Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Direzione Centrale Supporto alla Rete Scientifica e Infrastrutture
Ufficio Supporto Programmazione Operativa
Ricerca Spontanea a Tema Libero
(RSTL)

La Ricerca Spontanea a Tema Libero (detta anche, con termine anglosassone, curiosity driven) è quella attività di ricerca, proposta dai singoli ricercatori o tecnologi, per la quale non è previsto un obiettivo specifico a breve.

Nell'ambito del processo di riordino del CNR, è stato introdotto un meccanismo di attivazione di tale attività di ricerca, che affianca le attività programmate dell'Ente, ed è proposta dal singolo ricercatore. Per la RSTL è riservato un budget da assegnare a proposte selezionate da valutatori esterni (professori ordinari e associati titolari di insegnamento presso università italiane e dirigenti di ricerca di Istituzioni o Enti pubblici di ricerca) in base a criteri mutuati da quelli adoperati dal Ministero dell'Università della Ricerca (MUR) per i bandi Programmi di Ricerca scientifica di Rilevante Interesse Nazionale (PRIN): qualità e fattibilità della proposta, attrattività scientifica, qualificazione del proponente.

L'assegnazione di risorse alle attività di Ricerca Spontanea a Tema Libero è prevista e regolata dall'art. 39 comma 5 del Regolamento di Organizzazione e Funzionamento del CNR che recita:
"Nel rispetto dei principi di cui ai commi precedenti, l'Ente assicura risorse per la Ricerca Spontanea a Tema Libero e per lo sviluppo delle competenze dei ricercatori e tecnologi e per il loro arricchimento professionale".

Il processo di presentazione delle RSTL ha avuto inizio a dicembre 2004, con l’inserimento, negli Schemi Preliminari dei Piani di Gestione (SPPdG), di 172 proposte. Per queste i ricercatori proponenti hanno presentato una previsione sia delle attività da svolgere sia delle risorse necessarie alla loro realizzazione.

Nel marzo 2005, su indicazione dei Direttori di Istituto sono state inserite nel sistema di gestione contabile SIGLA, e valorizzate per l’anno in corso, 330 proposte, comprensive delle 172 già presenti negli SPPG. Per le proposte inserite in SIGLA, ma non presenti negli SPPG, non esisteva un dettaglio scientifico o di previsione economica. Questa situazione è stata parzialmente sanata a valle di una call della Direzione Generale.

In particolare, il Direttore Generale, nel maggio 2005, ha invitato i ricercatori che fossero interessati, ad inviare le proprie proposte RSTL, tramite la compilazione di un form contente informazioni scientifiche ed economiche. Questa call ha raccolto 823 proposte RSTL, comprensive di un sottoinsieme di quelle presenti nel sistema SPPG/SIGLA 2005, per le quali è stata considerata quest’ultima previsione. Complessivamente sono state raccolte 1028 proposte RSTL, per le quali sono state effettuate delle operazioni istruttorie ai fini di poterle presentare in valutazione come da schema in allegato.

Processo RSTL
 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus