Consiglio Nazionale delle Ricerche

Tipo di prodottoAltro prodotto
Titolo14 e 19 novembre 1920: Le grandi valanghe di roccia e ghiaccio della Brenva (Monte Bianco)
Anno di pubblicazione2020
Autore/iMortara G. (1,2), Chiarle M. (1,2), Deline P. (2,3)
Affiliazioni autori(1) CNR-IRPI (2) Comitato Glaciologico Italiano (3) Université Savoie Mont Blanc
Autori CNR e affiliazioni
  • GIOVANNI MORTARA
  • MARTA CHIARLE
Lingua/e
  • italiano
SintesiNel pomeriggio del 14 novembre 1920 una consistente massa di roccia e ghiaccio si stacca alla base del fianco Sud-Est del Grand Pilier d'Angle, circa 200 m al di sopra della superficie del ripidissimo scivolo ghiacciato che collega il Col de Peuterey, al Ghiacciaio della Brenva (Monte Bianco). Sollevando una densa nuvola di polvere bianca, la frana-valanga avanza velocissima (oltre 100 km/h) e piomba sulla lingua d'ablazione, saltando dall'alto gradino della "Pierre à Moulin". Nell'ultimo tratto della sua corsa, la frana si suddivide in due lobi che tracimano dalle morene laterali del ghiacciaio, a destra verso il Pian del Peuterey, a sinistra verso le Case della Brenva.
Lingua sintesiita
Altra sintesi-
Lingua altra sintesi-
Pagine da-
Pagine a-
Pagine totali-
Rivista-
Numero volume della rivista-
Parole chiaveRock-ice avalanche, Ghiacciaio della Brenva, Monte Bianco
Link (URL, URI)http://www.nimbus.it/ghiacciai/2020/200618_FranaBrenva100Anni.htm
Note/Altre informazioni-
Strutture CNR
  • IRPI — Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica
Moduli/Attività/Sottoprogetti CNR
  • DTA.AD003.104.001 : Ruolo dei cambiamenti climatici nella morfogenesi dell'ambiente glaciale-periglaciale e analisi dei rischi associati
Progetti Europei-
Allegati