Focus

Grid Computing per Applicazioni Collaborative di Geo-processing

2003
Il Grid Computing è oggi un nuovo importante tema di ricerca nell'ambito dei sistemi distribuiti. Grid Computing significa abilitare la condivisione di risorse coordinate e il problem solving in organizzazioni virtuali dinamiche. L'idea base è quella di offrire potenza computazionale a tutti quelli che vi accedono, allo stesso modo come la rete elettrica fornisce l'elettricità. La condivisione nella griglia computazionale non si riferisce solo allo scambio di file ma anche all'accesso a ...

La combustione MILD per la riduzione dellinquinamento

2003
Ossidi di azoto, particolato carbonioso (fine ed ultrafine) e idrocarburi policiclici aromatici da processi di combustione sono tra i più importanti responsabili dell'inquinamento sia su scala globale, "effetto serra", che nelle aree urbane: effetti sulla salute, visibilità. Una drastica riduzione di queste emissioni può essere ottenuta utilizzando una tecnica innovativa che consente di minimizzare le temperature di combustione utilizzando alte concentrazioni di sostanze inerti, come azoto, ...

COMBUSTIONE CATALITICA DEL GAS NATURALE

2003
La Combustione Catalitica è un'opzione tecnologica intrinsecamente pulita e sicura per produrre energia con alta efficienza, bruciando miscele gassose combustibile/aria anche al di fuori dei normali limiti di infiammabilità ed in corrispondenza di temperature operative inferiori a quelle di una fiamma tradizionale. Ciò consente di evitare i problemi di instabilità di funzionamento e soprattutto di formazione di inquinanti (CO, NOx, soot) tipici dei processi di combustione tradizionali ...

CONTROLLO ED INTERAZIONE DI UNA MANO ROBOTICA ANTROPOMORFA

2003
Presso il laboratorio di robotica della sezione di Palermo dell'ICAR CNR è in corso una fruttuosa attività di ricerca per la creazione di un'interfaccia uomo-macchina basata sull'interpretazione dei gesti. Una mano robotica antropomorfa (DIST-Hand, costruita dalla GraalTech di Genova) e un sistema di acquisizione video a basso costo hanno costituito la piattaforma di sperimentazione di metodologie avanzate ed innovative. L'utente del sistema mostra la sua mano alla telecamera collegata ad ...

Dispositivo sperimentale per studi della dinamica dei mezzi granulari

2003
Iniziata nel 2002 nell'ambito dei un progetto lde V programma quadro il network "Fractal strucures and self-organization"), si e' finalmente conclusa nel corso del 2003 la realizzazione di un apparato sperimentale per lo studio delle proprieta' fisiche dei mezzi granulari. Questo e' stato possibile anche grazie al cofinanziamento del MIUR concesso nell'ambito del progetto FIRB "Proprieta' reologiche dei mezzi granulari", in collaborazione con il dipartimento di Fisica della ...

L'arte in stereovisione

2003
L'Italia è uno dei Paesi con la maggior concentrazione di beni artistici al mondo; la tutela di tale patrimonio richiede il contributo della scienza e della tecnica, anche mediante finanziamenti mirati. Per rispondere ad un bando specifico, si è costituito nel 2001 il Consorzio SIINDA (Sistemi Innovativi di Indagine e Diagnosi Assistita), per dare vita al progetto di ricerca omonimo. Partecipano al Consorzio tre società private e quattro enti pubblici (tra cui il CNR). Lo scopo è la ...

LAmplificatore di Temperatura: un sistema innovativo per la rideterminazione della scala di temperatura.

2003
Il tubo di calore è essenzialmente una camera chiusa realizzata in materiali e forme diverse a seconda degli impieghi, le cui pareti interne sono lavorate a struttura capillare. All'interno viene inserita una determinata quantità di un fluido di lavoro scelto in funzione del campo di temperatura e dell'utilizzo previsto. Un sistema di riscaldamento ed uno di refrigerazione sono posti alle estremità opposte del tubo. Nella sezione di riscaldamento il fluido vaporizza e il vapore fluisce verso ...

Metodologie di progetto per un monitoraggio assistito del degrado di beni culturali

2003
Allo scopo di supportare l'esperto nella diagnosi oggettiva del degrado dei monumenti di interesse archeologico, i ricercatori dell'IAC, negli ultimi anni, hanno proposto e sviluppato specifiche metodologie. La ricerca, svolta sia nell'ambito del progetto SIINDA sia per conto della soprintendenza della Regione Val d'Aosta, a superamento dei tradizionali protocolli di indagine, è orientata all'ottimizzazione dell'acquisizione delle informazioni ambientali, dei dati chimico- fisici e di ...

NUOVA TECNICA MATEMATICA PER I FLUSSI TURBOLENTI

2003
La rivista Science pubblica un nuovo metodo fisico-matematico che fa luce sulla dinamica dei flussi turbolenti, elaborato da un gruppo internazionale di ricercatori, tra cui quelli dell'Istituto per le Applicazioni del Calcolo "Mauro Picone" del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IAC-CNR). Gli aerei, le automobili e tanti altri dispositive che fanno parte della nostra esperienza quotidiana sono soggetti a fenomeni di turbolenza. Ma sulla dinamica che governa questi flussi turbolenti ...

Macchina di Visione Intelligente per la sorveglianza e monitoraggio dellArea Archeologica di Arpi

2003
Obiettivo della ricerca è realizzare un dimostratore di Macchina di Visione Intelligente, articolata in livelli gerarchici, per la rilevazione e segnalazione di attività clandestine di trafugamento in siti archeologici. Il primo livello rileva attività nell'area di interesse, identificabili come movimenti significativi. Tali attività ostili generano allarmi verso una postazione remota dove operatori preposti prendono in carico la gestione dell'evento, valutato anche attraverso l'osservazione ...

ALLA RICERCA DELLA FASE PERDUTA

2003
Un significativo passo in avanti è stato compiuto nel campo dell'interferometria radar presso l'ISSIA di Bari. La fase interferometrica, che normalmente è misurata solo nella componente principale (cioè entro un ciclo di 6,28 radianti), è finalmente misurabile nella sua totalità, direttamente correlata alla distanza tra l'interferometro e l'oggetto osservato come ad altre grandezze che ne influenzano il valore, quale l'eventuale spostamento centimetrico dei bersagli al suolo o il ritardo ...

Esperimenti e modelli della diffusione termica nei tokamak

2003
Introduzione Il problema fondamentale della ricerca sulla fusione nucleare controllata basata sul confinamento magnetico di un plasma di Deuterio e Tritio, consiste nel raggiungere una alta temperatura (~100 Milioni gradi K), che consente lo svilupparsi delle reazioni di fusione e nell'ottenere tempi di "confinamento dell'energia" sufficientemente lunghi. Il problema motiva lo studio di tecniche sperimentali e lo sviluppo di teorie fondamentali per migliorare il regime operativo dei tokamak al ...

Ricerca e Sviluppo nelle applicazioni di onde millimetriche ai plasmi tokamak

2003
Introduzione La European Fusion Development Agency (EFDA), nello sforzo per sviluppare il primo esperimento internazionale di reattore (ITER) per la produzione di energia da fusione controllata sta assegnando agli Istituti di ricerca associati all'Euratom numerosi contratti attivi per ricerche scientifiche e tecniche. Un tema specifico molto importante riguarda il sistema di riscaldamento ausiliario del plasma, basato sulla iniezione di onde millimetriche ad alta potenza che vengono assorbite ...

Modellazione 3D, Grafica Interattiva e Beni Culturali

2003
L'attività di ricerca condotta dal Visual Computing Lab nel settore della modellazione 3D e delle tecnologie grafiche interattive per i Beni Culturali ha portato a nuovi, importanti risultati. Tali risultati sono descritti nei lavori scientifici: [A] Adaptive TetraPuzzles: Efficient Out-of-Core Construction and Visualization of Gigantic Multiresolution Polygonal Models P. Cignoni, F. Ganovelli, F. Ponchio e R. Scopigno (ISTI-CNR, Italy), E. Gobbetti e F. Marton (CRS4, Italy) [B] Protected ...

Impianto per la verifica delle prestazioni del circuito idraulico delle trattrici agricole

2003
Le trattrici agricole e forestali sono equipaggiate di prese idrauliche ad innesto rapido destinate ad azionare attrezzi per lavori agricoli o forestali. La potenza fornita dal motore della trattrice può essere facilmente trasferita in condotte mediante fluido idraulico ad alta pressione ad attrezzi rotativi o a cilindri idraulici che muovono apparati con movimenti lineari istallati su macchine agricole che la medesima può trainare, spingere o portare. Le crescenti portate di fluido idraulico ...

UNA PIATTAFORMA PER E-SCIENCE

2003
Per e-Science si intende la ricerca svolte attraverso collaborazioni distribuite in rete, con accesso distribuito a grandi collezioni di dati e a grandi risorse e con strumenti avanzati di visualizzazione. I potenziali benefici di questo schema, e in particolare la possibilità di elaborare, condividere e distribuire quantità finora impensabili di informazione, hanno indotto le maggiori agenzie mondiali di ricerca a promuovere lo sviluppo delle necessarie infrastrutture. Un esempio di queste ...

Auto-organizzazione in sistemi di agenti mobili

2003
Molti sistemi naturali sono composti da un elevato numero di agenti in comunicazione locale la cui azione individuale produce un comportamento macroscopico organizzato. Questo fenomeno si riscontra, per esempio, nel moto collettivo di stormi di uccelli o branchi di pesci, nello sviluppo di organismi biologici multicellulari e nel funzionamento di reti genetiche (Figura 1). In tutti i casi si tratta di sistemi ove un comportamento emergente di auto-organizzazione scaturisce a partire da semplici ...

MORPHEUM: Robot modulare e riconfigurabile a cinematica parallela

2003
Concepito e realizzato interamente da ITIA-CNR, Morpheum (Modular Reconfigurable Parallel Upgradeable Machine) è un robot a cinematica parallela per operazioni di assemblaggio e pick and place. Nel 2003 ITIA-CNR ha lanciato il progetto Morpheum per lo sviluppo di un sistema innovativo: macchina + sistema di controllo PC based + sistema di visione. Le principali caratteristiche innovative di Morpheum sono la modularità e la riconfigurabilità che rendono possibile la variazione (da 2 a 6) dei ...

Sito ITC sulla legislazione di edilizia sanitaria

2003
La scelta di realizzare un sito web sulla legislazione dell'edilizia sanitaria è nata dall'esigenza di tecnici ed esperti del settore di avere uno strumento di facile consultazione in un settore che ha subito negli ultimi anni profonde trasformazioni. Si è ora di fronte ad una produzione di norme, aggiornamenti ed integrazioni che rendono il panorama legislativo molto complesso. Negli ultimi vent'anni tutte le normative che regolavano il settore dell'edilizia sanitaria, ed in particolare ...

AEDILITIA: la Direttiva 89/106/CEE Prodotti da Costruzione e la marcatura CE dei prodotti

2003
ITC-CNR in collaborazione con ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili) e F.IN.CO (Federazione Industrie Prodotti Impianti e Servizi per le Costruzioni) e con il patrocinio del Ministero delle Attività Produttive, ha realizzato il sito www.aedilitia.itc.cnr.it interamente dedicato alla Direttiva 89/106/CEE "Prodotti da Costruzione" e alla marcatura CE dei prodotti. L'esigenza, sempre più pressante, di affrontare con padronanza la situazione e i nuovi obblighi, ma soprattutto le nuove ...

CONTROLLO ATTIVO DEL RUMORE APPLICATO A ELEMENTI EDILI

2002
di Fabrizio Valentini La necessità di migliorare le prestazioni acustiche degli ambienti interni e il desiderio di superare i limiti imposti dalle tecniche tradizionali hanno spinto l'ITC-CNR ad applicare il controllo attivo del rumore a elementi edili quali finestre e partizioni verticali. Il controllo attivo del rumore (ANC: Active Noise Control), nel quale una o più sorgenti secondarie addizionali sono usate per cancellare il disturbo prodotto dalla sorgente primaria, è basato sul ...

PKM Celerius

2002
Celerius, la prima PKM (Parallel Kinematic Machine) italiana a 5 assi per operazioni di fresatura, è un'unità modulare di lavorazione a cinematica parallela costruita nell'ambito del programma nazionale d'innovazione e ricerca su Sistemi di Produzione Innovativi (SPI1) promosso dal Ministero dell'Istruzione, Università e della Ricerca, MIUR. Il progetto SPI1 ha per tema la ricerca di metodologie innovative, basate su logiche di modularità funzionale, per la realizzazione di stazioni di ...

IL PROGETTO EUROPEO PICADA: LO STUDIO DEL DIOSSIDO DI TITANIO COME FOTOCATALIZZATORE PER UNA NUOVA CLASSE DI MATERIALI EDILI

2002
Alberto Strini e Emanuela Mapelli Il diossido di titanio e' un noto catalizzatore in grado di degradare per ossidazione numerosi composti organici. Recenti studi hanno proposto lo sfruttamento di questa proprietà per mettere a punto addittivi per materiali da costruzione basati su questo composto. Di particolare interesse e' la possibilità di ottenere materiali di rivestimento che, per mezzo dell'attivazione dalla luce solare, siano in grado di distruggere i composti organici depositati su di ...

Unità di Ricerca ITIA-CNR a Vigevano: D&MC-LAB Design & Mass Customization Laboratory

2002
La nascita dell'unità di ricerca ITIA-CNR denominata D&MC-LAB (Design & Mass Customization Laboratory) e localizzata a Vigevano (PV) è stata formalizzata il 29 Gennaio 2002. Tale unità di ricerca ha come obiettivo l'esecuzione di attività di Ricerca e sviluppo sul nuovo paradigma produttivo della "mass customization", con particolare riferimento al settore calzaturiero. Al fine di raggiungere l'obiettivo prefissato, l'unità di ricerca staccata si avvale di quattro distinte Unità Operative: ...

Le Reti Neurali Artificiali Estese allo Studio di Forme e di Deformazioni

2002
Contesto della ricerca Lo studio e lo sviluppo di modelli deformabili, in grado di simulare il comportamento di strutture tridimensionali immerse in scene reali e sottoposte a forze deformanti, rappresentano una sfida e un obiettivo di grande interesse nell'ambito delle computational neuroscience. L'uso di reti neurali per la costruzione di tali modelli costituisce un'attività di ricerca d'avanguardia i cui risultati ottenuti finora hanno già dimostrato le potenzialità e l'efficacia di ...

Ricerche e progetti su Grid Computing

2002
Introduzione La popolarità di Internet e la disponibilità di potenti elaboratori e reti veloci rendono oggi possibile accoppiare, e usare come una singola entità computazionale, una vasta varietà di risorse quali, supercomputer, sistemi di memorizzazione, sorgenti di dati e classi speciali di dispositivi, dando origine ad un nuovo paradigma computazionale definito "Grid Computing". Questa tematica ha suscitato negli ultimi anni un enorme interesse, sia negli USA [1] che in Europa, come ...

Un sistema integrato di Telerilevamento per il controllo della qualità delle acque interne e costiere

2002
I risultati della ricerca qui presentati sono il frutto di attività che avevano come obbiettivo la messa a punto di un sistema di Telerilevamento per il monitoraggio delle risorse idriche superficiali, in particolare degli ecosistemi maggiormente esposti all'impatto delle attività umane e al loro sfruttamento quali i laghi, gli estuari, le lagune e le fasce costiere. Le metodologie approntate derivano dalle esperienze di calibrazione e validazione delle osservazioni satellitari in questo campo ...

Monitoraggio delle deformazioni in aree urbane mediante l'uso integrato di tecniche radar satellitari e di sistemi informativi geografici

2002
Il notevole incremento demografico e urbanistico degli ultimi decenni ha determinato la necessità di prevedere un programma di monitoraggio dettagliato nel campo geologico ed ambientale delle zone urbane; in tale contesto il monitoraggio delle deformazioni rappresenta una problematica di grandissima rilevanza. La particolarità dell'area di interesse e la sensibilità del contesto hanno portato allo sviluppo di metodi investigativi il meno possibile invasivi, in alternativa alle metodologie ...

Studio delle esplosioni termiche di miscele gassose e dei rischi derivanti

2002
Nell'ambito della ricerca sulla sicurezza industriale, l'Istituto di Ricerche sulla Combustione studia i rischi derivanti da incidenti in insediamenti industriali, con particolare riguardo alle esplosioni termiche di miscele gassose, e ne analizza i sottostanti meccanismi chimico-fisici. Tali studi hanno ricadute sia scientifiche che applicative in quanto determinano sviluppi nel campo scientifico e consentono di descrivere mappe di rischio e di formulare criteri per la progettazione. ...

Sistemi policombustibile di generazione e/o recupero di energia

2002
Il progresso e l'evoluzione tecnologica richiedono sempre più energia ed è preoccupante l'attuale deficit di produzione nazionale. Eventuali contrazioni di approvvigionamenti delle fonti energetiche avrebbero ripercussioni negative sul tessuto produttivo nazionale. Una risposta può derivare dalla diversificazione delle fonti energetiche, dall'includere logiche di recupero energetico di scarti di origine industriale e dall'utilizzo di fonti rinnovabili. Naturalmente tali strategie devono ...