Focus

COMBUSTIONE CATALITICA DEL GAS NATURALE

2003
La Combustione Catalitica è un'opzione tecnologica intrinsecamente pulita e sicura per produrre energia con alta efficienza, bruciando miscele gassose combustibile/aria anche al di fuori dei normali limiti di infiammabilità ed in corrispondenza di temperature operative inferiori a quelle di una fiamma tradizionale. Ciò consente di evitare i problemi di instabilità di funzionamento e soprattutto di formazione di inquinanti (CO, NOx, soot) tipici dei processi di combustione tradizionali ...

La combustione MILD per la riduzione dellinquinamento

2003
Ossidi di azoto, particolato carbonioso (fine ed ultrafine) e idrocarburi policiclici aromatici da processi di combustione sono tra i più importanti responsabili dell'inquinamento sia su scala globale, "effetto serra", che nelle aree urbane: effetti sulla salute, visibilità. Una drastica riduzione di queste emissioni può essere ottenuta utilizzando una tecnica innovativa che consente di minimizzare le temperature di combustione utilizzando alte concentrazioni di sostanze inerti, come azoto, ...

Monitoraggio degli incendi a scala continentale e globale mediante Telerilevamento da satellite

2003
La crescente consapevolezza dell'impatto delle attività dell'uomo su molti aspetti del funzionamento del sistema Terra ha portato alcuni studiosi a parlare di una nuova epoca geologica definita era dell'Antropocene. In questa nuova epoca i cambiamenti indotti dall'uomo avrebbero una dimensione, un ritmo di evoluzione ed una scala spaziale senza precedenti. Un esempio molto significativo di tale cambiamento epocale è costituito dalla diffusione degli incendi, un fenomeno di proporzioni così ...

Modellazione 3D, Grafica Interattiva e Beni Culturali

2003
L'attività di ricerca condotta dal Visual Computing Lab nel settore della modellazione 3D e delle tecnologie grafiche interattive per i Beni Culturali ha portato a nuovi, importanti risultati. Tali risultati sono descritti nei lavori scientifici: [A] Adaptive TetraPuzzles: Efficient Out-of-Core Construction and Visualization of Gigantic Multiresolution Polygonal Models P. Cignoni, F. Ganovelli, F. Ponchio e R. Scopigno (ISTI-CNR, Italy), E. Gobbetti e F. Marton (CRS4, Italy) [B] Protected ...

Monitoraggio su larga scala di deformazioni e/o temperatura mediante sensori distribuiti in fibra ottica

2003
In questi ultimi anni si è riscontrato un crescente interesse verso le problematiche del monitoraggio non invasivo dell'ambiente ed in particolare verso l'impiego di tecniche di diagnostica basate sull'utilizzo di sensori in fibra ottica. Tali sensori hanno infatti piccole dimensioni e basso costo, sono immuni alle interferenze elettromagnetiche, sono ideali per costruire reti di monitoraggio molto estese e sono meccanicamente e chimicamente compatibili con molti materiali. Tuttavia, i sensori ...

NUOVA TECNICA MATEMATICA PER I FLUSSI TURBOLENTI

2003
La rivista Science pubblica un nuovo metodo fisico-matematico che fa luce sulla dinamica dei flussi turbolenti, elaborato da un gruppo internazionale di ricercatori, tra cui quelli dell'Istituto per le Applicazioni del Calcolo "Mauro Picone" del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IAC-CNR). Gli aerei, le automobili e tanti altri dispositive che fanno parte della nostra esperienza quotidiana sono soggetti a fenomeni di turbolenza. Ma sulla dinamica che governa questi flussi turbolenti ...

UNA PIATTAFORMA PER E-SCIENCE

2003
Per e-Science si intende la ricerca svolte attraverso collaborazioni distribuite in rete, con accesso distribuito a grandi collezioni di dati e a grandi risorse e con strumenti avanzati di visualizzazione. I potenziali benefici di questo schema, e in particolare la possibilità di elaborare, condividere e distribuire quantità finora impensabili di informazione, hanno indotto le maggiori agenzie mondiali di ricerca a promuovere lo sviluppo delle necessarie infrastrutture. Un esempio di queste ...

Auto-organizzazione in sistemi di agenti mobili

2003
Molti sistemi naturali sono composti da un elevato numero di agenti in comunicazione locale la cui azione individuale produce un comportamento macroscopico organizzato. Questo fenomeno si riscontra, per esempio, nel moto collettivo di stormi di uccelli o branchi di pesci, nello sviluppo di organismi biologici multicellulari e nel funzionamento di reti genetiche (Figura 1). In tutti i casi si tratta di sistemi ove un comportamento emergente di auto-organizzazione scaturisce a partire da semplici ...

MEMS - Micro Electro Mechanical Systems per Architetture Wireless

2003
MEMS, acronimo di Micro Electro Mechanical Systems, è il termine coniato negli Usa per indicare una famiglia di dispositivi costituiti da strutture meccaniche e circuiti elettronici integrati sullo stesso chip di silicio. Una delle applicazioni emergenti nel campo dei MEMS è quella dei RF MEMS ovvero dei sistemi a radio frequenza e delle onde millimetriche. Numerosi dispositivi, quali microswitch, condensatori variabili, induttori ad alto Q, microantenne, linee di trasmissione e risuonatori ...

Un sistema di Visione Attiva per l'acquisizione ed il monitoraggio di superfici architettoniche e affreschi

2003
Nell'ambito della gestione dei beni culturali è ben nota la necessità di acquisire una documentazione, la più completa e accurata possibile, sulle opere d'arte che ne costituiscono il patrimonio. Lo scopo è quello di mantenere sotto controllo continuo il loro stato di conservazione nel tempo. Questa documentazione, oltre a svolgere una funzione di catalogazione, permetterebbe di preventivare e programmare in tempo i diversi interventi conservativi, impedendo la diffusione dei fenomeni di ...

Sito ITC sulla legislazione di edilizia sanitaria

2003
La scelta di realizzare un sito web sulla legislazione dell'edilizia sanitaria è nata dall'esigenza di tecnici ed esperti del settore di avere uno strumento di facile consultazione in un settore che ha subito negli ultimi anni profonde trasformazioni. Si è ora di fronte ad una produzione di norme, aggiornamenti ed integrazioni che rendono il panorama legislativo molto complesso. Negli ultimi vent'anni tutte le normative che regolavano il settore dell'edilizia sanitaria, ed in particolare ...

AEDILITIA: la Direttiva 89/106/CEE Prodotti da Costruzione e la marcatura CE dei prodotti

2003
ITC-CNR in collaborazione con ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili) e F.IN.CO (Federazione Industrie Prodotti Impianti e Servizi per le Costruzioni) e con il patrocinio del Ministero delle Attività Produttive, ha realizzato il sito www.aedilitia.itc.cnr.it interamente dedicato alla Direttiva 89/106/CEE "Prodotti da Costruzione" e alla marcatura CE dei prodotti. L'esigenza, sempre più pressante, di affrontare con padronanza la situazione e i nuovi obblighi, ma soprattutto le nuove ...

MORPHEUM: Robot modulare e riconfigurabile a cinematica parallela

2003
Concepito e realizzato interamente da ITIA-CNR, Morpheum (Modular Reconfigurable Parallel Upgradeable Machine) è un robot a cinematica parallela per operazioni di assemblaggio e pick and place. Nel 2003 ITIA-CNR ha lanciato il progetto Morpheum per lo sviluppo di un sistema innovativo: macchina + sistema di controllo PC based + sistema di visione. Le principali caratteristiche innovative di Morpheum sono la modularità e la riconfigurabilità che rendono possibile la variazione (da 2 a 6) dei ...

Unità di Ricerca ITIA-CNR a Vigevano: D&MC-LAB Design & Mass Customization Laboratory

2002
La nascita dell'unità di ricerca ITIA-CNR denominata D&MC-LAB (Design & Mass Customization Laboratory) e localizzata a Vigevano (PV) è stata formalizzata il 29 Gennaio 2002. Tale unità di ricerca ha come obiettivo l'esecuzione di attività di Ricerca e sviluppo sul nuovo paradigma produttivo della "mass customization", con particolare riferimento al settore calzaturiero. Al fine di raggiungere l'obiettivo prefissato, l'unità di ricerca staccata si avvale di quattro distinte Unità Operative: ...

Sistemi policombustibile di generazione e/o recupero di energia

2002
Il progresso e l'evoluzione tecnologica richiedono sempre più energia ed è preoccupante l'attuale deficit di produzione nazionale. Eventuali contrazioni di approvvigionamenti delle fonti energetiche avrebbero ripercussioni negative sul tessuto produttivo nazionale. Una risposta può derivare dalla diversificazione delle fonti energetiche, dall'includere logiche di recupero energetico di scarti di origine industriale e dall'utilizzo di fonti rinnovabili. Naturalmente tali strategie devono ...

Studio delle esplosioni termiche di miscele gassose e dei rischi derivanti

2002
Nell'ambito della ricerca sulla sicurezza industriale, l'Istituto di Ricerche sulla Combustione studia i rischi derivanti da incidenti in insediamenti industriali, con particolare riguardo alle esplosioni termiche di miscele gassose, e ne analizza i sottostanti meccanismi chimico-fisici. Tali studi hanno ricadute sia scientifiche che applicative in quanto determinano sviluppi nel campo scientifico e consentono di descrivere mappe di rischio e di formulare criteri per la progettazione. ...

Ricerche e progetti su Grid Computing

2002
Introduzione La popolarità di Internet e la disponibilità di potenti elaboratori e reti veloci rendono oggi possibile accoppiare, e usare come una singola entità computazionale, una vasta varietà di risorse quali, supercomputer, sistemi di memorizzazione, sorgenti di dati e classi speciali di dispositivi, dando origine ad un nuovo paradigma computazionale definito "Grid Computing". Questa tematica ha suscitato negli ultimi anni un enorme interesse, sia negli USA [1] che in Europa, come ...

Nanobilancia

2002
Per alcune missioni scientifiche programmate dall'ESA (GOCE, SMART-2) è necessario un controllo molto accurato dell'assetto dei satelliti. Diverse ditte europee hanno sviluppato dei motorini in grado di fornire spinte molto piccole, fino a un massimo di 3 mN, che devono essere provati per verificare la spinta fornita e il rumore, sia quando sono in funzione sia quando sono spenti. A seguito di una richiesta di Alenia Spazio, l'IMGC ha sviluppato uno strumento, la "nanobilancia", col quale sarà ...

Studio dell'inquinamento atmosferico da metalli in tracce con metodi nucleari

2002
Metodi nucleari per lo studio dell'inquinamento atmosferico da metalli in tracce. Presso l'Unità staccata di Radiochimica e Spettroscopia (URS) di Pavia dell'IMGC, si studia la composizione elementare del particolato atmosferico. Si sono individuati gli elementi potenzialmente tossici presenti nell'aria di aree urbane, rurali-residenziali e remote ad alta quota. La conoscenza delle loro concentrazioni è fondamentale per definire il grado d'inquinamento e per la valutazione tossicologica da ...

Dalle terre rare la luce per le comunicazioni ottiche

2002
Le terre rare sono un gruppo di elementi con importanti proprietà di fotoluminescenza, tra cui è ben noto il Neodimio (gli ioni Nd, quando eccitati, emettono fotoni nel vicino infrarosso, a 1060 nm): uno dei primi laser mai realizzati era un Nd:vetro, ed oggi uno tra i laser più diffusi sia a livello di ricerca che industriale è il Nd:YAG. Di recente, però, è salita alla ribalta un'altra terra rara, l'Erbio, grazie a due notevoli proprietà: quella di emettere radiazione a lunghezze ...

Metodi computazionali per la modellazione della forma

2002
Con la diffusione delle tecnologie informatiche, la modellazione di oggetti naturali e di manufatti, e in particolare la descrizione e l'analisi della loro forma, si pone come un problema fondamentale in molte applicazioni. In effetti buona parte della conoscenza che abbiamo sul mondo fisico reale è di tipo visivo e si basa fortemente sulla forma degli oggetti che ci circondano: descrivere la forma degli oggetti è un modo classico di comunicare in ingegneria, architettura, biologia, fisica e ...

Robot per ambienti agricoli strutturati

2002
Introduzione Negli ambienti strutturati, quali le serre, è possibile realizzare coltivazioni intensive e redditizie in virtù delle favorevoli condizioni agronomiche che possono essere create al fine di favorire la crescita delle piante. Purtroppo, però, tali condizioni sono favorevoli anche al proliferare di malattie ed organismi non voluti, rendendo necessario l'utilizzo di pesticidi con cui irrorare direttamente le piante. Pertanto, l'automazione di un insieme di operazioni colturali, ...

Visione cognitiva per la sicurezza ferroviaria

2002
Nel luglio del 2002 un deragliamento sulla linea Messina-Palermo ha provocato la morte di 8 persone e il ferimento di 40. La causa dell'incidente era legata al cattivo stato di manutenzione della linea ferroviaria. Il ripetersi di tali incidenti, dato il livello tecnologico raggiunto, sia nella costruzione delle linee ferrate che nella realizzazione dei mezzi ferroviari, dovrebbe prevedere standard di sicurezza elevati, pone un quesito sulla modalità di gestione della manutenzione ed in ...

Un laboratorio marino d'altura a disposizione della comunità scientifica

2002
A poco più di un anno dal suo ricovero in cantiere, per la rottura dell'ormeggio, la boa meteo-oceanografica - ODAS Italia 1, della Sezione di Genova dell'Istituto di Studi sui Sistemi Intelligenti per l'Automazione, nell'aprile del 2002, ha riguadagnato il mare ed è stata quindi ricollocata, al centro del Mar Ligure, su di un fondale di circa 1400 metri, a circa 73 Km a sud di Genova, lungo la direttrice con Capo Corso. Il progetto di ricerca sviluppato attorno al sistema boa "ODAS Italia 1", ...

Le Reti Neurali Artificiali Estese allo Studio di Forme e di Deformazioni

2002
Contesto della ricerca Lo studio e lo sviluppo di modelli deformabili, in grado di simulare il comportamento di strutture tridimensionali immerse in scene reali e sottoposte a forze deformanti, rappresentano una sfida e un obiettivo di grande interesse nell'ambito delle computational neuroscience. L'uso di reti neurali per la costruzione di tali modelli costituisce un'attività di ricerca d'avanguardia i cui risultati ottenuti finora hanno già dimostrato le potenzialità e l'efficacia di ...

Ricerche in fisica del plasma all'IFP

2002
L'Istituto di Fisica del Plasma Piero Caldirola ha come principale attività di ricerca, sperimentale e teorica, la fisica dell'interazione di onde elettromagnetiche con plasmi di laboratorio. Tale disciplina, molto vasta, ha ruolo essenziale nella realizzazione di mezzi di trasferimento d'energia ai plasmi magnetizzati in esperimenti di fusione termonucleare, nello sviluppo di metodi di misura di radiazione, in laboratorio e nello spazio. Viene inoltre svolta ricerca applicata nel campo ...

PKM Celerius

2002
Celerius, la prima PKM (Parallel Kinematic Machine) italiana a 5 assi per operazioni di fresatura, è un'unità modulare di lavorazione a cinematica parallela costruita nell'ambito del programma nazionale d'innovazione e ricerca su Sistemi di Produzione Innovativi (SPI1) promosso dal Ministero dell'Istruzione, Università e della Ricerca, MIUR. Il progetto SPI1 ha per tema la ricerca di metodologie innovative, basate su logiche di modularità funzionale, per la realizzazione di stazioni di ...

Metodi per l'ottimizzazione delle emissioni di titoli di stato

2002
Dal 1999, e' attivo nell'Istituto un gruppo che si occupa di metodi quantitativi in Finanza ed Economia. Tra le attivita' piu' rilevanti al momento vi e' una collaborazione con il Ministero dell'Economia il cui scopo e' ottimizzare l'emissione dei titoli di stato e quindi la gestione del debito pubblico, un problema di importanza capitale per la societa' italiana. Il Tesoro Italiano emette diverse tipologie di titoli (ad esempio i BOT sono titoli senza cedola, mentre i BTP pagano una cedola ...

Un Nuovo Concetto di Controllo Automotivo per Trasmissioni Idrostatiche

2002
L'applicazione in oggetto costituisce la prima parte di un progetto nel quale si trasferiscono le esperienze di gestione dei veicoli, maturate in campo automobilistico, ai veicoli heavy duty che utilizzano sistemi oleodinamici per la trasmissione della potenza e per la generazione del moto. Il progetto si inserisce nel filone di attività dell'Istituto IMAMOTER volte alla evoluzione dei sistemi di gestione della potenza nei veicoli in campo agricolo e movimento terra. Tecniche di mapping e ...

LA MATEMATICA INCONTRA IL SATELLITE

2002
"I satelliti stanno invadendo i nostri cieli". Questa frase a prima vista potrebbe rappresentare solo un luogo comune; in effetti riassume una poderosa realtà che permea (in modo talvolta inquietante) la vita quotidiana di ciascuno e che coinvolge sia i paesi fortemente industrializzati, sia quelli che aspirano a diventarlo. Il motivo cardine è che il satellite risulta lo strumento più a basso costo in grado di "fotografare" o "informare" l'intero globo terrestre (incluso oceani, aree ...