Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
CNR nel mondo

La ricerca italiana ha realizzato in questi anni, al pari di molti paesi, alcune basi scientifiche attraverso cui studiare le situazioni ambientali più estreme. Le basi si trovano nel Circolo Polare Artico, in Antartide e a 5.000 metri di quota sull’Everest.
Inoltre, il CNR gestisce una flotta di navi da ricerca, il cui compito è effettuare studi sulla condizione del mare nell’Atlantico e nel Mediterraneo.


Nave Urania

Urania è la più grande delle navi della flotta. E’ stata progettata e costruita per la ricerca scientifica in mare aperto.
Ogni anno compie circa 20 campagne di ricerca nel Mediterraneo e in Atlantico.
E’ lunga 61 metri, larga 11, ha una stazza lorda di mille tonnellate e ospita fino a 20 ricercatori e 16 persone fra tecnici ed equipaggio.

 
Base italiana in Antartide

In Antartide il CNR partecipa al programma che coinvolge diverse strutture di ricerca e che ha il suo momento più significativo nella Base Terra Nova, sulle sponde del Continente ghiacciato.
I ricercatori del CNR svolgono ricerche che consentono di comprendere meglio i complessi fenomeni geofisici e meteorologici che si svolgono in questo ambiente così estremo.

 
Base CNR in Artico

La base del CNR si trova a Ny-Ålesund, nelle isole Svalbard, in pieno Circolo Polare Artico. Si chiama Stazione “Dirigibile Italia” e si trova nella Baia del Re, nello stesso punto dal quale sono partiti nel 1926 e 1928 i dirigibili delle spedizioni di Roald Amundsen e di Umberto Nobile.
Le ricerche sono soprattutto di carattere ambientale: dagli inquinanti dell’atmosfera a quelli del mare.

 
"La Piramide" sul K2

A 5050 metri di altitudine, sotto la cima dell’ Everest, è operativo dal 1990 un laboratorio a forma di piramide, in alluminio e vetro. Uno straordinario centro di ricerche sul tetto del mondo.
Le indagini che vi si compiono vanno dallo studio del vivente (uomo, fauna, flora) a quello dell’ambiente, dalla Terra (il terreno, il ghiaccio, le dinamiche fisiche) alla tecnologia.

 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus