecosistema marino - IPPA" Regolamento C.E.E. n. 1263/99 - SFOP - POR Sicilia 2000-2006- Misura n. 4.17 - Sottomisura a) Promozione (relativi al bando pubblicato nella GURS n.18 del 23/04/2004) - COD. 038.
"Tecnico esperto per il monitoraggio dell'ambiente e del territorio" - Istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS Adria) - Piano Regionale IFTS 2000/2001. progetto n° 199/IT.16.1.PO.011/3.07/9.2.14/0.
Cultura scientifica del mare a sostegno del distretto tecnologico della pesca ecocompatibile (CULT)". MIUR LEGGE 6/2000 Iniziative per la diffusione della cultura scientifica. Progetti annuali
Article 6 of the European Social Fund Regulation. Innovative Approaches To The Management Of Change VP/2003/021
Emersione del lavoro irregolare nella Pesca POR Sicilia 2000-2006 - Misura 3.11. Asse III "Sostegno al lavoro irregolare". Progetto n° 1999.IT.16.1.PO.011/3.11/7.2.4/006
Master "Monitoraggio dell'ambiente marino costiero - MARBIM". Assessorato regionale al commercio, cooperazione e pesca - D.A. 27/12/02.
Piattaforma di divulgazione e diffusione della cultura scientifica per la tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale (ALFA-TETA)". MIUR Legge 6/2000 Iniziative Per La Diffusione Della Cultura Scientifica Progetti Annuali
Master in Tutela dell'ambiente marino e oceanografia - MAMBO. PON Ricerca sviluppo tecnologico e alta formazione. Asse III - Misura III.4/A.
Master MASTEGEC - "Esperto per la gestione integrata della fascia costiera e zone umide con metodologie innovative". PON Ricerca sviluppo tecnologico e alta formazione. Asse III - Misura III.4/A
Tecnico per il monitoraggio dell'ambiente marino - Istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS Meli) - Piano Regionale IFTS 2002/2003.
Laboratorio di biotecnologie ambientali - LABA. POR Sicilia 2000-2006 - Misura 3.13. Progetto n° 1999.IT.16.1.PO.011/3.13/7.2.4/002.
Sistema di divulgazione della cultura scientifica - SIS. POR Sicilia 2000-2006 - Misura 3.13. Progetto n° 1999.IT.16.1.PO.011/3.13/7.2.4/004.
Esperto di metodologie oceanografiche e bio-economiche per uno sfruttamento sostenibile delle risorse rinnovabili del mare. MURST - PON 1994-1999 "Ricerca sviluppo tecnologico e alta formazione".

Parallelamente alle attività di ricerca, l'U.O.S. di Oristano è coinvolta in diverse iniziative di formazione, e di sostegno all'istruzione a tutti i livelli, divulgazione e diffusione della cultura scientifica, di collaborazione e cooperazione internazionale e organizzazione di scuole, corsi e seminari
Sono stati formati diversi studenti di ogni ordine e grado e svolte attività di formazione e di stage nei corsi universitari, di dottorato di ricerca e attività di formazione superiore post universitaria. Nello specifico:

- 11 Dottorati di ricerca in ecologia e gestione delle risorse biologiche, in Oceanografia fisica e biologica e in geomorfologia. Ad oggi i ricercatori della sede di Oristano hanno supervisionato 11 dottorati, in università italiane e straniere, di cui 7 finanziati direttamente dall'IAMC-CNR. Attualmente (dal 2014) sono attive due borse di dottorato di ricerca in "Ecologia e Gestione delle Risorse Biologiche" dell'Unitus con per lo svolgimento di attività di ricerca di interesse della sezione;

- 26 Tesi di laurea e di master nelle attività scientifiche della sede. I ricercatori della sede hanno coordinato 21 laureandi, provenienti da università italiane, per tesi di laurea di primo livello, specialistiche e 6 tesi di master , provenienti da università straniere;

- 15 Post-doc provenienti da università italiane (8) ed estere (7) sono formati e coordinati dal personale di ricerca della sede di Oristano. Hanno inoltre potuto utilizzare infrastrutture, strumentazioni e competenze scientifiche per portare avanti la loro attività di alto spessore scientifico nelle varie tematiche multidisciplinari della sede. Dieci dei sudetti post-doc fanno parte dell'attuale organico (al 02.2015) del IAMC-CNR di Oristano in qualità di ricercatori, tecnologi o assegni di ricerca;

- Oltre 20 stage,l tirocini i lauera e post-lauerea, borse di formazione nel campo delll'ecologia e gestione delle risorse biologiche, in Oceanografia e in geomorfologia;

- Sono state organizzate 12 Campagne Oceanografiche interdisciplinari con nave attrezzata URANIA del CNR della durata ciascuna generalmente superiore ai 15 giorni. In queste campagne hanno partecipato almeno 50 studenti di varie università, dottorandi e stagisti che hanno partecipato: all'utilizzo di diverse strumentazioni oceanografiche multidisciplinare (sonde, sensori, strumenti oceanografici); alla più svariate attività di laboratorio (per misure di clorofilla, nutrienti, ossigeno disciolto DOC ecc.); realizzato i programmi di conversione dei dati; imparato ad analizzare ed interpretare i dati oceanografici.

Si è occupato della divulgazione e diffusione della cultura scientifica. E' stata realizzata un'intensa attività coinvolgendo al livello locale soggetti preposti alla salvaguardia degli ambienti marini costieri e lagunari. In questo contesto sono state realizzate diverse convenzioni con l'AMP "Penisola del Sinis e isola di Mal di ventre" e, in collaborazione, sono stati realizzati diversi stage, giornate di diffusione e sensibilizzazione orientate alla cittadinanza e agli operatori di settore in particolare pescatori .

Sono state organizzate diverse collaborazione internazionali e di cooperazione con i paesi extra-comunitari.

Sono state organizzati scuole, corsi e seminari rivolti a studenti di scuole elementari, medie inferiori, superiori e universitarie. Sono stati realizzati diversi seminari didattici e divulgativi, organizzati corsi di formazione e diverse visite guidate ai laboratori gestiti dalla sezione di Oristano.

Le numerose attività svolte dalla Sezione di Oristano nel campo della formazione, divulgazione, diffusione, educazione ambientale in generale, e di cooperazione internazionale illustrano la capacità della U.O.S. di Oristano di organizzare eventi di diffusione rivolti a studenti di ogni ordine e grado e a giovani ricercatori.
I dettagli delle diverse iniziative di formazione, di collaborazione e di sostegno all'istruzione a tutti i livelli e di diffusione della cultura scientifica sono presenti nella pagina web della sede di Oristano (http://oristano.iamc.cnr.it/IAMC/temi/diffuione-e-formazione-1/formazione)