Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Istituto di scienza dell'alimentazione

Torna all'elenco Contributi in atti di convegno anno 2005

Contributo in atti di convegno

Tipo: Contributo in atti di convegno

Titolo: Determinazione di metalli pesanti in acqua, sedimenti e crostacei ( Melicertus kerathurus) della laguna di Lesina

Anno di pubblicazione: 2005

Formato: Elettronico

Autori: R. D'Adamo, A. Fabbrocini, T. Scirocco,G.Bruno, M. Di Stasio, C. Meccariello, N. Piciocchi, A. Ratto, M.G.Volpe

Affiliazioni autori: CNR-ISMAR, Sez. Ecosistemi Costieri e Lagunari, Via Pola 4, 71010 Lesina (FG), Italy CNR-ISA, Via Roma 52 a/c, 83100 Avellino, Italy

Autori CNR:

  • RAFFAELE D'ADAMO
  • MICHELE DI STASIO
  • ADELE FABBROCINI
  • TOMMASO SCIROCCO
  • MARIA GRAZIA VOLPE

Lingua: italiano

Abstract: La laguna di Lesina raccoglie le acque ricche di inquinanti di origine agricola provenienti dal bacino idrografico. Infatti, nel bacino imbrifero è praticata un'agricoltura intensiva spesso al limite della sostenibilità con uso massivo di prodotti chimici. Questi prodotti spesso contengono metalli pesanti che possono essere veicolati in laguna per dilavamento dei terreni. Le lagune hanno un' elevata capacità biogenica e la produzione ittica rappresenta la principale fonte di reddito. In laguna sono presenti specie ittiche che occupano diversi livelli trofici, e a diversa velocità di accrescimento. La mazzancolla (Melicertus kerathurus) è una specie che svolge in laguna un breve periodo del suo ciclo vitale, da post-larva a 3-10 g raggiunti a fine estate, poi migra verso il mare. Nel presente lavoro sono stati analizzati, mediante spettrofotometria ad assorbimento atomico, Cr, Cd, Pb, Zn, Mn e Cu in crostacei, sedimenti e acqua prelevati in siti della laguna di Lesina a diverso impatto antropico, al fine di verificare l'accumulo e la biomagnificazione nei diversi comparti. I sedimenti sono il comparto con concentrazioni di metalli più elevati rispetto alle specie ittiche esaminate, che a loro volta hanno mostrato per alcuni elementi concentrazioni differenti rispetto ai siti di campionamento. I risultati preliminari ci permettono di affermare che è possibile utilizzare Melicertus kerathurus come indicatore di inquinamento da metalli negli ambienti lagunari.

Lingua abstract: italiano

Pagine totali: 5

Titolo del volume: Articoli in estenso presentati al XV Congresso SItE

Referee: Sì: Nazionale

Parole chiave:

  • metalli pesanti; Melicertus kerathurus; biomonitoraggio; bioaccumulo; laguna di Lesina

URL: http://www.ecologia.it/congressi/XV/articles/D-Adamo-240.pdf

Congresso nome: XV Congresso Nazionale della Società Italiana di Ecologia,

Congresso luogo: Torino

Congresso data: 12-14-settembre 2005

Congresso rilevanza: Nazionale

Congresso relazione: Contributo

Strutture CNR:

Moduli:

 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus