Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Istituto sull'inquinamento atmosferico

Torna all'elenco Contributi in atti di convegno anno 2016

Contributo in atti di convegno

Tipo: Poster

Titolo: Studio dei composti organici nell'atmosfera delMediterraneo

Anno di pubblicazione: 2016

Formato: Cartaceo

Autori: Paola Romagnoli, Catia Balducci, Mattia Perilli, Erica Perreca, Angelo Cecinato

Affiliazioni autori: Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto sull'Inquinamento Atmosferico

Autori CNR:

  • CATIA BALDUCCI
  • ANGELO CECINATO
  • MATTIA PERILLI
  • ERICA PERRECA
  • PAOLA ROMAGNOLI

Lingua: italiano

Abstract: Durante la campagna oceanografica "Fenice 2013" condotta dal 27 luglio all' 11 agosto del 2013, sono stati analizzati gli idrocarburi policiclici aromatici (IPA), gli n-alcani e i composti organici polari presenti nell'atmosfera marina del Sud e del Mediterraneo orientale. Nel corso dell'intera crociera scientifica sono stati raccolti campioni di PM2.5, e di alcuni composti carbonilici contemporaneamente al monitoraggio automatico di gas tossici quali: O3, NO, NO2 e CO. Il campionamento dell'aerosol marino č avvenuto alla partenza e all'arrivo di fronte rispettivamente ai porti di Palermo e Messina, e in base alle soste (N=11) e ai trasferimenti intermedi durante la rotta (N=14, transetti) (Fig.1). Gli IPA totali erano compresi tra 0.06 e 1.80 ng/m3, in accordo con Mulder et al. (2014)[1], con i massimi osservati vicino ai porti. Le medie concentrazioni totali per le tre tipologie di sito erano comparabili, tuttavia la distribuzione percentuale dei congeneri era diversa dando importanti informazioni riguardo l'impatto e la tipologia delle sorgenti di inquinamento. Gli alcani totali (C18-C35) variavano tra 6.7 e 43 ng/m3. La nicotina e la caffeina (0.0-2.2 ng/m3 e 0.01- 0.17 rispettivamente) sono state rilevate in pių del 70% dei campioni. Gli ftalati alchilici (2.7-67 ng/m3) mostravano una composizione variabile e tracce di N,N-dietil- meta-toluenammide sono state trovate in tutti i campioni. Erano presenti concentrazioni relativamente alte di carbonili volatili: la formaldeide (~ 2.5 vs 0.8 ?g/m3) e l'acetone (~ 4.4 vs 2.1 ?g/m3) risultavano elevati vicino ai porti, l'acroleina (~ 0.9 vs 0.1 ?g/m3) in mare aperto, mentre la benzaldeide rimaneva in ogni sito relativamente costante (~ 0.5 ?g/m3).

Lingua abstract: italiano

Stato della pubblicazione: Published version

Parole chiave:

  • IPA
  • Mar Mediterraneo
  • PM
  • Composti Organici

Congresso nome: PM 2016

Congresso luogo: Roma

Congresso data: 17-20/05/2016

Congresso rilevanza: Nazionale

Congresso relazione: Contributo

Strutture CNR:

 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus