Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Progetti Finalizzati
Elenco dei Progetti Finalizzati

da "Il Consiglio Nazionale delle Ricerche - Compendio - fini istituzionali, ordinamento" - a cura del Servizio Tecnografico dell'Area della Ricerca del CNR di Pisa

Definizione

I Progetti finalizzati sono unità funzionali (tecnico­scientificoamministrative) costituite a tempo determinato aventi come obiettivo lo sviluppo della ricerca applicata e dell'innovazione.

Hanno un carattere di multidisciplinarietà in quanto nel Progetto operano competenze professionali poliedriche. Dal regolamento interno dell'Ente, il Progetto finalizzato è così definito:

"Il Progetto Finalizzato è un insieme coordinato di attività di ricerca, sviluppo e dimostrazione di prototipi relativi a prodotti, processi e servizi, di durata definita, volto all'acquisizione di conoscenze e innovazioni, trasferibili al sistema produttivo, al tessuto economico­sociale e al contesto politico­giuridico del Paese, relative a tematiche considerate prioritarie nel quadro della programmazione economica nazionale".

Il C.N.R. attua i Progetti su temi definiti e sulla base di Studi di fallibilità approvati dal Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica.

Alle attività di ricerca del Progetto Finalizzato possono partecipare Organi di Ricerca del C.N.R., Università, Enti e Consorzi di ricerca, Enti locali, altre Amministrazioni dello Stato, Imprese e Consorzi di Imprese, privati.

Pertanto il C.N.R. assicura adeguata pubblicità ai temi di ricerca proposti, proprio per favorire la massima partecipazione della comunità scientifica e delle categorie produttive.

Come nasce un Progetto Finalizzato

Prima di procedere all'attuazione di un Progetto Finalizzato viene, dal Presidente del C.N.R., nominata una commissione per lo studio di prefattibilità del progetto.

Lo studio deve contenere le indicazioni di massima di natura tecnico­scientifica relative alle aree disciplinari interessate, le risorse scientifiche potenzialmente coinvolte, i finanziamenti necessari, le possibili ricadute derivanti dalle ricerche.

Lo studio viene sottoposto all'esame del Consiglio di Presidenza, previo parere dei Comitati Nazionali di Consulenza interessati ed inviato al M.U.R.S.T., con la documentazione necessaria, per l'approvazione.

Successivamente si provvede allo studio di fattibilità che viene redatto da apposita commissione nominata dal Presidente.

Tale studio, tenuto conto dello stato delle conoscenze a livello internazionale e delle potenzialità di ricerca esistenti nel Paese, precisa gli obiettivi e le priorità del Progetto Finalizzato.

In particolare, lo studio di fattibilità indica gli obiettivi scientifici intermedi ed il loro raccordo con gli obiettivi finali, le risorse umane necessarie e i relativi costi.

Indica, altresì, i risultati prevedibili, la relativa potenziale utenza, le risorse e le modalità di trasferimento delle conoscenze e delle innovazioni.

Lo studio di fattibilità viene sottoposto all'esame del Consiglio di Presidenza previo parere dei Comitati Nazionali di Consulenza interessati ed, una volta deliberato, viene inviato al M.U.R.S.T. per il successivo inoltro al Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica.

Il Direttore del Progetto

Finalizzato viene nominato con provvedimento del Presidente su delibera del Consiglio di Presidenza, tenuto conto delle indicazioni del Comitato nazionale di consulenza interessato (che assume la veste di Comitato guida).

L'incarico di Direttore di Progetto è conferito a persone di alta qualificazione scientifica ed esperienza gestionale anche di nazionalità straniera.

Il Direttore del Progetto è nominato "funzionario delegato" in conformità alle norme di contabilità vigenti.

Il Direttore del Progetto ha i seguenti compiti:

- assicura che il Progetto Finalizzato venga eseguito in conformità alle linee programmatiche indicate nello Studio di fattibilità ed alla delibera del Comitato Interministeriale per la programmazione Economica;

- individua le Unità Operative che dovranno svolgere la ricerca, in base alle valutazioni espresse dal Comitato di Progetto;

- previa verifica della pertinenza e della congruità delle spese, predispone gli elementi necessari per le proposte di finanziamento;

- predispone i programmi esecutivi di attività;

- sovraintende allo svolgimento delle attività di ricerca afferenti al Progetto e ne cura il coordinamento ed il controllo;

- verifica la rispondenza tra i programmi esecutivi e le attività di ricerca svolte dalle singole Unità Operative partecipanti al Progetto, sia sotto il profilo tecnico­scientifico che finanziario

- cura la promozione dell'informazione per la diffusione dei risultati e ne autorizza la pubblicazione;

- cura l'organizzazione dei seminari. congressi, convegni;

- cura la raccolta e la trasmissione dei dati sull'attività di ricerca e sviluppo secondo criteri disposti dal C.N.R.;

- promuove in tutte le fasi del Progetto ogni attività tesa a favorire l'applicazione dei risultati;

- assicura, nell'ambito del Progetto, azioni intese alla specializzazione del personale qualificato impegnato nel progetto medesimo;

- predispone relazioni annuali sullo stato di avanzamento del Progetto;

- propone agli Organi deliberanti dell'Ente, sulla base di motivate considerazioni, corredate del parere del Comitato di progetto, variazioni ai programmi esecutivi ed ai relativi finanziamenti predisposti;

- predispone la relazione finale sull'attività svolta e sui risultati conseguiti;

- autorizza e liquida le spese di viaggio e trattamento di missione in Italia o all'estero per la partecipazione a riunioni, convegni o seminari, motivandone l'interesse generale per il Progetto;

- gestisce il personale temporaneamente affidato all'Unità funzionale cui è preposto;

- provvede alla rendicontazione dei fondi gestiti come "funzionario delegato";

- svolge ogni altra funzione che possa essergli demandata da norme legislative e regolamentari che disciplinano il C.N.R

Per l'esercizio delle proprie funzioni il direttore viene preposto all'unità denominata "Direzione del Progetto Finalizzato" che costituisce Unità organica temporanea incardinata nella Direzione Centrale attività scientifiche per la quale viene previsto un apposito contingente di personale.

Per l'attività della Direzione è assegnato annualmente al Direttore un fondo spese.

Il fondo spese della Direzione copre il fabbisogno per le spese di investimento e di funzionamento della Direzione stessa e dei Coordinatori di Sottoprogetto, nonché eventuali trattamenti di missioni del Direttore, dei Coordinatori di Sottoprogetto e delle persone chiamate ad operare.

I Coordinatori di Sottoprogetto

Data la complessità del Progetto Finalizzato questo può articolarsi in Sottoprogetti cui sono preposti Coordinatori di Sottoprogetto.

L'incarico di Coordinatore di Sottoprogetto è annuale e tacitamente rinnovabile.

Il Coordinatore di Sottoprogetto ha le seguenti attribuzioni: coadiuva il Direttore del Progetto Finalizzato nel coordinamento scientifico; sovraintende allo svolgimento delle attività di ricerca afferenti al Sottoprogetto di sua competenza; predispone e sottopone le relazioni per gli stati di avanzamento e per la relazione finale al Direttore del Progetto Finalizzato; formula proposte per i programmi esecutivi.

Il Direttore del Progetto Finalizzato può, in relazione a specifiche esigenze, distaccare personale della Direzione presso i Coordinatori di Sottoprogetto e/o assegnare loro collaboratori con incarichi conferiti secondo la normativa vigente.

Il Comitato di Progetto

Il Comitato di Progetto è composto da 9 a 15 esperti italiani o stranieri ed è nominato con provvedimento del Presidente su delibera del Consiglio di Presidenza tenuto conto delle indicazioni del Comitato guida. Fanno parte di diritto del Comitato di Progetto: il Presidente del Comitato guida, il quale presiede il Comitato di Progetto, e il Direttore del Progetto.

Il Comitato di Progetto ha il compito di fornire al Direttore del Progetto il proprio parere su: l'esecuzione del Progetto Finalizzato in conformità alle linee programmatiche indicate nello Studio di fattibilità; l'aggiornamento degli obiettivi della ricerca e della ripartizione dei costi fra di essi, tenuto conto degli indirizzi espressi dal Comitato guida;

l'esame dei singoli progetti scientifici presentati, fornendo per ciascuno una valutazione, sulla base di almeno due relazioni firmate da membri del Comitato di Progetto o da esperti, anche stranieri, da esso designati; l'ordine prioritario delle Unità Operative da finanziare; la congruità della spesa e della corrispondenza fra obiettivi e risultati di ogni attività del Progetto, delle attività delle singole Unità Operative; i programmi esecutivi; la relazione annuale sullo stato di avanzamento del Progetto; la realizzazione finale; ogni altra questione sottoposta dal Direttore del Progetto.

Il Consiglio degli Utenti

Il Consiglio degli Utenti del Progetto è nominato con provvedimento del Presidente previa delibera del Consiglio di Presidenza tenuto conto delle indicazioni del Comitato guida.

Esso è composto da membri scelti tra gli utenti potenziali dei risultati scientifici del Progetto.

Il Consiglio degli Utenti è presieduto da un Presidente nominato con provvedimento del Presidente, previa delibera del Consiglio di Presidenza.

Compito del Consiglio è quello di fornire valutazioni sulla congruità tra lo sviluppo del Progetto e le esigenze concrete dei settori interessati, nonché sulla trasferibilità ed utilizzabilità dei prodotti del Progetto.

 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus