Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Istituto di scienza dell'alimentazione

Torna all'elenco Contributi in volume anno 2017

Contributo in volume

Tipo: Contributo in volume

Titolo: Giacco R, De Giulio B (2017). Metabolismo glicidico. In: Rivellese; Annuzzi;Capaldo; Vaccaro; Riccardi. Nutrizione Umana. p. 245-257, Napoli:Idelson-Gnocchi, ISBN: 978-88-7947-649-2

Anno di pubblicazione: 2017

Formato: Cartaceo

: Capitolo

Autori: Giacco R; De Giulio B

Affiliazioni autori: Istituto di Scienze dell'Alimentazione (ISA) CNR Avellino

Autori CNR:

  • BEATRICE DE GIULIO
  • ROSALBA GIACCO

Lingua: italiano

Sintesi: I carboidrati o glicidi hanno un'importanza metabolica fondamentale nell'uomo; infatti, essi costituiscono la sorgente primaria da cui le cellule ricavano l'energia indispensabile per lo svolgimento delle diverse funzioni biologiche. Pur rappresentando solo l'1% della massa corporea, i carboidrati forniscono pi della met del fabbisogno calorico totale. L'assunzione giornaliera di glicidi raccomandata dalla maggior parte delle Linee Guida dei paesi occidentali, infatti, si aggira intorno al 50-60% delle calorie totali (circa 5-7 g/Kg/die), suddivisa tra zuccheri semplici (circa il 10-15% delle calorie giornaliere) e zuccheri complessi (circa il 45%). I carboidrati svolgono la loro funzione bioenergetica sia come fonte di energia di rapido utilizzo, attraverso il catabolismo del glucosio o glicolisi, che come riserva energetica, attraverso la glicogenolisi. Il glucosio che si libera dai processi digestivi passa la mucosa intestinale e raggiunge il fegato attraversando la membrana cellulare, che liberamente permeabile al glucosio. Circa un terzo del glucosio entrato nell'epatocita passa poi in circolo, mentre la restante parte viene fosforilata a glucosio 6-fosfato, che non pi in grado di attraversare la membrana plasmatica se non opportunamente defosforilato. In condizioni di carente assunzione di carboidrati con l'alimentazione, il fegato mediante la gluconeogenesi in grado di trasformare gli amminoacidi, provenienti dalla digestione delle proteine, o il glicerolo, ottenuto a sua volta dalla degradazione dei grassi, in glucosio. Infatti, il glucosio un substrato energetico fondamentale per tutte le cellule ed l'unico utilizzabile per il tessuto nervoso ed altri organi. Le cellule estraggono il glucosio dal sangue, dove i livelli di glicemia, in condizioni fisiologiche, sono mantenuti costanti in un range molto stretto (70-99 mg/dl) (euglicemia). Il controllo dei livelli di glicemia avviene ad opera di diversi organi che regolano l'ingresso e l'eliminazione del glucosio dal sangue: l'intestino, il fegato, il pancreas, i muscoli scheletrici, il tessuto adiposo e i reni. Il processo di regolazione molto complesso ed modulato dal sistema nervoso centrale e periferico, dal fabbisogno metabolico dell'organismo e da ormoni quali insulina, glucagone, incretine e ormoni controregolatori.

Lingua sintesi: ita

Pagine da: 245

Pagine a: 257

Pagine totali: 13

Titolo del volume: Nutrizione Umana

ISBN: 978-88-7947-649-2

Editore: Idelson-Gnocchi, Napoli (ITA)

Referee: S: Nazionale

Stato della pubblicazione: Published version

Parole chiave:

  • insulina
  • incretine
  • ormoni controregolatori
  • glicolisi
  • metabolismo del glicogeno

Strutture CNR:

 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus