Evento

Il Museo Virtuale della Valle del Tevere in mostra a Firenze

Dal 08/05/2017 ore 09.00 al 09/06/2017 ore 20.00

Palazzo Fenzi, via San Gallo 10 - Firenze

 Museo Virtuale Valle del Tevere: Installazione di realtà virtuale e interazione naturale, scenario
Museo Virtuale Valle del Tevere: Installazione di realtà virtuale e interazione naturale, scenario "Qui mi vedi solo tu. Lucus Feroniae"

Dall'8 maggio 2017 fino al 9 giugno a Palazzo Fenzi a Firenze sono visitabili due installazioni realizzate nell'ambito del Museo virtuale delle valle del Tevere:

1) L'installazione '...E, con un passo, ne l'opaco fiume lietamente entraro'. Museo virtuale della valle del Tevere  rappresenta l'esito più spettacolare ed avanzato del progetto. E' permanentemente esposta a Roma presso il Museo nazionale etrusco di Villa Giulia, dopo essere stata presentata in anteprima a Villa Celimontana, in occasione del Festival della letteratura di viaggio nel 2014. L’utente, davanti a tre grandi schermi, vive un’esperienza multisensoriale interagendo con i soli movimenti del proprio corpo all'interno di 4 scenari virtuali, inerenti i diversi aspetti della valle del Tevere. Migrando da un avatar all'altro si può:

- nuotare, come un pesce, sotto l’acqua del fiume fra le immagini e i suoni del mito e della memoria;
- volare, come un uccello, sul territorio, viaggiando indietro nel tempo fino alla genesi geologica e alla nascita delle prime città;
- percorrere la Villa dei Volusii ricostruita in età augustea, divenendo partecipe del dramma di Mena, uno schiavo liberato;
- passeggiare all’interno della colonia romana di Lucus Feroniae ricostruita nel I-II sec. d.C, dialogando con i suoi abitanti ed evocando l’antica presenza delle dea italica Feronia. 

Questa installazione segna il superamento dei tradizionali paradigmi della realtà virtuale per contaminarli con tecniche derivate dal cinema, dal teatro, dai videogiochi e dalla realtà aumentata. 

2) Una postazione multimediale desktop, contenente 13 filmati in computer grafica, documentari, videoclip musicali,  che raccontano il paesaggio della media valle del Tevere, la sua evoluzione attraverso un arco temprale di 3 milioni di anni, la vita e i pensieri delle persone che vivono in questo territorio, borghi storici, abbazie, antichi uliveti, aree naturalistiche. Questa installazione è permanentemente accessibile presso il Museo del Fiume di Nazzano e a Villa Celimontana, sede romana della Sgi.

Nel Museo virtuale della valle del Tevere si fondono diverse prospettive di narrazione, secondo una logica interdisciplinare. Spazio fisico e spazio simbolico, emozionale si intersecano continuamente: dal paesaggio fisico-geografico a quello interpretato, mappato e poi ricostruito, fino al paesaggio interiorizzato e sognato.

Il Museo virtuale della valle del Tevere è stato presentato da Eva Pietroni, ricercatrice dell'Istituto per le tecnologie applicate ai beni culturali del Cnr, anche durante il workshp 'Digitalizzazione del patrimonio culturale, Interreg Europe CD-ETA' che si è tenuto l'8 maggio a Palazzo Fenzi nell'Aula magna dell'Università di Firenze. Al termine del workshop sono state inaugurate al pubblico fiorentino le due installazioni che rimarranno visitabili fino al 9 giugno.

Organizzato da:
Cnr - Istituto per le tecnologie applicate ai beni culturali

Referente organizzativo:
Eva Pietroni
Area della Ricerca Roma 1, via Salaria km 29,300
eva.pietroni@itabc.cnr.it
0690672349

Modalità di accesso: ingresso libero

Vedi anche: