Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Modulo
Nanoingegneria chimica sperimentale e teorica: analisi di distribuzioni di densita' elettronica con metodi computazionali innovativi e tecniche di diffrazione di raggi X ad alta risoluzione.


Dipartimento: Progettazione Molecolare
Progetto: Modelling predittivo delle funzionalitą in sistemi nanostrutturati di interesse biologico e tecnologico
Commessa: Nanoingegneria chimica computazionale e strutturale (NICCS)
Modulo: Nanoingegneria chimica sperimentale e teorica: analisi di distribuzioni di densita' elettronica con metodi computazionali innovativi e tecniche di diffrazione di raggi X ad alta risoluzione.
Stato: Modulo attiva    Primo anno di attivitą: 2006     Anno chiusura previsto: 2014
Tipologia di ricerca: Progetti relativi a linee tematiche a carattere strategico
Istituto esecutore del modulo: Istituto di scienze e tecnologie molecolari (ISTM)   Dipartimento di afferenza: Progettazione Molecolare
Gestore: RAFFAELLA SOAVE
Parole chiave: nanoingegneria chimica ab-initio, descrittori quantistici della densitą elettronica, diffrazione di raggi X
Abstract:
La misura della distribuzione di carica nei cristalli dalle intensitą di diffrazione di raggi X ha riscontrato notevoli applicazioni negli ultimi decenni con lo sviluppo di nuove tecniche sperimentali e computazionali. Accurate intensitą di diffrazione a bassa temperatura (T < 110 K) contengono informazioni fondamentali sulla distribuzione di carica nei cristalli, che possono essere confrontate direttamente con i risultati teorici (favorendo la validazione dei risultati ottenuti), ed utilizzate per ricavare altre proprietą fisiche, quali i momenti molecolari, il potenziale elettrostatico e le energie di reticolo, che sono accessibili attraverso misure spettroscopiche e termodinamiche. Informazioni dirette sulle proprietą delle molecole nei cristalli permettono di descrivere le modalitą con cui le proprietą molecolari vengono modificate dalle varie interazioni intermolecolari, a seguito dell'inserimento di una molecola isolata nel cristallo. Le applicazioni riguardano la progettazione di nuovi solidi con specifiche proprietą chimico-fisiche (crystal engineering), il riconoscimento molecolare e, in generale, la comprensione dei meccanismi della chimica supramolecolare.











 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus