Press release

SCIENZIATI ITALIANI MISURANO IL "RESPIRO" DI PIANOSA

20/07/2001

COMUNICATO N. 80/2001

SCIENZIATI ITALIANI MISURANO IL "RESPIRO" DI PIANOSA

Grazie a tecnologie avanzate di misura un gruppo di ricercatori del CNR e dell'Università è riuscito a misurare la quantità e qualità di gas che l'Isola dell'Arcipelago Toscano scambia con l'atmosfera durante il giorno e la notte. Queste metodologie aiuteranno a capire sempre meglio meccanismi e processi ecologici che regolano i flussi di gas ad effetto serra del pianeta

"Faccia un bel respiro". Questa frase, banale quando a porgerla è un medico, diventa assai bizzarra se a pronunciarla è un gruppo di scienziati rivolto ad una isola. Ad introdurre questa novità sono i ricercatori di Pianosa LAB - un progetto di ricerca e collaborazione tra il Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano, quattro Università italiane (Firenze, Pisa, Napoli ed Udine) e nove Istituti del Consiglio Nazionale delle Ricerche - che la prima volta in Italia hanno misurato il "respiro" dell'intero ecosistema dell'isola, e cioè la quantità e qualità dei gas che Pianosa "scambia" con l'atmosfera durante il giorno e la notte.
A rendere possibile questo innovativo approccio è stato l'utilizzo di tecnologie avanzate di misura, rappresentate dal nuovissimo velivolo Sky Arrows ERA (Environmental Research Aircraft) messo a punto da una collaborazione fra l'Istituto di Biometeorologia del CNR di Firenze, la NOAA (National Oceanographic Atmospheric Administration) americana ed Iniziative Industriali Italiane di Roma, un'impresa italiana specializzata nella costruzione di velivoli.
Grazie a questa tecnica ed alle straordinarie ed uniche caratteristiche topografiche dell'Isola di Pianosa, perfettamente pianeggiante e priva di sorgenti di inquinamento, i trenta ricercatori di Pianosa LAB che si sono avvicendati sull'Isola per due settimane hanno raggiunto risultati estremamente interessanti che aiuteranno a capire sempre meglio i meccanismi ed i processi ecologici che regolano i flussi di gas ad effetto serra del Pianeta e risulteranno preziosi per comprendere il destino dell'Isola di Pianosa, nel lento processo di ri-naturalizzazione in atto.
Considerata l'importanza delle ricerche, il CNR ha deciso di assegnare un nuovo e significativo finanziamento al Pianosa-LAB che potrà così continuare la sua attività di ricerca sull'Isola, contribuendo a trasformare quel piccolo lembo di terra adagiato sulle acque del Tirreno, in un prezioso laboratorio naturale per la ricerca scientifica.

Roma, 20 luglio 2001

Per ulteriori informazioni: Francesco Vaccari 349-6532182 (CNR-Istituto di Biometeorologia)



News a cura dell'Ufficio Stampa

Capo ufficio stampa:
Marco Ferrazzoli
marco.ferrazzoli@cnr.it
ufficiostampa@cnr.it
06 4993 3383