Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Istituto sull'inquinamento atmosferico

Torna all'elenco Contributi in atti di convegno anno 2010

Contributo in atti di convegno

Tipo: Contributo in atti di convegno

Titolo: Direttiva Seveso: possibili modifiche a seguito dell'entrata in vigore del Regolamento CLP

Anno di pubblicazione: 2010

Formato: Elettronico Cartaceo

Autori: Paolo Ceci

Affiliazioni autori: Istituto Inquinamento Atmosferico, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Montelibretti e Direzione Generale per le Valutazioni Ambientali, Ministero dell'Ambiente e della Tutela del territorio e del Mare, Roma

Autori CNR:

  • PAOLO CECI

Lingua: italiano

Abstract: Il Regolamento (CE) n. 1272/2008 (CLP) (1) traspone in Europa il Globally Harmonized System of Classification and Labelling of Chemicals (GHS) che rappresenta il sistema armonizzato mondiale/globale per la classificazione ed etichettatura dei prodotti chimici. L'adozione del CLP-GHS, oltre ad essere finalizzata a migliorare la salute e la sicurezza dei lavoratori, dei consumatori e dell'ambiente fornendo consistenti ed appropriate informazioni sull'uso dei prodotti chimici, consentirà di unificare i numerosi regolamenti esistenti nei diversi paesi, superando cosi le dissimili definizioni di "pericoloso" e consentendo una circolazione delle "merci pericolose" maggiormente consapevole per produttori, utilizzatori ed esportatori/importatori dei diversi paesi. Tale unificazione globale nel definire ciò che è "pericoloso", ed in che maniera lo è, rende ovviamente necessario tradurre le classificazioni "tradizionali", utilizzate in settori specifici, nel nuovo alfabeto; tale traduzione non è sempre immediata ed univoca, generando quindi, in alcuni di tali ambiti, modifiche ai loro stessi criteri di definizione/identificazione. In particolare tra i settori specifici che risentono maggiormente dell'introduzione del CLP-GHS è doveroso evidenziare quello dei "rischi di incidenti rilevanti" che in Europa la normativa comunitaria regola con la cosiddetta "direttiva Seveso II" [la direttiva 96/82/CE e s.m.i.], la quale assoggetta alle proprie disposizioni quegli stabilimenti industriali in cui sono o possono essere presenti sostanze classificate "pericolose" in quantitativi superiori a determinati limiti di soglia; tali sostanze sono considerate pericolose sensu Seveso quando determinate categorie di pericolo previste dalla classificazione europea corrispondono alle specifiche indicazioni dell'allegato alla direttiva. L'articolo è finalizzato ad evidenziare le problematiche dell'applicazione del CLP-GHS alla direttiva Seveso.

Pagine da: 8

Pagine a: 14

Pagine totali: 7

Collana:

Rapporti ISTISAN Istituto Superiore di Sanità
Paese di pubblicazione: Italia
Lingua: italiano
ISSN: 1123-3117

Titolo del volume: Convegno: L'applicazione del regolamento n° 1272/2008 (CLP): classificazione, etichettatura ed imballaggio delle sostanze e delle miscele e ricadute nella legislazione correlata

N. volume della serie/collana: 10/42

Curatore/i del volume: F.M. Costamagna; I. Marcello; P. Di Prospero

Editore: Istituto Superiore di Sanità, Roma (ITA)

URL: http://www.iss.it/publ/rapp/cont.php?id=2458&lang=1&tipo=5&anno=2010

Congresso nome: L'applicazione del regolamento n° 1272/2008 (CLP): classificazione, etichettatura ed imballaggio delle sostanze e delle miscele e ricadute nella legislazione correlata

Congresso luogo: Roma

Congresso data: 13 maggio 2010

Congresso rilevanza: Nazionale

Congresso relazione: Su invito

Strutture CNR:

Moduli:

Allegati: Convegno: L'applicazione del regolamento n° 1272/2008 (CLP): classificazione, etichettatura ed imballaggio delle sostanze e delle miscele e ricadute nella legislazione correlata (application/pdf)

 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus