Consiglio Nazionale delle Ricerche

Richiedi inserimento news

IPERION CH.it apre i suoi laboratori agli operatori del patrimonio culturale

22/01/2016

san sepolcro training camp

san sepolcro training camp

On line il nuovo bando di IPERION CH.it (http://www.iperionch.eu/web/iperion_it/). Grazie al supporto finanziario del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), archeologi, conservatori, storici dell'arte, restauratori, ricercatori, studiosi dei beni culturali potranno avere accesso gratuito ai laboratori mobili e fissi specializzati nell'analisi dei beni culturali.

Gli autori dei progetti pervenuti, selezionati sulla base dell’eccellenza da un peer-review panel indipendente, avranno la possibilità di avere a loro disposizione un team di esperti scientifici con strumentazioni e metodi analitici più all’avanguardia, frutto di una costante e consolidata attività di ricerca e sviluppo nel settore del patrimonio culturale. La scadenza per la presentazione delle domande è il 25 marzo 2016.

L'anno scorso, a fronte di 18 richieste sono stati selezionati 7 progetti, fra cui il Mosaico di Alessandro del museo Archeologico di Napoli, il trittico fiammingo di Polizzi Generosa e la collezione di Pollock del Guggenheim di Venezia.

L'iniziativa fa parte delle attività congiunte dei partecipanti a IPERION CH.it, nodo italiano dell’infrastruttura di ricerca europea per la scienza del patrimonio (E-RIHS), alla quale hanno attualmente aderito Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), Consorzio Interuniversitaio Nazionale per la Scienza e la Tecnologia dei Materiali (INSTM) e Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) per MIUR,Opificio delle Pietre Dure (OPD) per il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) e l’Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile (ENEA) per il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE). Un pool di enti, quindi, la cui forza basata sulla interdisciplinarità e complementarietà delle competenze, è destinata ad accrescersi nel tempo con l’adesione a E-RIHS di università ed enti pubblici e privati attivi a livelli di eccellenza nel settore della scienza del patrimonio.

Vedi anche: