Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Istituto di scienza dell'alimentazione

Torna all'elenco Contributi in rivista anno 2012

Contributo in rivista

Tipo: Articolo in rivista

Titolo: L'uso di tecnologie alimentari per la produzione di alimenti funzionali utili nella prevenzione e terapia del diabete tipo 2

Anno di pubblicazione: 2012

Formato: Cartaceo

Autori: Giacco R, Costabile G, Vitale M, De Giulio B

Affiliazioni autori: Istituto di Scienze dell'Alimentazione, CNR Avellino - Italia Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale, Università Federico II di Napoli -Italia

Autori CNR:

  • BEATRICE DE GIULIO
  • ROSALBA GIACCO

Lingua: italiano

Abstract: Negli ultimi anni un notevole impulso allo sviluppo degli alimenti funzionali è stato dato dai risultati delle ricerche scientifiche che legano il consumo di alcuni alimenti o pattern alimentari ad un ridotto rischio di sviluppare le malattie cronico-degenerative. Tutto ciò ha contribuito a cambiare il significato di alimento che non è più, quindi, inteso solo come fonte di energia e veicolo di nutrienti essenziali per l'organismo, ma anche come strumento in grado di influenzare beneficamente alcune funzioni biologiche e/o il rischio di sviluppo di malattie. Il mercato offre diversi tipi di alimenti funzionali: convenzionali e modificati. I primi sono quelli che contengono naturalmente componenti con effetti benefici per la salute. Un esempio interessante è rappresentato dai cereali integrali le cui componenti (fibre, oligosaccaridi, minerali, vitamine e molecole antiossidanti) migliorano diverse funzioni biologiche riducendo il rischio di sviluppo del diabete tipo 2 (DM2). Gli alimenti modificati sono, invece, quelli resi funzionali attraverso processi tecnologici che arricchiscono o addizionano l'alimento di uno o più componenti con effetti benefici, rimuovono dall'alimento uno o più componenti con effetti negativi, sostituiscono un componente con un altro con effetti benefici o migliorano la biodisponibilità di alcune molecole. In particolare, nella prevenzione e terapia del DM2 tra gli alimenti funzionali di interesse possiamo annoverare quelli diretti al miglioramento dell'ambiente intestinale (prebiotici, probiotici e/o simbiotici); infatti, le più recenti evidenze scientifiche suggeriscono che l'alterazione della flora batterica intestinale è coinvolta sia nello sviluppo dell'obesità che della sindrome metabolica, importanti fattori di rischio per tale patologia. Un'altra categoria di alimenti funzionali, utili nel trattamento del DM2, è rappresentata dagli alimenti a basso indice glicemico il cui consumo migliora il controllo glicemico e la sensibilità insulinica nei pazienti diabetici ed aiuta a prevenire lo sviluppo della malattia nella popolazione generale. Infine, particolarmente interessanti risultano gli alimenti funzionali con proprietà ipocolesterolemizzante, che contribuiscono a ridurre notevolmente il rischio cardiovascolare che nel paziente diabetico è maggiore rispetto alla popolazione generale. A fronte di un buon numero di alimenti funzionali presenti sul mercato, ad oggi solo pochi di essi hanno ottenuto il conferimento di un "Health Claim" per l'assenza di evidenze scientifiche sufficienti basate su studi d'intervento sull'uomo. D'altra parte, gli alimenti funzionali rappresentano anche una sfida per l'industria alimentare che è chiamata ad implementare e/o sviluppare tecnologie innovative utili per la creazione di nuovi alimenti che, oltre ad avere proprietà salutistiche esaltate, abbiano anche proprietà organolettiche migliori così da poter essere consumati nella dieta abituale.

Lingua abstract: italiano

Altro abstract: In the last two decades the results of epidemiological studies linking the consumption of some foods and/or dietary patterns with a low risk to develop chronic-degenerative diseases increased the interest in functional foods. In fact, the meaning attributed to food has changed: it is considered not only a source of energy and nutrients, but also as having beneficial properties for some biological functions and/or its role in preventing some diseases. The market offers a variety of functional foods, both conventional and modified. The former are those that contain natural components with beneficial properties for human health. An interesting example is provided by whole grain cereals whose components (fiber, oligosaccharides, minerals, vitamins and antioxidant molecules) improve several biological functions that reduce the risk to develop type 2 diabetes. Modified functional foods, on the other hand, have undergone technological modifications consisting in the enrichment or addition of components with beneficial properties, removal of component with dangerous properties, substitution of components with beneficial effects or that improve bioavailability of some molecules. Functional foods for type 2 diabetes have a role in improving the intestinal habitat (prebiotics, probiotics and/or symbiotics) since recent scientific evidences suggests that the abnormalities of the intestinal bacterial flora are involved in the development of obesity and metabolic syndrome. Another category is represented by food with a low glycemic index whose consumption improves blood glucose metabolism and insulin sensitivity in patients with diabetes, and reduces the risk to develop such disease in the general population. Finally, functional foods with cholesterol lowering properties contribute to lower cardiovascular risk in diabetic patients, who are at greater risk for this condition than the general population. Although several functional foods are available on the market, only a few have a "health claim" due to scant scientific evidence based on human interventions studies. Functional foods represent a challenge for food industry, which needs to implement and/or develop innovative technologies to create new foods with improved healthy properties, but also with better organoleptic properties that would favour its every day consumption.

Lingua altro abstract: inglese

Pagine da: 75

Pagine a: 83

Rivista:

Il Giornale di AeMmeDi Idelson-Gnocchi
Paese di pubblicazione: Italia
Lingua: multilingue
ISSN: 2036-363X

Numero volume: 15

Referee: Sì: Nazionale

Parole chiave:

  • Diabete
  • Alimento Funzionale
  • Indice glicemico
  • Cereali integrali
  • Tecnologie alimentari

Strutture CNR:

Moduli:

Allegati: L'uso di tecnologie alimentari per la produzione di alimenti funzionali utili nella prevenzione e terapia del diabete tipo 2 (application/pdf)

 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus