Home |  English version |  Mappa |  Commenti |  Sondaggio |  Staff |  Contattaci Cerca nel sito  
Previsione Attività
modulo
Modelli Biologici dei Sistemi Cognitivi


  anni:  2006   2007   2008   2009   2010   2011   2012   2013   2014   2015 

Previsione attività anno 2009

Stato avanzamento attività per l'anno 2009
Attività da svolgere:
Saranno realizzate le attività sperimentali programmate nell'ambito dei progetti "ANALOGY", "SOCCOP", "IM-CLeVeR", del progetto Leverhulme Trust "Visual processing in humans and capuchin monkeys" e degli altri eventuali progetti finanziati. Verrà utilizzato il touch screen per la soluzione di compiti di matching to sample; proseguirà la raccolta dati sull'uso di strumenti in natura e continuerà lo studio di processi cognitivi di tipo analogico su cebi e scimpanzé. Continueranno le osservazioni su antagonismo e cooperazione in natura e in cattività; e si svolgeranno gli esperimenti relativi all'altruismo reciproco nei primati. Benessere animale e controllo sanitario saranno alla base dell'attività di gestione del Centro. Continueranno le ricerche condotte in collaborazione con Brasile e Stati Uniti. Si analizzeranno i dati raccolti su disponibilità alimentare ed uso di strumenti e sul trasporto ed efficienza nell'uso dei percussori da parte di maschi adulti, femmine adulte e giovani. I risultati ottenuti permetteranno di valutare le differenze nell'uso di strumenti fra cebi, scimmie antropomorfe e ominidi. Verranno poi discussi ed eseguiti una serie di esperimenti mirati a determinare se il processo di scelta del percussore risponde a criteri di ottimizzazione e, in particolare, alle diverse resistenze delle varie specie di noci di cocco. Una serie di esperimenti (IM-CLeVeR) studieranno come la ricerca di novità stimolata dalle caratteristiche percettive degli oggetti o dalle conseguenze delle azioni compiute sugli oggetti, stimolano le scimmie a interagire con gli oggetti stessi e ad acquisire in tal modo conoscenze adattative. L'ipotesi da testare è che attività giocose ed esplorative servano a conoscere e a mettere a punto programmi comportamentali che possano essere in futuro utilizzati quando necessari al raggiungimento di uno specifico scopo. Ci proponiamo inoltre di valutare se l'utilizzo di simboli migliora la prestazione dei cebi dai cornetti in un compito di inibizione. In particolare, si vuole indagare la capacità di queste scimmie di effettuare la scelta ottimale quando, ricevuta una scelta tra due diverse quantità di stimoli (cibo o stimoli simbolici), devono indicare la quantità minore per ottenere come ricompensa una quantità di cibo corrispondente alla quantità maggiore. L'ipotesi è che l'uso di stimoli simbolici fornisca alle scimmie un vantaggio (symbolic distance), facilitando la risoluzione del compito di inibizione proposto, così come accade in compiti simili negli scimpanzé e nei bambini. Nell'ambito de progetto finanziato dal Leverhulme Trust sarà esaminato il ruolo della memoria nella codifica di stimoli visivi, utilizzando la procedura del "delayed matching-to-sample; verranno inoltre condotti esperimenti volti ad indagare l'effetto della ridondanza della forma e della relativa omogeneità degli stimoli gerarchi sul raggruppamento percettivo dei cebi e dell'uomo. Per quanto riguarda l'indagine sull'uso di oggetti simbolici nella rappresentazione di relazione spaziali verrà utilizzato il compito dell'uso di modelli in scala. I soggetti vedranno nascondere del cibo in un modello in scala di una gabbia e dovranno usare l'informazione per ritrovare il cibo nella gabbia. Diversi oggetti saranno presenti in entrambi gli spazi. Per risolvere il compito i soggetti dovrebbero mettere in corrispondenza il complesso di relazioni spaziali tra oggetti nello spazio di piccole dimensioni (cioè il modello) con il complesso di relazioni spaziali tra oggetti nello spazio di grandi dimensioni (la gabbia).
Punti critici e azioni da svolgere:
Bisognerà individuare i supporti tecnologici più funzionali a risolvere i particolari problemi connessi alla sperimentazione su primati e ampliare l'utilizzo di postazioni computerizzate per la raccolta dei dati. E' necessario rinnovare la convenzione con la Fondazione Bioparco, che permette al Centro primati di essere ospitato gratuitamente all'interno del Bioparco, in cambio di una serie di servizi e consulenze che i ricercatori ISTC-CNR garantiscono. Sarà fondamentale operare al fine di garantire un'adeguata prospettiva occupazionale ad alcuni dei giovani collaboratori formatisi presso il centro, la cui professionalità si colloca su livelli di eccellenza ed è ormai una condizione irrinunciabile per la prosecuzione delle attività previste nella commessa. Essenziale per il programma di lavoro individuato è la disponibilità di un costante ed adeguato finanziamento che permetta al Centro Primati dell'ISTC di funzionare al meglio, in modo da garantire una corretta stabulazione degli animali ospitati nel rispetto delle loro esigenze biologiche e comportamentali. Inoltre è necessario prevedere sbocchi occupazionali per nuovo personale di ricerca e tecnico e l'inserimento di un consulente statistico al fine di pianificare e analizzare al meglio le ricerche da condurre. Continueranno le visite guidate al nostro Centro Primati di classi di studenti di ogni ordine e grado che ne fanno domanda e le conferenze che organizziamo presso la nostra sede e nel Bioparco.
Risultati attesi nell'anno:
Caratterizzazione dell'uso di strumenti dei cebi in natura e comparazione con i dati disponibili per le antropomorfe; analisi delle variabili ecologiche che influenzano il comportamento di uso di strumenti. Analisi della selezione di strumenti in base a caratteristiche funzionali e ragionamenti di tipo analogico in cebi (in natura e in laboratorio), scimpanzè e bambini. Dati sperimentali di comparazione fra scimpanzé e cebi sulla capacità di sfruttare l'informazione spaziale contenuta in modelli in scala per guidare una ricerca in ambiente reale. Dati sulla capacità dei cebi di comprendere relazioni tra relazioni e risultati di esperimenti effettuati con adulti di Cebus apella e bambini, in problemi di "matching-to-sample". Dati sui fattori che influenzano la scelta del partner a cui "reciprocare" il comportamento di condivisione del cibo, il supporto in contesti agonistici e il grooming. Verifica dell'ipotesi che l'uso di stimoli simbolici fornisca ai cebi un vantaggio, facilitando la risoluzione dei compiti di inibizione, così come accade in compiti simili negli scimpanzé e nei bambini. Caratterizzazione dei fattori che determinano il vantaggio globale e locale nell'elaborazione degli stimoli gerarchici nell'uomo e nel cebo. Aggiornamento del database riguardante dati demografici, parametri fisiologici ed ematici, principali e/o più frequenti malattie nella nostra colonia di cebi e relative terapie veterinarie. Inoltre ci aspettiamo visite di studenti, di ogni ordine e grado, ed una maggiore interazione con i visitatori del Bioparco.
Iniziative per l'acquisizione di ulteriori entrate:
Verrà incassata l'ulteriore tranche del finanziamento relativo al Progetto Europeo "Analogy", che si articola su base triennale. Verrà incassata la seconda tranche del finanziamento relativo al Progetto SOCCOP (TECT-ESF), che si articola su base triennale. Sugli stessi temi di questo progetto (trading and cooperation), e in collaborazione con alcuni dei partner in esso coinvolti, si cercherà inoltre di concorrere ai finanziamenti previsti nell'ambito del VII programma quadro. Verrà incassata la prima tranche del finanziamento relativo al Progetto IM-CLeVeR che si articolerà su base quadriennale. E' stato finanziato dal MIUR un nuovo progetto per la divulgazione scientifica "Dagli animali agli animatici: vita naturale e vita artificiale si confrontano al museo". Il Progetto prevede la possibilità di far interagire i visitatori del Museo Civico di Zoologia con simulazioni di vita artificiale, allo scopo di favorire la comprensione dei meccanismi di base dell'evoluzionismo darwiniano e della comparsa di nuove specie. E' stato presentato il progetto "Uso di strumenti nel cebo: ruolo dell'esperienza sul processo decisionale di scelta" relativamente al bando per la raccolta di progetti congiunti di ricerca scientifica e tecnologica nell'ambito della collaborazione scientifica e tecnologia tra Italia e Brasile 2008-2010. Stiamo presentando progetti per i bandi PRIN e FIRB in collaborazione con l'Università di Padova e con l'Istituto Superiore di Sanità.
 
Torna indietro Richiedi modifiche Invia per email Stampa
Home Il CNR  |  I servizi News |   Eventi | Istituti |  Focus