Press release

LA SCUOLA ITALIANA SI CONFRONTA CON IL MULTIETNISMO

22/03/2001

COMUNICATO N. 24/2001

LA SCUOLA ITALIANA SI CONFRONTA CON IL MULTIETNISMO

Studenti e professori sono spesso impreparati al confronto con gli stranieri.

Un progetto del CNR per aiutarli ad accettare le diversità culturali.

L'Italia è ormai decisamente avviata verso uno sviluppo demografico multietnico. Una situazione che appare evidente quando si osserva la scuola italiana, dove in alcuni casi gli studenti stranieri superano ormai quelli di origine italiana, e che impone di fornire a professori e alunni, che appaiono spesso al confronto con gli stranieri, tutti gli strumenti più adeguati per affrontare questa tematica in maniera corretta e facilitare così l'integrazione all'interno delle classi.

A questo scopo il Ministero della Pubblica Istruzione ha stipulato un protocollo d'intesa con l'Istituto di Psicologia del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Roma, avviando un progetto di ricerca sull'educazione contro la violenza coordinato da Francesco Robustelli: "La psicologia - spiega il ricercatore del CNR - svolge una funzione molto importante nel campo della violenza, della comprensione interpersonale e interculturale e della tolleranza, soprattutto se si riesce ad instaurare, come nel nostro caso, un rapporto proficuo tra ambiente scientifico e istituzioni pubbliche".

Un rapporto che ha permesso anche di realizzare il convegno "Scuola e Società Multietnica", promosso dal Ministero della Pubblica Istruzione e organizzato dall'Istituto Professionale di Stato per l'Industria e l'Artigianato "E. De Amicis" di Roma e dall'Istituto di Psicologia del Consiglio Nazionale delle Ricerche, in programma a Roma il 23 marzo 2001 presso l'Auditorium dell'Istituto di Psicologia (Viale Marx, 15).

Al convegno, che sarà aperto alle ore 9,30 dal Direttore dell'Istituto di Psicologia Virginia Volterra, prenderanno parte tra gli altri Carla Rocchi, Sottosegretario al Ministero della Sanità, Aldo Visalberghi, dell'Università La Sapienza di Roma, Luigi Lombardi Satriani, della facoltà di Sociologia della Sapienza di Roma, Tullia Musatti, Camilla Pagani e Francesco Robustelli dell'Istituto di Psicologia del CNR.

Roma, 22 marzo 2001


News a cura dell'Ufficio Stampa

Capo ufficio stampa:
Marco Ferrazzoli
marco.ferrazzoli@cnr.it
ufficiostampa@cnr.it
06 4993 3383