Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Istituto sull'inquinamento atmosferico

Torna all'elenco Contributi in atti di convegno anno 2012

Contributo in atti di convegno

Tipo: Contributo in atti di convegno

Titolo: Stabilimenti a rischio di incidente rilevante e ad alto potenziale inquinante in presenza di siti di interesse nazionale ai fini della bonifica"(SIN)

Anno di pubblicazione: 2012

Formato: Elettronico Cartaceo

Autori: D. Fiore; B. Cola; M. Favaroni; C.Mazziotti; N. Trotta; M. Vicaretti

Affiliazioni autori: CNR

Autori CNR:

  • BENEDETTA COLA
  • MONICA FAVARONI
  • DANIELA FIORE
  • CARLA MAZZIOTTI GOMEZ DE TERAN
  • NICOLETTA VALERIA TROTTA
  • MARINELLA VICARETTI

Lingua: italiano

Abstract: La nuova disciplina "sulla prevenzione e riduzione integrate dell'inquinamento", ovvero la direttiva 2010/75/UE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 24 novembre 2010 relativa alle emissioni industriali (c.d. direttiva IED) prevede misure molto più stringenti per la protezione del suolo e delle acque sotterranee rispetto alla precedente disciplina in materia di prevenzione e riduzione integrate dell'inquinamento, originariamente introdotta nell'ordinamento comunitario nel 1996 con la direttiva 96/61/CE, ora direttiva 2008/1/CE. Basti citare, ad esempio, l'introduzione del monitoraggio periodico dello stato del sito dove insistono le installazioni interessate dagli obblighi di cui al capo secondo II della medesima direttiva, attraverso un controllo almeno una volta ogni cinque anni per le acque sotterranee e almeno una volta ogni dieci anni per il suolo, a meno che tali controlli non siano basati su una valutazione sistematica del rischio di contaminazione, nonché la determinazione che, al momento della cessazione definitiva delle attività, se a seguito delle attività industriali svolte da un gestore su un sito, la contaminazione del suolo e delle acque sotterranee comporta un rischio significativo per la salute umana o per l'ambiente, il gestore stesso, tenendo conto dello stato del sito, deve provvedere agli interventi necessari finalizzati ad eliminare o ridurre le sostanze pericolose pertinenti, in modo che il sito cessi di comportare detto rischio. Naturalmente le sopra citate misure risulteranno di maggiore rilevanza per i gestori di stabilimenti a rischio di incidente rilevante (stabilimenti Seveso) e ad alto potenziale d'inquinamento, ovvero soggetti alla disciplina IPPC e all'Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA), ubicati in corrispondenza di conclamate situazioni di contaminazione del sito, come nel caso dei siti di interesse nazionale ai fini della bonifica (SIN).

Lingua abstract: italiano

Pagine totali: 14

ISBN: 978-88-902391-1-3

Editore: Grafiche Caroti, Ospedaletto (ITA)

Referee: Sì: Nazionale

Stato della pubblicazione: Published version

Parole chiave:

  • SIN
  • Seveso
  • IED

Congresso nome: VGR edizione 2012 - Pisa 3 - 5 ottobre

Congresso luogo: Pisa

Congresso data: 3 - 5 ottobre 2012

Congresso rilevanza: Nazionale

Congresso relazione: Contributo

Altre informazioni: (VGR edizione 2012 - Pisa 3 - 5 ottobre). CD navigabile

Strutture CNR:

Moduli:

 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus